Tecniche Terzo Fuoco

Hobbyceram Srl
A Milano

45 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Seminario
  • Milano
  • 3 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Dipingere su porcellana e ceramica con molteplici tecniche e materiali di ogni tipo.
Rivolto a: Hobbysti, professionisti, operatori per centri ricreativi, operatori nel settore disabilità fisico-mentali, insegnanti di scuole materne, elementari e medie.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
V. P.L. DA PALESTRINA, 13, 20124, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno

Programma

Tecniche TERZO FUOCO

Tecniche classiche di pittura su porcellana

Dalle tecniche tradizionali alle tecniche contemporanee, Elena Morra, è l'insegnante a cui è affidata la gestione di questo corso.

Decoratrice di grande esperienza, collaboratrice come consulente e disegnatrice di alcune tra le più importanti Manifatture di porcellana italiane ed europee, prima di avere il suo personale Atelier.

Quindi con la guida esperta di Elena Morra, nel corso continuativo e a tema libero, ciascun allievo potrà realizzare uno o più oggetti desiderati.

Ad ogni partecipante sarà così possibile affinare questa o quella tecnica ed a tutti sarà data la possibilità di superare ogni personale e soggettiva difficoltà di realizzazione.

Elena Morra insegna anche in numerosi seminari specifici di tecniche classiche (tazzine da collezione, bordure per piatti e zuppiere, Stile Meissen, Sèvres, Limoges, etc.).



Tecniche tradizionali di design


Sandra Blakeway Parmenter è un'artista inglese che pur essendosi sempre interessata di porcellane antiche, soltanto durante il suo lungo soggiorno in Italia, si è avvicinata al mondo della pittura su porcellana.

Sandra ha elaborato un suo proprio stile, flessuoso ed essenziale, come la pittura cinese, ma moderno e contemporaneo nei movimenti, nel gusto e nel colore. Oggi Sandra Blakeway Parmenter insegna a Londra presso la Hobbyceram International School of Decorative Arts. Ai suoi allievi cerca di insegnare a lasciarsi trasportare dal fascino della porcellana antica, a sviluppare un loro proprio stile in colore e a sottolineare graficamente ogni composizione. I delinei, che traspaiono sotto brillanti tamponature, sono accostati con audacia gli uni agli altri e creano splendidi effetti.

Corsi della medesima tecnica vengono effettuati anche nella sede di Milano.



Tecniche tradizionali



Splendide composizioni di fiori con fondi scuri laccati e nature morte dalle infinite sfumature nascono dalle soffici pennellate dell'artista.

Lo splendore dei fiori di Meissen in bouquet o in ghirlanda è colto da grandi artiste che per la Manifattura hanno lavorato sia come decoratrici che come restauratrici di pezzi antichi. Anche la frutta, naturalistica e di maniera è interpretata con magistrale bravura. Sotto la loro guida esperta si imparerà a dipingere ricchi bouquets alla maniera di Meissen con fiori dalle diverse tipologie e splendide composizioni di frutti diversi.

Fiorellini, foglie e viticci saranno complementi per la perfetta realizzazione di entrambi i soggetti.

Fiori e paesaggi in miniatura

Durante il corso si affronterà come soggetto uno stupendo bouquet multicolore o un paesaggio dalle caratteristiche tipiche dello stile classico.

I temi sono affrontati con pennelli a punta tonda di finissima martora e con colori soprasmalto impastati con medium tradizionali.

Particolare attenzione si darà allo studio delle pennellate ed ai giochi di luci ed ombre.

Tecnica impressionista

Questa tecnica che si avvale come accessori di pennelli piatti ed olio molle permette di interpretare con grande immediatezza fiori, frutta e paesaggi.

Il maggior rappresentante dello stile impressionista su porcellana è il professor Stephen Merlin Hayes (Pensacola-Florida), che ha riscosso un enorme successo in Italia e in Europa grazie al suo stile "libero", ed alla sua grandissima esperienza di insegnante. Stephen Merlin Hayes impartisce infatti lezioni nei maggiori atenei statunitensi.

Grazie ai suoi metodi, l'allievo supererà ogni timore di fronte ad oggetti di grandi dimensioni, con dipinti sia floreali che di frutta. Anche i Paesaggi sono realizzati in modo fresco e incisivo al tempo stesso, vere e proprie finestre sul mondo esterno.

Tecniche square shaders

La tecnica square shaders deve il suo nome ai pennelli piatti a punta quadra utilizzati per realizzazioni con colori da terzo fuoco impastati con olio molle, o altro olio che non asciuga mai. Le caratteristiche di profondità e trasparenza sono date dalla leggera sovrapposizione di sottili strati di colore, in numerose cotture successive.

Questa tecnica, applicata ai fiori, come ai paesaggi e agli animali, nata in America, ma ripresa alcuni anni fa nei paesi scandinavi, vede diversi validissimi insegnanti presenti nella scuola, ognuno dei quali porta un'impronta personale e il suo proprio modo di procedere.

La signora Svanhild Øvrebo (Norvegia) oltre ad essere una splendida pittrice è specializzata nella formazione di insegnanti di pittura su porcellana. Soggetti preferiti sono i morbidi paesaggi invernali.

La tecnica può essere utilizzata anche su vetro. 

Ritratti e animali

Teresita Sartori di Cuneo è la fondatrice di una delle più importanti scuole di pittura su porcellana d'Italia e una delle migliori esponenti del nostro paese della tecnica square shaders.

Esperta in ritratti e animali, specializzata soprattutto nei gatti, soggetti particolarmente difficili, da lei interpretati con incredibile naturalezza.

Teresita Sartori coglie nei suoi dipinti l'anima di ciò che ritrae. Così gli sguardi dei ritratti colpiscono lo spettatore al cuore raccontando la fatica di vivere mentre gli occhi degli animali inteneriscono con luci e riflessi di nature incontaminate.

Le sue opere, vincitrici di numerosi premi e riconoscimenti internazionali, sono state più volte pubblicate su volumi e riviste del settore.

Su un fondo di sabbia la pittura su porcellana si trasforma in affresco.

La morbidezza del fondo aggiunge delicatezza al tratto e il brillio del colore si riflette in ogni granello di sabbia. Così volti, animali e paesaggi acquistano un aspetto nuovo, la profondità di una dimensione più vera.



Tecniche ad olio molle


La freschezza dei fiori primaverili colti con la morbida tecnica americana sulla scia degli insegnamenti di Sonie Ames.

La dolcezza di mistici sguardi riportano sulla porcellana ricche scene rinascimentali.

Ede Finazzi, artista straordinaria, unisce nel suo insegnamento morbide pennellate ad olio molle e dettagli realizzati con cura assoluta in tecniche classiche.

 

Tecniche su oro, tecnica dell'acquarello e del disegno su porcellana, tecnica della grisaglia con oro in polvere

Una particolare lavorazione su porcellana, dal fondo in oro, permette di ottenere fantastici contrasti in chiaroscuro con leggere tamponature in colore e finissime lavorazioni a pennello e pennino, per realizzare fiori, frutta e paesaggi.

Così la pittura tradizionale e la pittura su fondo oro si affiancheranno per ottenere oggetti dal disegno esclusivo e dalla straordinaria armonia: magnifica tecnica su oro sviluppata dalla grande artista Patrizia Arvieri. Durante i corsi di perfezionamento, l'insegnante condurrà l'allievo, passo passo alla scoperta di nuove tecniche: oro e argento saranno sempre i protagonisti, solo accompagnati da basi finemente lavorate a rilievo, scavi dalle infinite tramature.

Veri e propri disegni su porcellana potranno essere ottenuti con le speciali matite soprasmalto realizzando così un decoro che risulterà completo di chiaroscuri e ombreggiature sia su un fondo precedentemente tamponato che su una base di oro zecchino.

Patrizia Arvieri durante i suoi corsi insegna ad impostare il disegno stesso, elemento utile anche nelle realizzazioni con colori a pennello. Con una metodologia totalmente nuova e da lei personalmente scoperta e sviluppata, Patrizia Arvieri ottiene un particolare bellissimo effetto acquerellato semilucido.

La morbidezza dei riflessi, la freschezza delle luci, la completa assenza di tratti decisi, fanno di questa tecnica una perfetta trasposizione su porcellana dei più fini dipinti ad acquerello.

Patrizia Arvieri, alla continua ricerca di perfezione, ha messo a punto una nuova tecnica.

Le ombre seppiate della grisaglia si illuminano con tocchi di polvere d'oro. Così i motivi tradizionali dell'Arvieri si stilizzano in bruno e oro soltanto acquistando una forma nuova e mantenendo ancora più efficacemente le tradizionali bellezze del disegno.

Ulteriori informazioni

Alunni per classe: 8

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto