Master Universitario di II livello in Psicologia Pediatrica A.A.2017/18

Consorzio Universitario Humanitas
A Roma

3.500 
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Master II livello
Luogo Roma
Durata 1 Anno
Inizio 15/01/2018
Crediti 60
stage in azienda
  • Master II livello
  • Roma
  • Durata:
    1 Anno
  • Inizio:
    15/01/2018
  • Crediti: 60
  • stage in azienda
Descrizione

Il Master Universitario di II livello in Psicologia Clinica Pediatrica organizzato si propone di formare Psicologi esperti in Psicologia Pediatrica in grado di attuare valutazioni e supporto psicologico in età evolutiva, capaci di determinare lo sviluppo psicologico e neuropsicologico di base del malato utilizzando test e materiale psicodiagnostico secondo protocolli nazionali e internazionali e di gestire il sistema familiare e sociale dei bambini malati.

Le lezioni si svolgeranno con un numero massimo di 15 alunni per classe e per un totale di 1500 ore, suddivise in: 300 ore di teoria, 300 ore di esercitazioni, 300 ore di tirocinio, 450 ore dedicate ad altre metodologie didattiche e 100 ore di tesi.

Gli alunni saranno in grado di formulare la valutazione diagnostica e il progetto riabilitativo, individuando i bisogni del bambino e della famiglia, sia in Ospedale che nella fase post-dimissione, riabilitativa e nel follow-up. Questo è possibile grazie a un programma formativo specifico che prevede affrontare i principali temi d'interesse nell’ambito della Psicologia dello sviluppo e delle tecniche di valutazione dello sviluppo in età pediatrica, come le principali scale e i test internazionali. L’alunno sarà introdotto alla psicologia clinica in ospedale pediatrico, la prematurità del neonato, i casi d’infanti con patologie onco-ematologiche, neurologiche e altre patologie rare, croniche e cardiopatiche. Si spazierà poi sui fenomeni sociali e le patologie pediatriche, e il ruolo dello psicologo nelle aree critiche.

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
15 gen 2018
Roma
00193, Roma, Italia
Visualizza mappa
Inizio 15 gen 2018
Luogo
Roma
00193, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

OBIETTIVI FORMATIVI Il Master si propone di formare Psicologi esperti in Psicologia Pediatrica in grado di attuare valutazioni e supporto psicologico in età evolutiva secondo un approccio globale ed integrato: Approccio globale che prevede la capacità di valutazione dello sviluppo psicologico, cognitivo, neuropsicologico di base, comportamentale ed adattivo del bambino e dell’adolescente malato, ospedalizzato, disabile, utilizzando test e materiale psicodiagnostico secondo protocolli nazionali ed internazionali Approccio integrato che prevede la capacità di presa in carico totale del bambino e dei genitori, con attenzione al sistema familiare e sociale dei bambini malati ospedalizzati, disabili Ha capacità di operare in ambito multidisciplinare, collaborando con le diverse figure che interagiscono con il bambino malato e la sua famiglia: Pediatri, Chirurghi, Terapisti, Infermieri, Insegnati, Assistenti Sociali. Verranno inoltre fornite competenze di base per quanto riguarda la formulazione di progetti di ricerca, formulazione di protocolli di valutazione, raccolta ed analisi dei dati in ambito sanitario

· Requisiti

Laurea specialistica o magistrale in Psicologia; • Specializzazione in Pediatria • Specializzazione in Psicoterapia

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Psicologia dello sviluppo • Tecniche di valutazione dello sviluppo in età pediatrica, principali scale e test internazionali utilizzati: Bayley, ScaleWechsler, Griffiths, Vineland, Quality of Life, Parenting Stress Index, ecc. • Valutazione psicodiagnostica del bambino e del contesto familiare • Tecniche di supporto psicologico nel contesto sanitario, ambulatoriale e riabilitativo • Tecniche di supporto psicologico, individuale e di gruppo, per bambini ed adolescenti, familiari e operatori sanitari • Tecniche non farmacologiche del dolore: Art Therapy in Ospedale • Elementi di base delle principali patologiemedico-chirurgiche, patologie croniche emalattie rare in età pediatrica, prematurità • Elementi di deontologia professionali, bioetica, medicina legale • La ricerca: come formulare progetti, ricerca fondi, progetti di empowerment psicologico

· e' possibile svolgere il tirocinio presso strutture di altre città?

si. è possibile svolgere il tirocinio preso strutture già convenzionate o da convenzionare. tuttavia è consigliabile svolgere parte del tirocinio presso l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, che dispone di un'equipe già addestrata alle supervisioni con gli allievi.

Opinioni

0.0
Senza valutazione
Valutazione del corso
100%
Lo consiglia
4.3
fantastico
Valutazione del Centro

Opinioni su altri corsi del centro

Master Universitario di II Livello in Psicodiagnostica e Valutazione Psicologica A.A.2017/18

E
Equipe Docenti
5.0 02/06/2014
Il meglio: Il Consorzio Universitario Humanitas è stato fondato dall’Università LUMSA e dal Consorzio Fortune e vanta la collaborazione scientifica con l’Istituto di Psicologia e Psichiatria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, il Dipartimento di Neuroscienze dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Federico II di Napoli e l’IRCCS Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. Consorzio Universitario Humanitas ha come obiettivo quello di realizzare una sinergia tra saperi accademici e competenze professionali attraverso la progettazione, implementazione e realizzazione di attività di ricerca scientifica, alta formazione e interventi e attività operative negli ambiti disciplinari della psicologia, neuropsicologia, psichiatria, psicoterapia e scienze psicopedagogiche e sociali. Per una formazione di qualità e di gran riconoscimento, affidati a Consorzio Universitario Humanitas!
Da migliorare: .
Consiglieresti questo corso?:

Opinione sul Centro

F
Filippo Nassi
3.5 01/02/2016
Il meglio: Il master é in grado di fornire materiali e strumenti di grande utilità e di quasi immediata spendibilità. Si concentra fruttuosamente sull'acquisizione di strumenti per i quali un semplice corso di formazione é assolutamente insufficiente (ad es. Rorscach comprehensive system). La presenza di esercitazioni frequenti, projectwork e ottime possibilità di tirocinio permette, nell'arco di un anno, un sostanziale sviluppo delle capacità professionali richieste a uno psicodiagnosta. A patto, ovviamente, di darsi da fare.
Da migliorare: L'eccessivo ampliamento dell'offerta formativa fa sí che l'infarinatura su alcuni argomenti secondari vada a scapito di un adeguato approfondimento di temi e strumenti più complessi. La presenza di troppi allievi rischia di rallentare l'andamento complessivo della classe.
Consiglieresti questo centro?:

Cosa impari in questo corso?

Valutazione disordini
Psicologia clinica
Trattamento disordini
Metodologia di intervento
Strumenti di supporto
Strumenti di valutazione (es. scale griffiths
Parenting stress index) e questionari per i genitori
Supporto e follow-up bambino e genitor
Interventi psicologici per favorire la compliance al trattamento
Tecniche di valutazione dello sviluppo in età pediatrica
Principali scale e test internazionali utilizzate
Griffiths
Vineland
Qualità of life
Parenting stress index
Tecniche di supporto psicologico nel contesto sanitario
Tecniche non farmacologiche del dolore;
Elementi di deontologia professionali
Bioetica
Medicina legale

Professori

Simonetta Gentile
Simonetta Gentile
professoressa

Programma

PROGRAMMA

1°Modulo: Introduzione alla Psicologia Clinica in Ospedale Pediatrico

  • Elementi base, contestualizzazione dell’intervento e metodologia
  • Lo sviluppo psicologico del bambino sano e del bambino malato, il rischio psicopatologico
  • Effetti della malattia e dell’ospedalizzazione sul bambino e sulla famiglia
  • Intervento dello psicologo: Comunicazione della diagnosi, elaborazione e supporto nel follow up
  • La Comunicazione in Ospedale: Paziente -famiglia- staff

2°Modulo: Psicologia Clinica in Ospedale Pediatrico: Metodologia di intervento

  • Il Lavoro in equipe, peculiarità e criticità nell’approccio al bambino malato- ospedalizzato- disabile ed alla sua famiglia
  • Strumenti di Valutazione: osservazione del bambino, colloquio clinico con il bambino e l’adolescente, colloquio con i genitori.
  • Principali strumenti di valutazione: questionari, test di sviluppo, test neuropsicologici, test proiettivi e dello sviluppo adattivo
  • Strumenti di supporto: intervento individuale, di gruppo, il gruppo psicoeducativo, il focus group, il follow up terapeutico.
  • Il dolore nel bambino, linee guida, Tecniche non farmacologiche del dolore

3°Modulo: il Neonato Prematuro

  • Implicazioni psicologiche e modalità di intervento nella prematurità, nei neonati a rischio di vita, nelle patologie malformative neonatali.
  • Ruolo dello Psicologo e modalità di intervento nella Terapia Intensiva Neonatale ed in reparto di Chirurgia Neonatale
  • Dalla Diagnosi prenatale al follow up: supporto alla genitorialità e presa in carico di bambini e genitori, supporto individuale ed in gruppo
  • Strumenti di valutazione (es. Scale Griffiths, Bayley, Parenting Stress Index) e questionari per i genitori.
  • Attività di ricerca

4°Modulo: il bambino con Patologia OncoEmatologica

  • Implicazioni Psicologiche in Oncoematologia Pediatrica.
  • Il bambino affetto da tumore con diversa localizzazione, da tumore del sistema Nervoso centrale, da Leucemia.
  • La Classificazione della Disabilità (ICF-CY) e della Qualità di vita.
  • Lo Psicologo nell’equipe di Assistenza Domiciliare
  • Accompagnamento in fase terminale, procedure e supporto al bambino-adolescente ed ai familiari
  • Elaborazione del lutto

5°Modulo: il bambino con Patologia Neurologica

  • Implicazioni Psicologiche nelle Malattie Neurologiche: Epilessia, Malformazioni cerebrali, le Paralisi Cerebrali Infantile, Cerebropatie e Sindromi Epilettogene.
  • Il ruolo dello Psicologo: dalla Diagnosi al progetto riabilitativo e follow up.
  • Il Trattamento Neurochirurgico delle Epilessie, la valutazione psicologia e neuropsicologica del bambino, pre e post chiurgica e il supporto alla famiglia e follow up
  • Strumenti di valutazione: test usati nei protocolli internazionali (Scale Griffiths, Wechsler, Vineland, Valutazione delle funzioni, Scale Vineland, Quality of life)
  • Intervento in Neuroriabilitazione: valutazione e supporto nei bambini con Trauma Cranico e trauma spinale.
  • Le Cefalee in età pediatrica, valutazione psicodiagnostica integrata, interventi psicoterapeutici.
  • Attività di Ricerca: studi multicentrici in corso

6°Modulo: Le malattie Genetiche e Rare

  • Implicazioni Psicologiche nelle Malattie Genetiche e rare: la Diagnosi e la sua elaborazione nel tempo.
  • Ruolo dello psicologo nel Gruppo di lavoro multidisciplinare.
  • Aspetti psicologici nelle patologie Metaboliche, intervento di valutazione psicologica e di sviluppo (Test utilizzati nei trail clinici multicentrici ed internazionali)
  • Supporto e Follow up bambino e genitori
  • Sindromi Genetiche e Fenotipi specicifi, valutazione e modalità di intervento nei pazienti Prader Willi, Sindrome di William. S.Del cr.22, l’Epidemiolisi bollosa ecc.

7° Modulo: Le patologie “di confine” e le Malattie Croniche

  • Asma, Patologie Dermatologiche e Gastroenterologiche: aspetti psicologici
  • Diabete, Fibrosi cistica e malattie Reumatologiche: ruolo dello psicologo nella valutazione e nel supporto a pazienti e genitori.
  • Interventi psicologici per favorire la Compliance al trattamento
  • Attività dello Psicologo nel gruppo multidisciplinare e supporto agli operatori

8°Modulo: Il bambino Cardiopatico e il Bambini candidati a Trapianto

  • Aspetti psicologici nelle cardiopatie congenite ed acquisite
  • Valutazione del paziente (strumenti utilizzati) e supporto ai genitori
  • Il lavoro in Equipe ed il follow up: dalla Diagnosi al Trapianto
  • Il paziente sincopale, valutazione, modalità di intervento psicoterapico
  • Implicazioni psicologiche nel paziente Nefropatico, intervento nel paziente in Dialisi, candidato a trapianto Renale. Il trapianto di fegato.
  • Aspetti psicologi ed etici nel trapianto da donatore vivente

9°Modulo: Lo Psicologo nelle Aree Critiche

  • Intervento dello Psicologo nel D.E.A. (Dipartimento Emergenza Accettazione) –
  • Aspetti psicologici e supporto bambino genitore nelle Terapie Intensive
  • Supporto agli Operatori a Rischio burn out
  • Dichiarazione di morte, donazione di organi, aspetti medico legali.
  • Aspetti deontologici ed etici nella pratica clinica

10° Modulo: Fenomeni sociali e Patologie Pediatriche:

  • Attività dello psicologo nella valutazione, prevenzione e supporto a
  • Bambini con Immunodeficienza Congenita ed acquisita (HIV-AIDS)
  • Bambini migranti malati
  • Bambini vittime di Maltrattamento ed Abuso
  • I Disturbi Alimentari precoci
  • L’Obesità infantile

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto