SWMM Dimensionamento reti di drenaggio

Ruwa Srl
A Catanzaro

300 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello base
  • Catanzaro
  • 16 ore di lezione
  • Durata:
    2 Giorni
Descrizione

Il corso prevede una prima fase introduttiva allo scopo di richiamare le conoscenze teoriche di base necessarie per una migliore comprensione degli argomenti trattati nel seguito con particolare riferimento ai metodi di stima della pioggia netta e della trasformazione afflussi-deflussi. In una seconda fase sarà illustrato il funzionamento delle componenti di base del programma SWMM. Nella terza fase del corso saranno quindi svolte esercitazioni pratiche sull’uso di base del software e la sua l’implementazione in casi concreti.

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Catanzaro
Catanzaro, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Al termine del corso i partecipanti saranno in grado in una prima fase di eseguire la modellazione idrologica di un bacino idrografico con i metodi a parametri concentrati più utilizzati allo stato attualeal fine di valutare le principali caratteristiche della piena di progetto (portata massima, volume di deflusso, tempo di risposta, ecc.) e in una seconda fase di dimensionare e verificare le caratteristiche della rete di raccolta e smaltimento delle acque meteoriche. In questa fase saranno fatte anche delle valutazioni sul carico inquinante dovuto all'effetto di lavaggio del suolo da parte delle acque piovane e a possibili interventi per la mitigazione del rischio di inquinamento.

· A chi è diretto?

Ingegneri e Geologi

· Requisiti

Conoscenze di base di idrologia tecnica e sanitaria.

· Titolo

Corso SWMM - Dimensionamento reti di drenaggio

Cosa impari in questo corso?

Eseguire la modellazione idrologica di un bacino idrografico
Dimensionare e verificare le caratteristiche della rete di raccolta e smaltimento delle acque meteoriche

Professori

Dario Tricoli
Dario Tricoli
Ingegnere

Dario Tricoli, ingegnere idraulico, opera da oltre venti anni, in qualità di libero professionista e consulente di pubbliche amministrazioni, nel settore della sistemazione idraulica dei bacini idrografici con particolare riferimento all'utilizzo di modelli idrologici ed idraulici per la perimetrazione delle aree soggette a rischio idraulico e la individuazione e la progettazione degli interventi da mettere in atto per la mitigazione del rischio stesso.

Programma

A - Premessa
A.1 – Modello a oggetti di SWMM
A.2 – Schema dei processi
A.2.1 – Descrizione generale metodo di simulazione
A.2.2 – Interpolazione e unità di misura utilizzate da SWMM

B - Panoramica generale sul software SWMM
B.1 - Predisposizione generale del progetto
B.2 - Inserimento degli elementi del progetto
B.3 - Definizione delle caratteristiche pluviometriche
B.4 - Predisposizione e esecuzione della simulazione
B.4.1 - Simulazione con il metodo cinematico
B.4.2 - Simulazione in moto vario
B.4.3 - Simulazione di qualità delle acque
B.4.4 - Simulazione continua
B.5 - Visualizzazione risultati

C - Componenti di un progetto
C.1 - Elementi di base di un progetto
C.2 – Dati Meteorologici
C.2.1 – Precipitazione
C.2.2 – Temperatura
C.2.3 – Evaporazione
C.2.4 – Vento
C.3 – Trasformazione afflussi/deflussi
C.3.1 - Calcolo della pioggia netta
C.3.2 - Deflussi superficiali
C.3.3 - Falda
C.4 – Esecuzione modellazione
C.4.1 - Opzioni della modellazione
C.4.2 - Avviare una simulazione
C.4.3 - Problemi nella simulazione
C.5 – Visualizzazione e esportazione risultati
C.5.1 - Visualizzazione dei risultati
C.5.2 - Visualizzazione dei risultati sulla mappa
C.5.3 - Stampa dei risultati

D - Idrologia
D.1 - Pluviometri (Rain Gage)
D.2 - Sottobacini (Subcatchments)
D.3 - Acquiferi (Aquifers)
D.4 - Neve (Snow Packs)
D.5 - Idrogramma unitario (Unit Hydrographs)
D.6 - Tecniche di mitigazione dell'impatto antropico (LID Controls)

E - Elementi Idraulici (Hydraulics)
E.1 - Nodi (Nodes)
E.1.1 - Giunzioni (Junctions)
E.1.2 - Sezioni di chiusura (Outfalls)
E.1.3 - Diramazioni (Dividers)
E.1.4 - Invasi (Storage Units)
E.2 - Collegamenti (Links)
E.2.1 - Condotte (Conduits)
E.2.2 - Pompe (Pumps)
E.2.3 - Luci di fondo (Orifices)
E.2.4 - Traverse (Weirs)
E.2.5 - Scarichi di fondo (Outlets)
E.3 - Transetti (Transects)
E.4 - Sezioni di controllo (Controls)

F - Qualità delle acque (Quality)
F.1 - Inquinanti (Pollutants)
F.2 - Uso del suolo (Land Uses)

G - Dati condivisi
G.1 - Curve caratteristiche (Curves)
G.1.1 - Control Curves
G.1.2 - Diramazioni (Diversion Curves)
G.1.3 - Curva caratteristica pompe (Pump Curves)
G.1.4 - Scale di deflusso (Rating Curves)
G.1.5 - Shape Curves
G.1.6 - Curve altezza-volume (Storage Curves)
G.1.7 - Tidal Curves
G.2 - Serie temporali
G.2.1 - Time Series
G.2.2 - Time Patterns

H - Lavorare sulla mappa
H.1 - Impostazione delle dimensioni della mappa

I - Preparare e eseguire una modellazione
I.1 - Impostazione delle opzioni di simulazione
I.1.1 - Opzioni - generali
I.1.2 - Opzioni - date
I.1.3 - Opzioni - intervalli temporali
I.1.4 - Opzioni - Onda dinamica
I.1.5 - Opzioni - File
I.1.6 - Opzioni - Reporting
I.2 - Avviare una simulazione
I.2.1 - Problemi nella simulazione

L - Visualizzare e stampare i risultati
L.1 - Visualizzazione dei risultati
L.1.1 - Rapporto di stato (Status)
L.1.2 - Tabelle riepilogative (Summary)
L.1.3 - Grafici (Graph)
L.1.4 - Tabelle dettagliate (Table)
L.1.5 - Statistiche (Statistics)
L.2 - Visualizzazione dei risultati sulla mappa
L.3 - Stampa dei risultati

Bibliografia

Esempi applicativi