Uso della Voce

Compagnia Tardito / Rendina
A Torino

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laboratorio
  • Torino
  • 3 ore di lezione
Descrizione


Rivolto a: quanti sono interessati ad un percorso artistico sull'uso della voce.

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Torino
Via Gressoney 29 / b, Torino, Italia
Visualizza mappa

Professori

Chiara Guidi
Chiara Guidi
Laboratorio-Conferenza sull'uso della voce

Chiara Guidi sviluppa una personale ricerca sulla voce come chiave drammaturgica nel dischiudere suono e senso di un testo‚ ma anche come corpo‚ azione‚ disegno‚ nell’ascolto della sua grana ma anche nella costruzione‚ attraverso essa‚ di un tempo e di uno spazio‚ rivolgendo la propria tecnica vocale sia a produzioni per un pubblico adulto‚ sia elaborando una specifica concezione di teatro per l’infanzia. Ha composto‚ in collaborazione con il musicista statunitense Scott Gibbons‚ l’opera di teatro musicale il Madrigale appena narrabile‚ 2007; la performance vocale Augustinian Melody‚ 2007; Flatlandia‚ 2008‚ una lettura drammatica da lei stessa interpretata; Ingiuria‚ una serie di canti imprecatori in collaborazione con i musicisti Blixa Bargeld‚ Alexander Balanescu e Teho Teardo‚ e L’ultima volta che vidi mio padre‚ 2009‚ dramma musicale con immagini animate. Insieme a Enrico Casagrande/Motus e Ermanna Montanari/Teatro delle Albe è inoltre direttrice artistica dell’Associazione Santarcangelo dei Teatri nel progetto Santarcangelo 2009-2011. Assumendo la musica come paradigma‚ come ottica attraverso la quale rivedere il reale e il suo doppio nel luogo dello sguardo‚ a partire dal 2008 dirige Màntica. Esercizi di voce umana‚ un programma di teatro e musica al Teatro Comandini di Cesena.

Programma

Sto raffinando una tecnica vocale basata sull’imitazione di tutto quello che è possibile udire con orecchio umano‚ senza distinzioni.

La vastità enciclopedica di tutti i fenomeni sonori della terra la percepisco e la tratto come un insieme di note e di intervalli di una sinfonia che quotidianamente mi sforzo di ascoltare‚ imitare e trascrivere su una personale partitura musicale‚ con notazioni di nuovo conio‚ utili a fare ordine nella memoria e a essere riprodotte.

La tecnica l’ho chiamata “molecolare”‚ perché soltanto un approccio microscopico consente di delimitare il profilo sonoro degli elementi presi in esame. La piallatura culturale ed emotiva operata su tutte le inflessioni e i significati della voce umana‚ colloca quest’ultima accanto a tutte le frequenze del suono.

Tutte le emissioni sonore dell’universo‚ attive o passive‚ si trovano così sullo stesso piano‚ come materie grezze da osservare freddamente. Il vocabolario si arricchisce di nuove parole e la scala melodica oratoria riproduce voci tratte dalle più piccole particelle sonore della terra.

Qui ha inizio il cammino a ritroso verso la verità della voce umana‚ e verso la potenza classica della parola. Nell’arco di tre ore‚ leggerò un racconto sulla pratica vocale di tipo molecolare; mostrerò le connessioni di tipo sinfonico con alcuni brani musicali; infine proporrò esercizi collettivi per chi voglia provare immediatamente l’orientamento della tecnica che sto raffinando.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto