Tutor nell'Apprendistato Professionalizzante

Formedil
A Pescara

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello avanzato
  • Pescara
  • 12 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: L'introduzione della figura del tutor aziendale costituisce una delle più interessanti innovazioni della riforma dell'apprendistato, avviata con la legge del 24 giugno 1997 n. 196. Si tratta infatti di una figura centrale nell'apprendistato, perché il tutor aziendale è responsabile del percorso di formazione on the job e del raccordo tra formazione interna ed esterna all'impresa.
Rivolto a: L’azione formativa è rivolta ad occupati giovani ed adulti in possesso dei seguenti requisiti: 1. Titolari delle imprese; 2. Dipendenti delle imprese; 3. Inquadramento contrattuale di livello pari o superiore a quello di destinazione finale dell’apprendista professionalizzante; 4. Esperienza professionalizzante di almeno quattro anni, di cui almeno due nelle Aree di attività dell’apprendista professionalizzante; 5. Titolo di studio di livello almeno pari a quello.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Pescara
Via Prati, 29, 65124, Pescara, Italia
Visualizza mappa

Programma

Tutor nell'apprendistato

Obiettivi :

L'introduzione della figura del tutor aziendale costituisce una delle più interessanti innovazioni della riforma dell'apprendistato, avviata con la legge del 24 giugno 1997 n. 196. Si tratta infatti di una figura centrale nell'apprendistato, perché il tutor aziendale è responsabile del percorso di formazione on the job e del raccordo tra formazione interna ed esterna all'impresa.

Il Decreto Ministeriale dell'8 aprile 1998 prevede che le imprese, contestualmente all'inserimento di un giovane apprendista, individuino un tutor interno per assicurare "il necessario raccordo tra l'apprendimento sul lavoro e la formazione esterna".

Il Decreto Legislativo n. 276/2003 regola il nuovo contratto dell'apprendistato apportando la novità della redazione del percorso formativo, del monitoraggio, della valutazione e della certificazione delle competenze acquisite.

All'interno di questo scenario, il tutor aziendale è uno dei riferimenti operativi fondamentali per dare concreta attuazione a due dei presupposti che sono alla base del rinnovato istituto dell'apprendistato:

la valenza formativa dell'esperienza lavorativa;

la necessità di uno stretto raccordo tra impresa e struttura formativa.

L'importanza attribuita al tutor aziendale è ulteriormente sottolineata dal successivo Decreto Ministeriale del 28 febbraio 2000, che definisce le funzioni e le competenze che dovrebbero caratterizzare questo ruolo.

Nel Decreto viene sottolineata l'importanza di predisporre specifiche iniziative formative rivolte ai tutor aziendali, finalizzate allo sviluppo delle necessarie competenze. In particolare, chi assume il ruolo di tutor è chiamato a partecipare almeno ad una attività formativa di dodici ore, per acquisire gli elementi indispensabili a mettere a fuoco le problematiche che dovrà affrontare e per consentire il raccordo tra percorso di apprendimento interno all'azienda e formazione esterna.

I riferimenti normativi prefigurano un ricco e complesso insieme di funzioni tutoriali, che devono essere svolte all'interno delle imprese:

gestire l'accoglienza e l'inserimento del giovane apprendista;

pianificare ed accompagnare i percorsi di apprendimento e di socializzazione lavorativa, facilitando l'acquisizione delle competenze richieste dall'esercizio dell'attività lavorativa;

gestire le relazioni con le strutture formative esterne, per rendere possibile una positiva integrazione tra la formazione extra aziendale e le esperienze di lavoro realizzate in impresa;

· valutare i progressi e i risultati conseguiti dal giovane apprendista nel corso del suo processo di inserimento e crescita professionale.

Destinatari del Corso :

L’azione formativa è rivolta ad occupati giovani ed adulti in possesso dei seguenti requisiti:

1. Titolari delle imprese;

2. Dipendenti delle imprese;

3. Inquadramento contrattuale di livello pari o superiore a quello di destinazione finale dell’apprendista professionalizzante;

4. Esperienza professionalizzante di almeno quattro anni, di cui almeno due nelle Aree di attività dell’apprendista professionalizzante;

5. Titolo di studio di livello almeno pari a quello posseduto dall’apprendista professionalizzante all’atto dell’assunzione

Articolazione del Corso :

Il corso è articolato in un incontro settimanale della durata di quattro ore con orario dalle dalle ore 14,00 alle 18,00 per complessive tre settimane.

Certificazione e Valutazione Finale :

L'esito positivo della verifica finale di apprendimento unitamente a una presenza pari al 100% dei monte ore, consente il rilascio, al termine dei percorso formativo, dell'attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento.