Thai Nuad Tao - Il Massaggio Tailandese del Piede

Sirfa- Riflessologìa Facciale Applicata
A Milano

330 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Milano
  • Durata:
    2 Giorni
Descrizione

Obiettivo del corso: Conoscere Thai Nuad Tao - Massaggio Tailandese dei piedi.
Rivolto a: tutti.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Via Volvinio, 22 , 20141, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno.

Programma

La Medicina Tailandese è la figlia di due grandi genitori: la Medicina Ayurvedica dell'India, e la Medicina Classica Cinese. La storia della Medicina Tailandese rimane vaga, ma questo è dovuto al fatto che per millenni, la tradizione medica era tramandata da maestro ad allievo oralmente, e quasi esclusivamente nel contesto monastico.

Una cosa è certa, però, che Jivaka Kumar Bhaccha è considerato il padre-fondatore della tradizione medica siamese, e in modo particolare, del Massaggio Tailandese. Egli fu un amico del Signore Buddha, e fu anche il medico principale del Sangha (comunità) fondato da Lui. Si pensa che il massaggio di Kumar Bhaccha abbia raggiunto il Siam con il Buddismo. È forse per questa associazione che la pratica del massaggio e Kumar Bhaccha sono considerati con lo stesso profondo rispetto con cui sono venerati il Signore Buddha e la pratica del Dharma.

Metta

Fino a poco tempo fa, si praticava il Nuad Boran (il massaggio tailandese) solo nei templi, e solo da monaci buddisti. Nella tradizione buddista theravada, fare un massaggio a qualcuno è visto come una pratica spirituale, in quanto un gesto di Metta, o "gentilezza amorevole". Chi pratica questo massaggio lavora sempre con una concentrazione meditativa. Una preghiera in silenzio aiuta a ricordare il praticante della sua motivazione. Poi lui o lei si concentra, con un sorriso, e si dedica completamente al massaggio. Il primo beneficiario del massaggio è il praticante.

La Struttura del Massaggio

Il massaggio si è sopravissuto fino ad oggi in sostanza nella stessa forma di secoli fa, proprio grazie alla tradizione orale. In parte per rispetto per le sue origini, si pratica il massaggio in esattamente lo stesso ordine, e con esattamente gli stessi movimenti di quando uno lo impara per la prima volta. C'è, però, un'altro motivo. La struttura del massaggio è stata individuata con molta cura ed attenzione agli effetti benefici, e alla sicurezza di chi dà e di riceve il massaggio. In questo senso, il massaggio tailandese è simile allo shiatsu giapponese e i suoi "kata", o sequenze prestabilite. Fa bene pensare della struttura del massaggio come una formula, o come una ricetta, a cui nessun ingrediente deve mancare, ed ogni ingrediente ha il proprio tempo di cottura.

L'unico aspetto del massaggio che si può cambiare è il numero delle ripetizioni dei movimenti, per una questione di tempo disponibile, ad esempio, o perché un movimento fa troppo solletico.

Descrizione del Massaggio

Il massaggio al piede è, come tutto il Massaggio Tailandese: INTENSO! Ma è proprio a causa dell'intensità delle sensazioni che il massaggio risulta, allo stesso tempo, profondamente rilassante. La più leggera pressione dovrebbe essere, al meno, distinta; la più forte dovrebbe portare la persona alla soglia del "dolor buono".

Il massaggio consiste in pressioni con le dita e con un bastoncino, e tecniche di percussione. La manovra principale è la frizione del piede con le nocche della mano tenuta quasi a pugno. Si adopera una crema come lubrificante, e si effettua il massaggio alla gamba tramite un asciugamano nel penultimo tratto della sequenza. Il massaggio non si limita al piede, ma si estende fin sopra il ginocchio, coprendo la pianta ed il dorso del piede, la caviglia, il polpaccio e lo stinco.

Il ricevente del massaggio deve essere in posizione seduta, o, se sdraiato, con la testa alzata il più possibile sopra il livello del petto. Altrimenti, il ricevente può provare un senso di nausea o giramenti di testa verso la fine della seduta.

1° GIORNO

MATTINA

Teoria

1)Il massaggio tailandese del piede.
a)Accenni sulla storia.
b)Accenni sull'energia.
c)La differenza fra il massaggio del piede e la riflessologia.

2)La seduta.
a)Attrezzatura, il bendaggio del piede, preparazione del ricevente e del massaggiatore.
b)Caratteristiche del massaggio.
c)Possibili reazioni della cliente dopo il trattamento.

Pratica

3)Le tecniche del massaggio tailandese.
a)Le tecniche manuali.
b)Le tecniche con il bastoncino.

4)I Sessantanove Movimenti del Massaggi Tailandese per il Piede.
a)Il massaggio del collo, le spalle e le braccia.
b)I Sessanta Movimenti del Massaggio del Piede Tailandese.

POMERIGGIO

I Sessantanove Movimenti - continuazione.


2° GIORNO

MATTINA

1)Ripasso della sequenza trattata il giorno precedente.

2)I Sessanta Movimenti - continuazione.

POMERIGGIO

3)I Sessanta Movimenti - conclusione.

4)Metta

5)Consolidazione della sequenza.

6)Ultime domande

7)Conclusione


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto