Sociologia dei mass media

UNIVERSITÀ DELLA SVIZZERA ITALIANA
A Mendrisio (Svizzera)

Chiedi il prezzo
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Mendrisio (Svizzera)
Descrizione

Descrizione Il corso si propone di fornire una solida conoscenza delle principali teorie dei media di massa, individuando tre focus d’analisi principali: la riflessione sugli effetti che i media di massa avrebbero sulla società; la nascita, la diffusione, le principali caratteristiche e il lento declino della cultura di massa; l’applicabilità di temi e concetti della sociologia generale a quella dei media (tra gli altri metropoli, potere, genere, famiglia, disuguaglianza, identità, audience, violenza). Obiettivo principale del corso è quello di portare gli studenti a riflettere in maniera sociologica e problematica sul rapporto tra media di massa, media digitali e società contemporanea.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Mendrisio
Tessin, Svizzera
Visualizza mappa

Programma

Descrizione

Il corso si propone di fornire una solida conoscenza delle principali teorie dei media di massa, individuando tre focus d’analisi principali: la riflessione sugli effetti che i media di massa avrebbero sulla società; la nascita, la diffusione, le principali caratteristiche e il lento declino della cultura di massa; l’applicabilità di temi e concetti della sociologia generale a quella dei media (tra gli altri metropoli, potere, genere, famiglia, disuguaglianza, identità, audience, violenza). Obiettivo principale del corso è quello di portare gli studenti a riflettere in maniera sociologica e problematica sul rapporto tra media di massa, media digitali e società contemporanea.

Contenuti
Dopo le prime lezioni introduttive, in cui si chiariranno i significati e i limiti della sociologia dei mass media, il corso verterà su tre tematiche principali:

  • Verrà ricostruita una panoramica delle principali teorie e dei pensatori che hanno ragionato sugli effetti dei mass media sul pubblico. La riflessione verterà sulla capacità dell’audience di agire attivamente o passivamente rispetto ai messaggi dei media di massa, alternando approcci scientifici che, nel corso di gran parte del Novecento e dei primi anni Duemila, hanno identificato effetti “forti” o effetti “deboli” dei mezzi di comunicazione.
  • Lungo un secondo asse, si ripercorreranno le principali riflessioni sociologiche relative alla cultura di massa e alla sua istituzionalizzazione; in questo caso, verranno presi in esame concetti quali massa e folla, industrializzazione e fordismo, industria culturale e “terza cultura”, personalizzazione e segmentazione.
  • Verranno infine analizzati alcuni concetti sociologici in grado di gettare luce sul rapporto tra media e società contemporanee.

Impostazione pedagogico-didattica
Il corso è costituito da lezioni ex-cathedra, supportate da slide e materiali audiovisivi in funzione esemplificativa. Per la natura del corso, e non esistendo un solo testo di riferimento in grado di raccogliere tutte le informazioni che verranno fornite in aula, la frequenza alle lezioni è ritenuta indispensabile. Gli studenti sono anche chiamati a partecipare attivamente alla discussione e a redigere una tesina concordata con il docente e con l’assistente del corso. Sarà infine organizzata una visita presso la sede di un mezzo di comunicazione di massa locale, in modo da prendere contatto, verificare e discutere la valenza dei media nella società della Svizzera italiana.

Modalità d'esame
L’esame consiste in una prova scritta al termine del corso (75% del voto finale) e in una tesina consegnata da ogni singolo studente prima del termine del corso stesso (25% del voto).
Il test scritto è volto a verificare la conoscenza degli argomenti trattati nelle lezioni, dei testi per l’esame e delle eventuali dispense integrative, del dibattito svolto in classe. La prova mira a valutare:

  • la conoscenza delle nozioni presentate nel corso;
  • la competenza nell’uso di tali nozioni;
  • la capacità di approfondimento di singoli temi;
  • la capacità di connettere fra loro i temi affrontati;
  • la chiarezza dell'esposizione.

Con la tesina si intende verificare:

  • la capacità dello studente di rielaborare e applicare le tesi e i temi affrontati a lezione;
  • la correttezza delle argomentazioni proposte;
  • l’acquisizione di un approccio sociologico allo sguardo sui mass media.

Bibliografia obbligatoria
Nelle prime lezioni del corso verranno indicate le letture obbligatorie che saranno raccolte in un reader a disposizione degli studenti.

Ulteriori riferimenti bibliografici
Bentivegna, S. 2003. Teorie delle comunicazioni di massa. Roma: Laterza.

Boni, F. 2006. Teorie dei media. Bologna: il Mulino.

Mattelart, A. e M. 1997. Storia delle teorie della comunicazione. Milano: Lupetti.

Mc Quail, D. 1986. Sociologia dei media. Bologna: il Mulino.

Park, D.W. and Pooley, J. (eds.). 2008. The History of Media and Communication Research. Contested Memories. New York: Peter Lang.

Scannell, P. 2007. Media e comunicazione. Bologna: il Mulino.

Sorice, M. 2009. Sociologia dei mass media. Roma: Carocci.

Stella, R. 2012. Sociologia delle comunicazioni di massa. Torino: Utet.

Wolf, M. 1985. Teorie delle comunicazioni di massa. Milano: Bompiani.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto