Link Campus University

Master in Drone for enviromental intelligence

Link Campus University
A Catania

5001-6000 €
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Master
Luogo Catania
Durata Flessible
Inizio Scegli data
  • Master
  • Catania
  • Durata:
    Flessible
  • Inizio:
    Scegli data
Descrizione

Il Master in Tutela dell’ambiente e criminalità ambientale. Metodologie innovative per l’analisi criminale geospaziale e per l’impiego operativo di droni nell’intelligence ambientale costituisce un percorso di alta specializzazione e professionalizzante in grado di mettere in contatto la formazione universitaria con le professionalità che già operano all’interno delle Pubbliche Amministrazioni o realtà aziendali che impiegano le migliori metodologie innovative per l’analisi criminale geospaziale e per le attività operative di droni nell’intelligence ambientale.

Il tema della tutela ambientale è diventato centrale nell’azione di ogni governo occidentale ed è sempre più evidente come la criminalità ambientale abbia assunto una dimensione globale e rappresenti un problema internazionale, grave e crescente, che si presenta sotto molteplici e diverse forme.

Strutture (1)
Dove e quando
Inizio Luogo
Scegli data
Catania
Catania, Italia
Visualizza mappa
Inizio Scegli data
Luogo
Catania
Catania, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

-Laurea Specialistica, Laurea Magistrale e/o Laurea Vecchio Ordinamento

Cosa impari in questo corso?

CONTROLLO SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI
Controllo del territorio
Controllo idrogeologico
L’oggetto del controllo
ANALISI SPAZIALE DEI DATI
Telerilevamento
Fondamenti sul GPS
TEORIA AEREONAUTICA
TECNICA DEI SISTEMI AEREOMOBILI
Aereofotogrammetria APPLICATA
Socio-spatial INTELLIGENCE
Geographic Information Systems
Analisi Territoriale

Professori

Team Docente Link Campus University
Team Docente Link Campus University
Direttore

Programma

UNIT 1 – CONTROLLO SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI:
  • La disciplina generale posta dalla Parte Quarta del D.Lgs. n. 152/06
  • La nozione di “rifiuto” e “non rifiuto” (sottoprodotto e cessazione della qualifica di rifiuto)
  • La classificazione dei rifiuti ed i codici CER
  • Il produttore dei rifiuti: oneri e responsabilità
  • Il deposito temporaneo dei rifiuti
  • Il trasporto dei rifiuti come punto vitale nel sistema della gestione dei rifiuti
  • Il principio base del divieto di abbandono e deposito incontrollato di rifiuti
  • La discarica abusiva
  • Attività di abbruciamento dei rifiuti
  • Le attività di controllo, prevenzione e repressione dei reati in materia di rifiuti
UNIT 2 – IL FENOMENO DEGLI INCENDI BOSCHIVI ATTIVITA’ DI PREVENZIONE E REPRESSIONE
  • Analisi sul fenomeno degli incendi boschivi
  • Analisi criminale georeferita; l’utilizzo dei sistemi GIS open source;
  • L’acceso e la consultazione alle banche dati di riferimento open sorce;
  • Le potenzialità del Sistema informativo della montagna e le interconnessioni alle banche dati del comparto agricolo nazionale;
  • Il Catasto degli incendi Boschivi: RAPF;
  • Inserimento in SIM;
  • Consegna al comune competente;
  • Verifica apposizione vincolo;
  • Controllo aree vincolate;
  • Le iniziative innovative del CFS in tema di contrasto agli Incendi Boschivi;
  • Il Metodo delle Evidenze Fisiche;
  • Metodo delle Evidenze Geometriche;
  • Il supporto fotografico ed i materiali di riferimento nello studio degli incendi boschivi;
  • Le modalità di attivazione delle metodiche di repertazione tecnico scientifica – un tipo di protocollo operativo di repertazione;
  • Le potenzialità delle analisi Biologiche – DNA Un indagine tipo risolta con il DNA Il fida pascolo nella provincia di Latina;
  • I sistemi di radiolocalizzazione per attività di PG.
UNIT 3 – IL FENOMENO DELL’ABUSIVISMO EDILIZIO. ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO, CONTRASTO PREVENTIVO E REPRESSIONE
  • Il controllo del territorio
  • Il controllo idrogeologico
  • L’oggetto del controllo
UNIT 4 – FONDAMENTI DI GEODESIA E CARTOGRAFIA
  • SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI (Geographic Information Systems – GIS)
  • SUPPORTO CARTACEO, SUPPORTO INFORMATIZZATO
  • IL TELERILEVAMENTO
  • GLOBAL NAVIGATION SATELLITE SYSTEM GNSS ( Fondamenti sul GPS)
UNIT 5 – TEORIA AEREONAUTICA E TECNICA DEI SISTEMI AEREOMOBILI A PILOTAGGIO REMOTO NEL CONTRASTO AI CRIMINI AMBIENTALI
  • Normativa aeronautica generale e sui SAPR
  • Doveri e responsabilità del Pilota
  • Registrazioni Macchina e Pilota su Log-book
  • Regole dell’aria
  • Suddivisione degli spazi aerei emissione dei Notams
  • Spazio Aereo Segregato, Notams
  • Meteorologia
  • Aerodinamica
  • Propulsione a combustione interna o elettrica
  • Comunicazioni aeronautiche terra-bordo-terra
  • Introduzione ai SAPR RC
  • Regolamentazione ENAC sui SAPR RC <25Kg
  • La sicurezza aeronautica nei SAPR RC <25Kg
  • Tecnica di pilotaggio dei SAPR RC <25Kg
  • Tutela della sicurezza e salute sul luogo di lavoro
  • Impiego dei sistemi APR nel contrasto dei crimini ambientali
UNIT 6 – AEREOFOTOGRAMMETRIA APPLICATA E RILIEVO DEL TERRITORIO MEDIANTE SAPR

La unit ha come obiettivo l’applicazione pratica dell’impiego dei droni nel settore ambientale ed è svolta in un campo volo idoneo.

UNIT 7 – SOCIO-SPATIAL INTELLIGENCE
  • Geographic Information Systems – GIS
  • Open Source Intelligence – OSINT
  • Social Media e Analisi Territoriale
  • Geospatial Intelligence e Social Media

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto