Reti e internet

Università Telematica Guglielmo Marconi
Online

Chiedi il prezzo
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso
Metodologia Online
Inizio Scegli data
  • Corso
  • Online
  • Inizio:
    Scegli data
Descrizione

L’Università degli Studi Guglielmo Marconi, è la prima Università “aperta” (Open University), riconosciuta dal MIUR con D.M. 1 marzo 2004, che unisce metodologie di formazione “a distanza” (materiale a stampa, dispense, Cd Rom, piattaforma e-learning) con le attività di formazione frontale (lezioni, seminari, laboratori, sessioni di ripasso e approfondimento) al fine di raggiungere i migliori risultati di apprendimento per lo studente.

Sedi
Dove e quando
Inizio Luogo
Scegli data
Online
Inizio Scegli data
Luogo
Online

Opinioni

0.0
Senza valutazione
Valutazione del corso
100%
Lo consiglia
4.8
eccellente
Valutazione del Centro

Opinioni su altri corsi del centro

Master in Risk Management (2° livello)

S
S. I. Opinione verificata
5.0 01/10/2017
Il meglio: Docenti preparati e disponibili. lezioni chiare. la comodità di poterlo seguire comodamente da casa.
Da migliorare: Non ho nulla da aggiungere al momento.
Consiglieresti questo corso?:

Opinione sul Centro

F
Filiberto Maria Rispoli Opinione verificata
5.0 01/06/2017
Il meglio: Master in medicina Internazionale Docenti eccellenti.
Da migliorare: Tutto ottimo, nulla da dire.
Consiglieresti questo centro?:

L-19 Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione

G
G. C. Opinione verificata
4.0 01/09/2016
Il meglio: Le strutture sono ottime, i docenti preparati e disponibili.
Da migliorare: Lontano da casa mia anche se organizzandosi con i mezzi di trasporto si arriva comodamente.
Consiglieresti questo corso?:

Opinione sul Centro

G
Grazia Muscogiuri
5.0 01/09/2015
Il meglio: L'organizzazione, la piattaforma e-learning, la presenza e la disponibilità di un tutor per ogni disciplina
Da migliorare: La ripetitività di alcune tematiche:non sempre questo puo' essere indice di qualità
Consiglieresti questo centro?:

Corso di Perfezionamento in Diritto del Lavoro

V
Vincenzo Palumbieri Opinione verificata
5.0 01/04/2014
Il meglio: Corso ben strutturato e molti professori disponibili.
Da migliorare: Docenti assenti nelle risposte.
Consiglieresti questo corso?:

Cosa impari in questo corso?

Protocollo
Wireless
Tecnico
LAN
Reti

Programma

Programma del Corso

DISCIPLINA

Reti e internet

DOCENTE

Romeo Giuliano

CODICE DISCIPLINA: INF03001

SSD: ING-INF/03

CREDITI: 12

OBIETTIVI E FINALITÀ DELL’INSEGNAMENTO

Introdurre le reti di calcolatori e in generale di reti di telecomunicazioni. Fornire i principi della trasmissione dati su mezzi con guida e wireless. Descrivere gli strati protocollari di un sistema di comunicazione. Descrivere le caratteristiche dei principali sistemi in uso in area geografica (rete telefonica, sistemi cellulari), in area metropolitana (WiMAX) e locale (Ethernet, Wi-Fi) in termini di protocolli e architetture. Descrivere il funzionamento, i protocolli e le applicazioni di Internet.

PROGRAMMA DEL CORSO

  1. SCENARIO DI RIFERIMENTO E DEFINIZIONI
    • DEFINIZIONI DI RETE, APPLICAZIONI DELLE RETI DI CALCOLATORI, INFRASTRUTTURE DI RETE, ARCHITETTURE DI PROTOCOLLI, MODELLI
  1. MODELLO OSI
    • STRATO FISICO: Mezzi di Trasmissione, Multiplazione, commutazione
    • STRATO DI COLLEGAMENTO: funzioni data link, framing, controllo d’errore, protocolli semplici data link, protocolli sliding window, esempi di protocolli data link (HDLC, PPP)
    • STRATO DI RETE: progettazione dello strato di rete, algoritmi di routing (percorso più breve, flooding, vettore delle distanze, stato dei collegamenti, gerarchico, per host mobili, nelle reti ad hoc – algoritmo AODV), controllo della congestione e criteri per prevenirla, qualità di servizio (buffering, modellazione del traffico, prenotazione delle risorse), internetworking e gestione dei collegamenti in una inter-rete (tunneling, routing interni ed esterni, frammentazione)
    • STRATO DI TRASPORTO: Il servizio di trasporto, elementi del protocollo di trasporto (indirizzamento, stabilire e rilasciare una connessione, controllo di flusso e buffering, multiplazione), esempio di un semplice protocollo di trasporto (primitive di servizio, entità di trasporto), problemi di prestazioni nelle reti di computer, misurazioni delle prestazioni di rete, progettazione del sistema per aumentare le prestazioni, problemi e nuovi protocolli per le reti gigabit
  1. Le RETI in AREA GEOGRAFICA, LOCALE e METROPOLITANA,
    • WAM: Rete telefonica pubblica commutata, gerarchia di multiplazione sincrona (SDH), Asynchronous Transfer Mode (ATM), sistema telefonico radiomobile, televisione via cavo
    • STRATO MAC: tecniche di assegnazione del canale, protocolli di accesso multiplo (ALOHA, CSMA, senza collisione, a contesa limitata, per sistemi wireless, con collision avoidance)
    • LOCAL AREA NETWORK: Architettura, topologie, protocolli LAN (IEEE 802.4, IEEE 802.5), Ethernet (IEEE 802.3), Logical Link Control, interconnessione di LAN
    • WLAN, MAN, PAN: Wireless LAN – IEEE 802.11 (caratteristiche generali, pila protocollare, strato fisico, MAC, struttura trama e servizi), WiMAX – IEEE802.16 (wireless a larga banda, pila protocollare, stato fisico, topologia standard 802.16d/e, trama, qualità e classi di servizio), Bluetooth (caratteristiche, applicazioni, architettura, pila protocollare, strati radio, base band, L2CAP e superiori, gestione della piconet, trama e evoluzioni future)
  1. INTERNET
    • INTRODUZIONE A INTERNET: Le origini e la sua evoluzione (ARPANET, NSFNET), struttura di base, architettura protocollare
    • PROTOCOLLO IP: Formato dell’unità di dati, modalità di segmentazione e di aggregazione, indirizzamento, protocolli di controllo di Internet (ICMP, ARP, DHCP), instradamento (tabelle di instradamento, IGP, EGP), schemi di indirizzamento alternativi alla modalità classfull (maschere di sottorete, CIDR, NAT)
    • PROTOCOLLI DI STRATO 4: UDP (introduzione, formato dati e protocollo RTP), TCP (introduzione, indirizzamento, intestazione del segmento, instaurazione e rilascio della connessione), controllo e recupero di errore, controllo di flusso, controllo della congestione in TCP (slow start, congestion avoidance, fast retransmit, fast recovery), ottimizzazioni al TCP (Selective Acknowledgement Options, sindrome della silly window, TCP nel wireless, TCP transazionale, TCP per reti con alto prodotto banda-ritardo, elaborazione rapida delle TPDU)
    • EVOLUZIONE DI INTERNET: Soluzioni per migliorare la portata (Router veloci o Gigabit router, commutatori multi-strato e MPLS), soluzioni per migliorare la qualità di servizio (Integrated Services (IntServ), Resource reSerVation Protocol (RSVP) e Differentiated Services (DiffServ)), IPv6 (caratteristiche, header IPv6 e extension header), Mobile IP (definizione di mobilità, caratteristiche, protocollo mobile IP)
    • APPLICAZIONI DI INTERNET: DNS (spazio dei nomi DNS, record delle risorse, server dei nomi), SMTP (architettura, agente d’utente, formati dei messaggi (RFC802 e MIME), trasferimento dei messaggi, consegna finale (POP3, IMAP)), WWW (ULR, HTML, HTTP), SNMP (introduzione al modello gestore-agente, Structure of Management Information SMI, Management Information Base MIB, protocollo di comunicazione SNMP)

LIBRI DI TESTO

A. S. Tanenbaum, “Reti di calcolatori”, Ed. Pearson Education Italia, 4° ed., 2003.

Materiale di supporto (consigliato)

  1. A. Mariconda, R. C. Misul, F. Parente, R. Pietroiusti, “La nuova gerarchia di multiplazione sincrona (SDH)”, Notiziario Tecnico SIP, n.1, luglio 1992.
  2. M. Carbonelli, D. De Seta, D. Perucchini, “La sincronizzazione nelle reti numeriche di trasporto”, Notiziario Tecnico SIP – Anno 2, n. 2, Agosto 1993.
  3. C Bettstetter, HJ Vögel, J Eberspächer, “Gsm Phase 2+ General Packet Radio Service GPRS: Architecture, Protocols, and Air Interface”, IEEE Communications Surveys 3rd Quarter 1999, vol. 2 no. 3.
  4. F. Mazzenga, A. Napolitano, P. Porzio Giusto, F. Vatalaro, “Lo standard UMTS per le comunicazioni cellulari di terza generazione”, Notiziario Tecnico TELECOM ITALIA – Anno 9, n. 2, Ottobre 2000.
  5. S. Parkvall, E. Englund, M. Lundevall, J. Torsner, “Evolving 3G Mobile Systems: Broadband and Broadcast Services in WCDMA”, IEEE Communications Magazine, February 2006, p. 68 – 74.

MODALITÀ DELL’ESAME FINALE

Prova scritta e/o orale


RICEVIMENTO STUDENTI

Previo appuntamento, da concordare con il docente ()



Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto