Tip-Tap

Artidee Laboratorio della Musica e delle Arti
A Roma

50 
IVA Esente
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Per bambini
  • Roma
  • Durata:
    1 Mese
Descrizione

Obiettivo del corso: Conoscere e ballare la tap-dance americana dalle origini agli sviluppi nel mondo dello spettacolo.
Rivolto a: tutti. Bambini e Adulti. A chi è appassionato degli anni '30, del jazz, del tip-tap.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Andrea del Castagno 196, 00142, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

nessun prerequisito.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Professori

Marco Rea
Marco Rea
Ballerino e Attore

Nato a Roma nel 1974 e cresciuto nella periferia di Roma, comincia nel 1994 un laboratorio di ricerca teatrale sul lavoro dell’attore, lo studio sul metodo Stanislavskij e Grotowski lo porta a comprendere la grande ricerca sull’ uso del corpo e non solo sulla voce. Il suo debutto in teatro con “La Ballata di Roberto Zucco”, regia di Alessandro Mengali è il risultato di un lungo lavoro che lo porta poi a incontrare vari maestri e la nascita di nuovi lavori teatrali: con Anna Mazzamauro, Nicasio A

Programma

Il corso è aperto a tutti, professionisti e non: attori, cantanti, ballerini, musicisti, amatori; bambini ed adulti.

"Un ballerino di tip tap è simile a un batterista scontento, i suoi piedi non sono altro che uno strumento di percussione”, ha detto qualcuno.

E così è nata la tap dance: erano gli anni Trenta, l’epoca d’oro del musical quando Fred Astaire è diventato un mito con il suo tip tap, una parola onomatopeica che riproduce il suono della scarpa battuta sul pavimento. Tutto lì? Niente di più difficile e originale, uno stile che ha fatto epoca, un genere di danza che oggi è la base di tante coreografie teatrali e della commedia musicale.

E pensare che all’inizio erano solo zoccoli di legno: la Giga irlandese o clog dance, era un ballo rumoroso, in cui i piedi che calzavano scarpe con doppia suola di legno davano un ritmo velocissimo. Nell’Ottocento questa danza popolare è stata portata in America a seguito delle prime immigrazioni, ed è oltreoceano che si è poi contaminata con i ritmi neri: è in questo modo che il fulcro si sposta nei piedi ma anche nelle scarpe, rese “sonore” con i rinforzi di metallo su tacco e punta.
Diventato famoso negli anni Quaranta e Cinquanta con i film musicali di Fred Astaire e Ginger Rogers, la tap dance è arrivata anche in Europa, con il nome italianizzato di tip tap.

Oggi il tip tap è tornato in auge anche grazie a tante trasmissioni televisive e spettacoli teatrali.

E per vedere il tip tap si può anche andare a teatro: notevole è la tradizione delle commedie musicali italiane, dove i coreografi hanno sempre inserito sequenze di tap dance.

Senza dimenticare poi i musical di nuova realizzazione che richiedono ai propri protagonisti di saper interpretare questa danza, vorticosa ma anche molto avvolgente, con i suoi cambi di ritmo.
In fondo il ballerino di tip tap è un musicista, fa vedere e sentire il ritmo.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto