Siddharta Il Sorriso del Fiume

Living Theatre
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Laboratorio
  • Roma
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Roma, Italia

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

Siddharta Il Sorriso del Fiume

Testo e regia da Gary Brackett

Se le bombe non possono insegnare, come può farlo il teatro? Julian Beck

Sembra che questa sia la domanda dei nostri giorni. Ancora oggi viviamo un mondo pieno di violenza, oppressione, sofferenza.

Il teatro come strumento per la santificazione del mondo.

E così entra in scena il personaggio Siddharta di Herman Hesse; l'insoddisfazione di sè, delle idee del suo tempo, lo porta al lungo viaggio per conoscere se stesso e il suo posto nel mondo. Questo è anche uno dei temi più importanti del libro Hanta Yo, la saga della tribù Sioux di Ruth Beebe Hill. Quest'opera ha molto in comune con la filosofia orientale, la magia e il mistero della forza della natura, il viaggio mistico in sé stessi, e ancora la ricerca di un equilibrio tra le voci inquiete e le voci di un altro sé. Così nel libro dell'americano Thomas Wolfe, Angelo, guarda il passato, è narrata, in una versione molto poetica e lirica, la vita di un giovane artista e scrittore, che si confronta con le contraddizioni umane di tristezza e gioia, amore e tragedia della separazione, individuo e società, visione artistica e quotidianità.

Ci sono ancora altre fonti di questa sceneggiatura, lo psicologo William James e il suo importante libro, Le varie forme dell'esperienza religiosa, il libro sacro della cultura indiana, Bhagavad Gita, Gilbran e altri.

Nel laboratorio i partecipanti esplorano le diverse tecniche utilizzate nella creazione dello spettacolo.

Il laboratorio include l’uso dei diversi mezzi espressivi sviluppati dal teatro contemporaneo: Living Theatre, recitazione non-fictional, creazione collettiva, training rituale, espressionismo Artaudiano, biomeccanica di Mejer’hold, teatro epico/politico di Piscator e Brecht, meditazione, hatha yoga, espressionismo corporeo corale.

Per il Living Theatre non si può arrivare a capire il significato fondamentale del teatro senza l'incontro esistenziale con il pubblico, per questo il laboratorio finisce con una vera e propria rappresentazione teatrale, recitata nella sua forma originale e integrata dai partecipanti stessi.