Master in Drone for enviromental intelligence

Master

A Catania

5001-6000 €

Descrizione

  • Tipologia

    Master

  • Luogo

    Catania

  • Durata

    Flessible

  • Inizio

    Scegli data

Descrizione

Il Master in Tutela dell’ambiente e criminalità ambientale. Metodologie innovative per l’analisi criminale geospaziale e per l’impiego operativo di droni nell’intelligence ambientale costituisce un percorso di alta specializzazione e professionalizzante in grado di mettere in contatto la formazione universitaria con le professionalità che già operano all’interno delle Pubbliche Amministrazioni o realtà aziendali che impiegano le migliori metodologie innovative per l’analisi criminale geospaziale e per le attività operative di droni nell’intelligence ambientale.

Il tema della tutela ambientale è diventato centrale nell’azione di ogni governo occidentale ed è sempre più evidente come la criminalità ambientale abbia assunto una dimensione globale e rappresenti un problema internazionale, grave e crescente, che si presenta sotto molteplici e diverse forme.

Sedi

Luogo

Inizio

Catania
Visualizza mappa

Inizio

Scegli dataIscrizioni aperte

Da tener presente

-Laurea Specialistica, Laurea Magistrale e/o Laurea Vecchio Ordinamento

Domande e risposte

Comunicaci i tuoi dubbi,altri utenti potranno risponderti

Chi vuoi che ti risponda?

Pubblicheremo solo il tuo nome e la domanda

Materie

  • CONTROLLO SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI
  • Controllo del territorio
  • Controllo idrogeologico
  • L’oggetto del controllo
  • ANALISI SPAZIALE DEI DATI
  • Telerilevamento
  • Fondamenti sul GPS
  • TEORIA AEREONAUTICA
  • TECNICA DEI SISTEMI AEREOMOBILI
  • Aereofotogrammetria APPLICATA
  • Socio-spatial INTELLIGENCE
  • Geographic Information Systems
  • Analisi Territoriale

Professori

Team Docente  Link Campus University

Team Docente Link Campus University

Direttore

Programma

UNIT 1 – CONTROLLO SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI:
  • La disciplina generale posta dalla Parte Quarta del D.Lgs. n. 152/06
  • La nozione di “rifiuto” e “non rifiuto” (sottoprodotto e cessazione della qualifica di rifiuto)
  • La classificazione dei rifiuti ed i codici CER
  • Il produttore dei rifiuti: oneri e responsabilità
  • Il deposito temporaneo dei rifiuti
  • Il trasporto dei rifiuti come punto vitale nel sistema della gestione dei rifiuti
  • Il principio base del divieto di abbandono e deposito incontrollato di rifiuti
  • La discarica abusiva
  • Attività di abbruciamento dei rifiuti
  • Le attività di controllo, prevenzione e repressione dei reati in materia di rifiuti
UNIT 2 – IL FENOMENO DEGLI INCENDI BOSCHIVI ATTIVITA’ DI PREVENZIONE E REPRESSIONE
  • Analisi sul fenomeno degli incendi boschivi
  • Analisi criminale georeferita; l’utilizzo dei sistemi GIS open source;
  • L’acceso e la consultazione alle banche dati di riferimento open sorce;
  • Le potenzialità del Sistema informativo della montagna e le interconnessioni alle banche dati del comparto agricolo nazionale;
  • Il Catasto degli incendi Boschivi: RAPF;
  • Inserimento in SIM;
  • Consegna al comune competente;
  • Verifica apposizione vincolo;
  • Controllo aree vincolate;
  • Le iniziative innovative del CFS in tema di contrasto agli Incendi Boschivi;
  • Il Metodo delle Evidenze Fisiche;
  • Metodo delle Evidenze Geometriche;
  • Il supporto fotografico ed i materiali di riferimento nello studio degli incendi boschivi;
  • Le modalità di attivazione delle metodiche di repertazione tecnico scientifica – un tipo di protocollo operativo di repertazione;
  • Le potenzialità delle analisi Biologiche – DNA Un indagine tipo risolta con il DNA Il fida pascolo nella provincia di Latina;
  • I sistemi di radiolocalizzazione per attività di PG.
UNIT 3 – IL FENOMENO DELL’ABUSIVISMO EDILIZIO. ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO, CONTRASTO PREVENTIVO E REPRESSIONE
  • Il controllo del territorio
  • Il controllo idrogeologico
  • L’oggetto del controllo
UNIT 4 – FONDAMENTI DI GEODESIA E CARTOGRAFIA
  • SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI (Geographic Information Systems – GIS)
  • SUPPORTO CARTACEO, SUPPORTO INFORMATIZZATO
  • IL TELERILEVAMENTO
  • GLOBAL NAVIGATION SATELLITE SYSTEM GNSS ( Fondamenti sul GPS)
UNIT 5 – TEORIA AEREONAUTICA E TECNICA DEI SISTEMI AEREOMOBILI A PILOTAGGIO REMOTO NEL CONTRASTO AI CRIMINI AMBIENTALI
  • Normativa aeronautica generale e sui SAPR
  • Doveri e responsabilità del Pilota
  • Registrazioni Macchina e Pilota su Log-book
  • Regole dell’aria
  • Suddivisione degli spazi aerei emissione dei Notams
  • Spazio Aereo Segregato, Notams
  • Meteorologia
  • Aerodinamica
  • Propulsione a combustione interna o elettrica
  • Comunicazioni aeronautiche terra-bordo-terra
  • Introduzione ai SAPR RC
  • Regolamentazione ENAC sui SAPR RC <25Kg
  • La sicurezza aeronautica nei SAPR RC <25Kg
  • Tecnica di pilotaggio dei SAPR RC <25Kg
  • Tutela della sicurezza e salute sul luogo di lavoro
  • Impiego dei sistemi APR nel contrasto dei crimini ambientali
UNIT 6 – AEREOFOTOGRAMMETRIA APPLICATA E RILIEVO DEL TERRITORIO MEDIANTE SAPR

La unit ha come obiettivo l’applicazione pratica dell’impiego dei droni nel settore ambientale ed è svolta in un campo volo idoneo.

UNIT 7 – SOCIO-SPATIAL INTELLIGENCE
  • Geographic Information Systems – GIS
  • Open Source Intelligence – OSINT
  • Social Media e Analisi Territoriale
  • Geospatial Intelligence e Social Media

Chiama il centro

Hai bisogno di un coach per la formazione?

Ti aiuterà a confrontare vari corsi e trovare l'offerta formativa più conveniente.

Master in Drone for enviromental intelligence

5001-6000 €