Tecnologie per la conservazione e il restauro Tecore

Centro Interdipartimentale di Ricerca in Scienze Ambientali
A Ravenna

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Laurea
  • Ravenna
  • Durata:
    3 Anni
Descrizione

Obiettivo del corso: Ad essere in grado, secondo le proprie competenze, di operare efficacemente nei settori che riguardano la conoscenza, la diagnosi, la conservazione, il restauro ed il monitoraggio dei beni culturali.
Rivolto a: Da consultare con il centro.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Ravenna
Via S. Alberto, 163, 48100, Ravenna, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

è necessario essere in possesso, in alternativa, di uno dei seguenti titoli di studio: - un diploma di maturità quinquennale; - un diploma di maturità quadriennale e il conseguimento di un anno integrativo o, in alternativa, l’iscrizione con un debito formativo da colmare entro I anno di Corso; - diploma di Laurea; - titolo di studio conseguito all’estero dopo almeno 12 anni di scolarità.

Programma

SBOCCHI OCCUPAZIONALI
Il laureato tecnologo-diagnosta potrà svolgere la propria attività professionale sia presso istituzioni pubbliche preposte alla tutela dei beni culturali che presso enti e ditte private di diagnostica, conservazione e restauro.
L’art.29 del D.Lgs. 24.1.2004 n.42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio) identifica tale figura professionale tra quelle relative ad attività complementari al restauro e conservazione dei beni culturali le cui funzioni sono:
- partecipa ad interventi di diagnosi su beni di interesse storico artistico, archeologico e monumentale;
- supporta le diverse fasi dell’intervento di restauro sulla base di precise conoscenze in merito alla composizione materica, stato di conservazione, cause di degrado e materiali e metodi di intervento;
- partecipa a studi di archeometria dei beni culturali (datazione, provenienza, autenticità, tecniche di produzione,ecc.);
- partecipa alla definizione di programmi di manutenzione e conservazione preventiva del bene culturale

Il laureato potrà trovare occupazione presso:
- Istituti universitari e di ricerca sia pubblici che privati operanti nel settore della scienza della conservazione e restauro del patrimonio culturale;
- Istituti di tutela del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Soprintendenze, Musei, Biblioteche, Archivi, ecc.);
- Aziende e laboratori di diagnosi, conservazione e restauro sia pubblici che privati.
Il conseguimento della Laurea in Tecnologie per la Conservazione e Restauro consente al laureato l’accesso diretto alla Laurea Magistrale in Scienze per la Conservazione e il Restauro o la partecipazione a Master di I livello.

PIANO DI STUDI
Il primo anno è caratterizzato da insegnamenti fondamentali di natura sia scientifica che umanistica utili ad affrontare le discipline più specificatamente applicative che lo studente incontrerà negli anni successivi. Il secondo e terzo anno infatti, prevede discipline scientifiche rivolte allo studio dei beni culturali nella loro costituzione materica, così come l’applicazione di tecniche diagnostiche necessarie ad analizzare e comprendere i fenomeni e le cause di degrado che interessano i beni culturali. Alle lezioni frontali si affiancano un gran numero di esperienze di laboratorio che consentono allo studente di acquisire le conoscenze necessarie allo studio e caratterizzazione dei materiali artistici, archeologici e monumentali.

Nel corso sono inoltre previste materie inerenti lo studio delle tecniche artistiche e storiche-artistiche relative a differenti periodi storici ed aree geografiche.
Il tirocinio formativo, previsto al terzo anno, potrà essere svolto sia presso laboratori di restauro che di diagnostica sia pubblici che privati in funzioni di accordi specifici che vengono formalizzati dalla Presidenza del Corso di Laurea anche su richiesta degli studenti.