Sicurezza sul Lavoro - ASPP/RSPP Modulo B8 (Pubblica Amministrazione - istruzione)

Join Academy & Consulting - Ente Accreditato dalla Regione Campania
A Napoli

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso intensivo
  • Livello intermedio
  • Napoli
  • 24 ore di lezione
  • Durata:
    3 Giorni
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Il corso costituisce la formazione del settore specifico di rischio, in questo caso il B8, e e costituisce credito formativo con fruibilità quinquennale.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Napoli
Via Nazionale delle Puglie 112 - Località Tavernanova , 80013, Napoli, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Il corso vuole fornire a tutti i lavoratori che intendono intraprendere il percorso di responsabile e addetto del servizio di prevenzione e protezione nelle aziende che rientrano in questo Ateco.

· A chi è diretto?

Il corso costituisce la formazione obbligatoria per tutti quei professionisti che intendono assumere l'incarico di RSPP ed ASPP.

· Requisiti

Requisito culturale per assumere l’incarico di R.S.P.P.: diploma istruzione secondaria superiore ed il Modulo A propedeutico. Il comma 5 dell’art. 32 del D.Lgs. 81/2008 prevede l’esonero dalla frequentazione dei corsi (modulo A e B) per coloro che siano in possesso di Diploma di Laurea (area tecnica).

· Titolo

L'attestato rilasciato da un ente bilaterale è riconosciuto a livello nazionale

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Ci occupiamo da 15 anni di formazione.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Ti contatteremo nelle prossime 24 ore.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Modulo B8
RSPP
Aspp
Pubblica amministrazione
Istruzione
B8
Sicurezza
Sicurezza lavoro
Rischi sul lavoro

Professori

Ignazio Silvestrini
Ignazio Silvestrini
Architetto

I nostri formatori possiedono un esperienza almeno biennale maturata in ambito di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro e/o autorizzati dalla Regione o Provincia e/o iscritti all’Aifos con una formazione e competenze pluriennali in relazione alle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro.

Vincenzo De Mattia
Vincenzo De Mattia
Dottore

Programma

Il percorso formativo è caratterizzato da una metodologia didattica fortemente interattiva e applicativa su casi ed esempi reali.

-Aspetti giuridico normativi, metodologia del corso, l’aggiornamento obbligatorio

Obiettivi della valutazione dei rischi (art. 28 D.Lgs. 81/2008) - Analisi dei pericoli e dei rischi: sequenza logica (fase preliminare, identificazione dei fattori di rischio e dei lavoratori esposti, stima dell’entità di esposizione ai pericoli, stima della gravità e della probabilità degli effetti, programmazione o messa in atto delle misure di prevenzione) - Ruolo del Datore di Lavoro, del Dirigente e del Preposto (artt. 17, 18 e 19 del D.Lgs. 81/2008) - Elementi per la costruzione di una matrice;

-Analisi dei rischi (I parte) - Rischi derivanti dall’organizzazione del lavoro

Ambienti di lavoro (Allegato IV del D.Lgs. 81/2008) - Movimentazione manuale dei carichi (Titolo VI del D.Lgs. 81/2008) - Rischio infortuni - Rischio elettrico - Rischio meccanico - Rischio da particolari attrezzature - Rischio da caduta dall’alto (Titolo IV Capo II del D.Lgs. 81/2008);

-Analisi dei rischi (II parte) - Rischi fisici, chimici e biologici

Rischio fisico e biologico - Titolo VIII del D.Lgs. 81/2008 (Microclima, Illuminazione, Videoterminali, Cenni del rischio rumore e del rischio vibrazione - Rischio chimico - Titolo IX del D.Lgs. 81/2008 (Gas, vapori, Polveri, fumi e nebbie, Liquidi, Etichettatura) - Rischio biologico - Titolo X del D.Lgs. 81/2008 (Gestione del rischio residuo: DPI Collettivi ed individuali );

-Documenti ed emergenze

Contenuti del Documento di Valutazione dei Rischi (i criteri adottati, le conclusioni della valutazione, l’individuazione delle misure di prevenzione e protezione, il programma di attuazione di ulteriori misure previste per un miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza) - Discussione ed analisi delle esercitazioni sulla matrice - Situazioni critiche che possono dar luogo a situazioni di emergenza - Il miglioramento continuo;

-Le emergenze: la protezione antincendio

Misure di protezione passiva - Vie di esodo, compartimentazioni, distanziamenti - Attrezzature ed impianti di estinzione - Sistemi di allarme - Segnaletica di sicurezza - Impianti elettrici di sicurezza - Illuminazione di sicurezza;

-Procedure da adottare in caso di evacuazione

Procedure da adottare quando si scopre un incendio - Procedure da adottare in caso di allarme - Modalità di evacuazione - Modalità di chiamata dei servizi di soccorso - Collaborazione con i Vigili del Fuoco in caso di intervento - Esemplificazione di una situazione di emergenza e modalità procedurali-operative - Presa visione e chiarimenti sulle principali attrezzature ed impianti di spegnimento - Presa visione sulle attrezzature di protezione individuale (maschere, auto protettore, tute, etc.);

-Gli impianti elettrici

Le verifiche periodiche (art. 89 del D.Lgs. 81/2008)- Impianto elettrico - Messa a terra - Impianto contro le scariche atmosferiche ;

-Rischi relativi a movimentazioni, sollevamento, mezzi di trasporto

Movimentazioni, sollevamento, mezzi di trasporto (Allegato V, Parte II) - Applicazione pratica della matrice su un modello predisposto e su singoli casi aziendali;

-Test finale

il corso di formazione si conclude con un test di verifica dell’apprendimento somministrato ad ogni partecipante. Al termine del corso un apposito questionario verrà proposto per la valutazione finale da parte dei partecipanti affinchè possano esprimere un giudizio sui diversi aspetti del corso appena concluso.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto