Storia dell’integrazione europea

Università Telematica Guglielmo Marconi
Online

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Online
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

L’Università degli Studi Guglielmo Marconi, è la prima Università “aperta” (Open University), riconosciuta dal MIUR con D.M. 1 marzo 2004, che unisce metodologie di formazione “a distanza” (materiale a stampa, dispense, Cd Rom, piattaforma e-learning) con le attività di formazione frontale (lezioni, seminari, laboratori, sessioni di ripasso e approfondimento) al fine di raggiungere i migliori risultati di apprendimento per lo studente.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Online

Programma

Programma del Corso

DISCIPLINA

Storia dell’integrazione europea

DOCENTE

Angelo Arciero

CODICE DISCIPLINA: SPS02004

SSD: SPS/02

CREDITI: 06

OBIETTIVI E FINALITÀ DELL´INSEGNAMENTO

Tema del corso: Lineamenti storici e fondamenti teorici dell’Idea di Europa
Il corso di Storia dell’integrazione europea si propone di analizzare, a partire dalle riflessioni sull’idea di Europa elaborate tra la fine del secolo XIX e l’inizio della prima guerra mondiale, i fondamenti teorici, le concezioni politiche e gli avvenimenti storici che hanno contribuito maggiormente allo sviluppo e alla formazione dell’identità europea e all’attuale assetto socio-culturale e istituzionale dell’Unione Europea. Dalla crisi della coscienza europea alle prospettive apertesi con l’inizio della guerra fredda, dalla ratifica dei trattati che negli anni Cinquanta pongono le fondamenta per la costruzione della Comunità Europea all’entrata in vigore del contratto di Maastricht del 1992, fino alla ratifica della Convenzione per una Costituzione europea del 2005, le prospettive ideologiche che orientano il processo di integrazione europea e il confronto con le diverse esperienze politiche che si delineano in altri contesti geografici (e in particolare nel mondo statunitense) devono essere collocate all’interno di un approccio interdisciplinare che si estende dalla storia delle relazioni internazionali ad ambiti giuridici, politici, filosofici e istituzionali. Una particolare attenzione sarà inoltre riservata sia agli orientamenti e ai movimenti politici dei principali paesi europei, che all’apporto concettuale fornito dai cosiddetti “padri dell’Europa comunitaria” (Adenauer, De Gasperi, De Gaulle, Monnet, Schumann, Spinelli).

PROGRAMMA DEL CORSO

  • Alla vigilia della prima guerra mondiale: la crisi della civiltà europea, il nazionalismo, l’internazionalismo socialista
  • Tra le due guerre: l’Europa nell’età dei totalitarismi e il “Manifesto di Ventotene”
  • La guerra fredda e una nuova coscienza europea. I rapporti con gli Stati Uniti dalla dottrina Truman al Piano Marshall e le reazioni all’Alleanza Atlantica. La nascita del Consiglio d’Europa
  • Gli anni Cinquanta e i primi progetti comunitari (gli accordi tra Francia e Italia, la dichiarazione Schumann, il trattato per la Comunità del Carbone e dell’Acciaio, l’istituzione della Comunità Economica Europea)
  • Konrad Adenauer e il problema della ricostruzione
  • Alcide De Gasperi, il pensiero e l’attività politica
  • Jean Monnett, tra la Francia e l’Europa
  • L’alternativa di De Gaulle
  • Altiero Spinelli e il federalismo Europeo
  • Gli anni Sessanta: le tensioni anglo-francesi, il Mercato comune europeo e la firma del Trattato di Lussemburgo
  • 1970-1980. L’allargamento della comunità europea e la ricerca di nuove identità politiche e culturali nel Parlamento europeo
  • Gli accordi di Schengen (1985) e la ridefinizione delle frontiere; l’entrata in vigore dell’Atto Unico Europeo (1987) la riforma economica e politica della Cee; le ripercussioni della caduta del Muro di Berlino
  • Il trattato di Maastricht (1993); l’Unione Europea, i suoi istituti governativi. Proposte federaliste, funzionaliste e confederaliste
  • Oltre Maastricht: il Trattato di Amsterdam (1997) e il rafforzamento dell’integrazione europea: la dichiarazione di Laeken, la creazione della Convenzione Europea e la firma della Costituzione Europea. La democratizzazione dell’Europa e il dibattito sui principi fondativi
  • Le incognite del nuovo millennio, le tensioni tra esigenze comunitarie e sovranità statali, l’identità europea e il confronto con il multiculturalismo

LIBRI DI TESTO

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente e ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Bino Olivi, Roberto Santaniello, Storia dell´integrazione europea, il Mulino, 2005
  • Heikki Mikkeli, Europa. Storia di un’idea e di un’identità, il Mulino, 2002

MODALITÀ DELL´ESAME FINALE

Prova scritta e/o orale

RICEVIMENTO STUDENTI

Previo appuntamento ()



Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto