I Sistemi di Involucro

Tecniche Nuove SpA
Online

122 
IVA inc.
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello intermedio
  • Online
  • 5 ore di studio
  • Durata:
    Flessible
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Il corso è accreditato presso il CNAPPC per l'ottenimento di 5 CFP.
Il corso esamina i contenuti ed i processi di elaborazione morfologica, funzionale, produttiva ed esecutiva dei sistemi di facciata, analizzando le soluzioni tecniche da impiegare nella progettazione e nella costruzione.

Informazione importanti

Documenti

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Online

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Il fruitore del corso potrà accrescere il suo livello di conoscenza operativa, di preparazione metodologica e di capacità tecnico-scientifica nella progettazione dei sistemi di involucro tale da qualificarlo in maniera altamente professionale, permettendogli così di accrescere le proprie opportunità di collocazione lavorativa.

· A chi è diretto?

Architetti, ingegneri, tecnici e a tutti i professionisti del mondo dell’edilizia.

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Il corso è accreditato presso il CNAPPC per l'ottenimento di 5 CFP

· Il corso rilascia crediti formativi?

Il corso è accreditato presso il CNAPPC per l'ottenimento di 5 CFP.

Cosa impari in questo corso?

Conoscenza operativa
Capacità tecnico-scientifica

Professori

Massimiliano Nastri
Massimiliano Nastri
Prof.

Docente di Tecnologia dell’Architettura – Politecnico di Milano

Programma

Il corso esamina i contenuti e processi di elaborazione morfologica, funzionale, produttiva ed esecutiva dei sistemi di facciata, analizzando le soluzioni tecniche da impiegare nella progettazione e nella costruzione.

Modulo 1 - L’elaborazione funzionale, ambientale ed energetica dei sistemi di facciata

Abstract: Il modulo tratta i sistemi di facciata quali applicazioni tese a isolare, filtrare o assorbire gli stimoli climatici esterni (soprattutto, di natura termica e luminosa), al fine di ridurre il più possibile il contributo degli impianti tecnici. I sistemi in esame sono così spiegati quali strumenti di mediazione tra le condizioni ambientali esterne e gli aspetti ergonomici degli spazi costruiti, attraverso specifiche reazioni prestazionali. I sistemi sono trattati quale strumento di interscambio, per la loro capacità di “rispondere” agli stimoli esterni, mediante la messa a punto di livelli funzionali diversi (per materiale, struttura e spessore) e mediante l’impiego di mezzi di regolazione che consentono di manipolare (in forma naturale, o “passiva”, e in forma artificiale, o “attiva”) le interazioni con l’ambiente.

Modulo 2 - La spiegazione tipologica, produttiva, funzionale ed esecutiva dei sistemi di facciata

Abstract: Il corso esamina i sistemi di involucro secondo la spiegazione delle principali tipologie di facciata.

Modulo 3 - La spiegazione strutturale e costruttiva dei sistemi di facciata

Abstract: L’articolazione tipologica, produttiva, funzionale ed esecutiva dei sistemi di facciata si precisa, con particolare riferimento all’applicazione delle strutture a telaio.

Modulo 4 - La spiegazione tipologica e funzionale degli elementi di chiusura trasparenti

Abstract: Il modulo esamina il campo delle superfici applicate ai sistemi di facciata nei caratteri di espressione morfologica e di interazione con le sollecitazioni ambientali esterne, considerando soprattutto le procedure di controllo della trasmissione termica e luminosa: la spiegazione riguarda le modalità produttive, funzionali e di impiego delle tecniche e dei materiali tesi, in generale, sia alla riduzione delle perdite o all’accumulo del calore (conseguente all’irraggiamento solare), sia alla selezione dinamica dei raggi solari e alla calibrazione della luce naturale, nel rispetto dei tipi d’uso previsti.

Modulo 5 - La spiegazione tipologica e funzionale degli elementi di chiusura a prestazioni integrate

Abstract: Il modulo affronta i caratteri di “permeabilità” degli elementi di chiusura rispetto alle sollecitazioni termiche, luminose e aeree, determinando i criteri di elaborazione rivolti sia al controllo ambientale di tipo “selettivo”, sia a stabilire i sistemi di facciata in modo “dinamico” e quali “filtri ambientali”: questo, con la possibilità di regolare i flussi energetici, luminosi e aerei, fino a convertirli secondo processi di interazione ecoefficiente, affermando la capacità protettiva e reattiva dei sistemi in esame (anche con la regolazione di dispositivi, di supporti funzionali, “passivi” o “attivi”, fissi o ad assetto variabile) ai cambiamenti delle condizioni climatiche. A tale proposito, il modulo fornisce un supporto conoscitivo e operativo per individuare i materiali e i composti a elevate prestazioni, indicati nei principi sia di mediazione tra la trasmissione luminosa e la conduzione termica (in modo da ridurre le dispersioni termiche senza incidere sulla trasparenza), sia di controllo della radiazione solare incidente (anche con l’adozione di rivestimenti selettivi o di dispositivi schermanti): questo, esaminando i materiali e i composti in grado di regolare le condizioni ergonomiche ed energetiche in forma “passiva” e “attiva”, secondo le funzioni di riflessione, di captazione e di diffusione delle sollecitazioni ambientali esterne.

Gli elementi di chiusura trasparenti sono qui assunti, allora, nella determinazione degli apporti in termini di guadagno solare e di riduzione delle perdite termiche (dovute all’elevata conduttività e al basso valore di inerzia termica), considerando gli elementi di chiusura cromogenici, trasparenti composti, integrati dai moduli fotovoltaici e dalle schermature solari.

Modulo 6 - La spiegazione tipologica e funzionale degli elementi di chiusura opachi

Abstract: Il modulo espone le modalità di integrazione, di combinazione e di “ibridazione tecnica” tra i sistemi di involucro e gli apparati di chiusura opaca, realizzati nella forma di paramenti esterni e da sezioni di rivestimento aggregate alle intelaiature portanti (mediante dispositivi di interfaccia meccanica). A tale proposito, il modulo si concentra sull’esposizione dei componenti di chiusura in lamiera di lega di alluminio, in laminati multistrato, in lamiera di acciaio, in rame e in zincorame-titanio, in lastre lapidee, in laterizio o in terracotta, in lastre di legno e in materiale polimerico.

Nello specifico, il modulo permette di definire i criteri di aggregazione morfo-tipologica, relazionale, funzionale, produttiva ed esecutiva tra la composizione prestazionale dei sistemi di involucro e i profili, le lastre, le pannellature e le sagome applicate e trasferite dal comparto della costruzione “tettonica” e “massiva” verso le superfici prefabbricate di facciata.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto