Storia del libro e bibliografia

UNIVERSITÀ DELLA SVIZZERA ITALIANA
A Mendrisio (Svizzera)

Chiedi il prezzo
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Mendrisio (Svizzera)
Descrizione

Migrazioni e diaspora nel mondo del libro a stampa pre-industriale: il caso italiano (XV-XVIII sec.)

Studieremo dunque la geografia specifica di queste migrazioni, esili e diaspore tra Quattrocento e Settecento, che ci fornirà un ottimo strumento di presentazione dinamica del libro antico a partire dai fondi della biblioteca Cantonale e della biblioteca Salita dei Frati.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Mendrisio
Tessin, Svizzera
Visualizza mappa

Cosa impari in questo corso?

Storia
Storia moderna

Programma

Descrizione

Migrazioni e diaspora nel mondo del libro a stampa pre-industriale: il caso italiano (XV-XVIII sec.)

La diffusione europea dell’arte tipografica fu dovuta alla migrazione di decine di stampatori tedeschi che tra il 1460 e il 1480 crearono officine, durature o non, dal Baltico al Mediterraneo. Durante i tre primi secoli della stampa, anteriori ai cambiamenti profondi portati dall’industrializzazione del processo di produzione e di distribuzione del libro, l’Europa tipografica ha conosciuto numerose migrazioni e diaspore, le une dovute alla circolazione costante di personale e materiale lungo reti specifiche del libro – formazione di apprendisti all’estero come il futuro grande libraio lionese Guillaume Rouille presso i Giolito a Venezia, partecipazione di librai italiani alle fiere di Francoforte, Lione o Medina del Campo, invio di modelli iconografici (disegni, stampe ecc.) tra Germania, Francia e Italia –, le altre dovute alle conseguenze sul mondo del libro dei conflitti politici e religiosi che non mancarono durante questo periodo – diaspora in Italia, a titolo definitivo o provvisorio di stampatori ebrei cacciati dalla Spagna dopo il 1492 (caso dei Soncino), rifugio di stampatori riformati italiani in Svizzera (l’ex-domenicano Pietro Perna a Basilea), invio di libri francesi in Italia durante le guerre di religione, per esempio.
Studieremo dunque la geografia specifica di queste migrazioni, esili e diaspore tra Quattrocento e Settecento, che ci fornirà un ottimo strumento di presentazione dinamica del libro antico a partire dai fondi della biblioteca Cantonale e della biblioteca Salita dei Frati.

Modalità d'esame
Orale in sessione

Bibliografia

- E. Barbieri, Guida al libro antico, Firenze, Le Monnier, 2006.

Bibliografia di approfondimento

- Scribal Culture in Italy, 1450-1700, in «Italian Studies», 66.2 (2011).

- L. Baldacchini, Il libro antico, Roma, Carocci, 2002.

- C. Fahy, Saggi di bibliografia testuale, Padova, Antenore, 1988.

- V. Frajese, La censura in Italia. Dall’Inquisizione alla Polizia, Bari, Laterza, 2014.

- M. Infelise, I padroni dei libri. Il controllo sulla stampa nella prima età moderna, Bari, Laterza, 2014.

- M. Infelise, Prima dei giornali. Alle origini della pubblica informazione, Bari, Laterza, 2002.

- A. Nuovo, Il commercio librario nell'Italia del Rinascimento. Nuova edizione riveduta e ampliata, Milano, Franco Angeli, 2003.

- A. Pettegree, The Book in the Renaissance, Yale University Press, 2010.

- B. Richardson, Print Culture in Renaissance Italy: The Editor and the Vernacular Text, 1470-1600 , Cambridge University Press, 1994.

- M. Santoro, Storia del libro italiano, Roma, Editrice Bibliografica, 1994.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto