Subappalto, antimafia e tracciabilità dei flussi nei contratti pubblici di lavori, forniture e servizi

Ceida - Centro Italiano di Direzione Aziendale
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Concorsi pubblici
  • Roma
Descrizione

Il centro presenta a continuazione il programma pensato per migliorare le tue competenze e permetterti di realizzare gli obiettivi stabiliti. Nel corso della formazione si alterneranno differenti moduli che ti permetteranno di acquisire le conoscenze sulle differenti tematiche proposte. Inscriviti per poter accedere alle seguenti materie.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Palestro, 24 , 00185, Roma, Italia
Visualizza mappa

Cosa impari in questo corso?

Servizi

Programma

PROGRAMMA
Il codice delle leggi antimafia (d.l.vo 159/11): i motivi dell’intervento ed i profili innovativi più recenti ad opera del c.d. secondo correttivo (d.l.vo 153/14). I presupposti e le ragioni della disciplina; la centralità delle nozioni di impresa e di spendita di danaro pubblico. Le circolari esplicative del Ministero degli Interni.
La documentazione antimafia: comunicazioni ed informazioni, interdittive e liberatorie. Le soglie di importo ed il residuo ambito del c.d. regime libero. Soggetti legittimati alla richiesta ed al rilascio della documentazione: sistema SI.CE.ANT. ed operatività della Banca Dati Unica della Documentazione Antimafia di cui al d.P.C.M. 193/14 e rapporto con la Banca Dati nazionale sui contratti pubblici. Applicazione della disciplina antimafia in gara e per la stipula e l'esecuzione dei contratti: differenze. L’ambito dei “soggetti sensibili” da assoggettare a verifica ed il controllo sulle imprese estere. Riduzione della tempistica per la verifica /acquisizione della documentazione antimafia e rispettivo regime temporale di validità; obbligo di aggiornamento dei relativi dati. Autocertificazione ed urgenza. Risoluzione del contratto e commissariamento/tutoraggio dell'impresa: rapporto di prevalenza tra antimafia e anticorruzione come definita nei protocolli ANAC - Ministero Interni. L’accesso dei Prefetti nei cantieri.I protocolli di legalità come strumento di integrazione negoziale della disciplina vigente: obblighi di denuncia e clausole di trasparenza; le sanzioni per il caso di violazione degli obblighi aggiuntivi assunti.
Appalti e subappalti: profili civilistici e ragion d’essere del subappalto nei processi produttivi. La natura di contratto derivato ed il ruolo per lo sviluppo delle PMI. L’art. 118 del Codice ed il ruolo del Responsabile del procedimento; richiesta di autorizzazione ed inoltro della documentazione da parte dell’interessato; condizioni per il rilascio; obbligo di produrre il contratto di subappalto; qualificazione tecnica e finanziaria del subappaltatore; altri presupposti per il rilascio dell’autorizzazione. La tempistica: il decorso dei termini e la formazione del silenzio-assenso. La disciplina dei subappalti e cottimi di importo inferiore a 100.000 euro. Divieto di subappalto “a cascata” ed eccezioni. Casi dove è sufficiente la semplice comunicazione. Forniture e servizi non configurabili come subappalti. Il prezzo del subappalto ed il pagamento dei subappaltatori: pagamento diretto e relative cautele. L’obbligo di remunerare per intero la sicurezza. La specificità dei lavori: antimafia e attestazioni SOA. Abrogazione della responsabilità solidale dell’appaltatore principale per l’adempimento delle obbligazioni del subappaltatore verso i dipendenti e verso terzi. La responsabilità del subappaltatore per l’adempimento delle proprie prestazioni e decorrenza del regime di garanzia. Subappalto e avvalimento. Le disposizioni riguardanti la risoluzione dei rapporti in corso o la revoca delle autorizzazioni dei sub contratti.

La tracciabilità dei flussi finanziari e le indicazioni dell’ex AVCP. Il divieto dell’uso del contante; indicazione di CIG e/o del CUP; altri strumenti volti ad assicurare la piena tracciabilità delle operazioni. Clausole contrattuali nei rapporti stazione appaltante – affidatari e tra affidatari. I contratti interessati ed i limiti della filiera. Fattispecie escluse dagli obblighi di tracciabilità o soggette ad obblighi di tracciabilità cd. “attenuata”: le spese tratte su fondi economali. I controlli sui soggetti tenuti a garantire la tracciabilità; le sanzioni; la competenza per la relativa irrogazione e le ulteriori conseguenze.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto