Teatro e Drammaterapia sulla Fiaba

Associazione Culturale Oasi
A Torino

270 
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Laboratorio
Luogo Torino
Ore di lezione 32h
  • Laboratorio
  • Torino
  • 32h
Descrizione


Rivolto a: Per tutti, ma in particolare insegnanti, educatori, operatori del sociale.

Informazioni importanti

Documenti

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Torino
Via Pinelli 23, 10100, Torino, Italia
Visualizza mappa
Inizio Consultare
Luogo
Torino
Via Pinelli 23, 10100, Torino, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

0.0
Senza valutazione
Valutazione del corso
100%
Lo consiglia
5.0
eccellente
Valutazione del Centro

Opinioni su altri corsi del centro

Vedere Bene senza Occhiali

F
franca groppo
5.0 22/12/2010
Il meglio: Il corso mi è piaciuto molto perchè farà parte del mio percorso di crescita personale. L'ho trovato importante anche per la rispondenza, la disponiobilità e la generosità dell'insegnante (Silvia Bodda) che è riuscita a far collegare la vista e l'utilizzo degli occhi con tutto il corpo e la mente dell'allievo. E' stata generosa e ci ha dato strumenti per continuare il percorso. Sto continuando ad utilizzare ciò che mi ha insegnato. Ottima la relazione qualità-prezzo.
Consiglieresti questo corso?:

Costellazioni Famigliari - Metodo Bert Hellinger

C
costanza bellugi
5.0 21/12/2010
Il meglio: E' stata la mia prima esperienza di costellazione familiare, perciò non ho un termine di confronto, ma posso affermare che la giornata in cui si è svolto il corso è stata indimenticabile; il contatto umano con gli altri partecipanti è stato intenso e spoglio di giudizio, il lavoro è stato decisamente terapeutico e mi ha insegnato molto, la facilitatrice mi è sembrata preparatissima e la solidarietà che si è instaurata con i componenti del gruppo (specialmente con le donne) mi ha commosso. Spero di poter partecipare al prossimo corso, che se ricordo bene dovrebbe svolgersi a febbraio. Per quanto riguarda la relazione qualità-prezzo mi è sembrata appropriata, soprattutto considerando la professionalità di Stefania Prafulla.
Consiglieresti questo corso?:

Costellazioni Famigliari - Metodo Bert Hellinger

C
costanza bellugi
0.0 21/12/2009
Il meglio: Raccomando il corso a tutti, perchè rappresenta un'occasione per avvicinarsi all'altro e quindi a se stessi: durante il corso si ha la forte sensazione che il lavoro su qualcuno diventa un lavoro su te stesso, inoltre condividere i propri problemi serve a ridimensionarli. Il fatto che non gravi alcun giudizio o pregiudizio tra i componenti del gruppo aiuta a sentire forte il contatto umano e il senso di rispetto che si crea per i problemi condivisi è un arricchimento che ti fa sentire protetto. Il livello del corso l'ho trovato alto, anche il livello umano e della sensibilità di chi ha guidato il gruppo in questo lavoro. Ho imparato molto. Sarà utile per me sia professionalmente che umanamente, perchè mi ha dato una misura per avvicinarmi al dolore degli altri.
Ho avuto un unico contatto con il centro, in occasione della costellazione familiare del 6 dicembre, perciò non posso dire molto, se non che l'ambiente era confortevole e caldo e le persone che ho incontrato molto gentili. Non ho chiesto contatti di lavoro perchè non era quello che cercavo, e non so dire se la facilitatrice del gruppo sia un'insegnante del centro o un'esterna. Ma mi ha dato un'ottima impressione, di persona preparata e professionale.
Da migliorare: E' stata un'esperienza molto intensa e forte, che forse è durata poco. Avrei avuto piacere di continuare il lavoro anche il giorno successivo.
Consiglieresti questo corso?:

Cosa impari in questo corso?

Teatro
Raccontare fiabe
Esplorare l'inconscio

Professori

Silvia Iannazzo
Silvia Iannazzo
Docente conduttore.

Attrice, narratrice e drammaterapeuta, diplomata nel ’93 alla scuola del Teatro Stabile Torino diretta da L. Ronconi. Formatasi con i più importanti maestri del teatro (Mnouchkine, Grotowsky, Vassiliev, Nekrosius, Stein, Lassalle), ha allestito spettacoli in proprio e recitato col Teatro Stabile Torino, Teatro di Roma e Teatro Settimo. Da anni, svolge attività didattiche in ambito teatrale, sulla comunicazione espressiva e sullo storytelling con training decennale presso Fay Prendergast.

Programma

CAMMINA CAMMINA
Laboratorio di teatro e
drammaterapia sulla fiaba
Ideato e condotto da Silvia Iannazzo
32 ore totali, divise in 16 lezioni di 2 ore,
il lunedì, h. 20.30 - 22.30, dal 4 febbraio al 27 maggio '13

C’era una volta un’attrice, che un giorno s’imbatté in un libro che le cambiò la vita: "Donne che
corrono coi lupi" di Clarissa Pinkola Estès. E subito pensò: ‘’Voglio essere come lei, voglio fare
quello che fa lei. Cercare nelle storie la medicina per l’anima, ritrovare nelle antiche storie i passi
per camminare la storia più importante: la mia’’.
C’era una volta un’attrice che un giorno incontrò una strana donna inglese, che era storyteller e
drammaterapeuta (e molte altre cose): Fay Prendergast. E con lei imparò a raccontare le storie, le
fiabe in particolare. A raccontarle agli altri, a raccontarle in tutte le occasioni: dal palcoscenico ai
boschi d’estate, dalla scuola alla strada, dal supermercato alla chiesa.
E si accorse di qualcosa che sapeva già: raccontare non è semplicemente portare alla conoscenza,
ma portare alla luce. Raccontare non è solo disegnare paesaggi immaginari, ma prendere per mano
e accompagnare in viaggi veri. Che non solo i bambini hanno fame di storie: anche i grandi e i
grandissimi (anche se a volte non sanno di averla).
Perché raccontare oggi? Perché le antiche storie chiamano per essere raccontate. Hanno ancora
molto da dirci e da darci. Perché nuove storie bussano alla porta per essere conosciute, e spesso
hanno la stessa forma delle antiche. Perché tutte le storie condividono lo stesso scheletro
elementare, rivestite da carne, pelle e vestiti differenti. Sotto ogni storia si nascondono
informazioni essenziali per comprendere e vivere bene La Storia, la nostra. La vita.
Silvia Iannazzo

Che cos’è la drammaterapia? E’ quell’arteterapia che usa il teatro e le sue tecniche per
promuovere il benessere e la creatività delle persone. Niente di “drammatico” quindi, anzi
un percorso spesso divertente. Ci piace considerarlo un viaggio. Tra le fiabe.
La fiaba è un mondo da esplorare, in cui trovare tesori e lasciare tracce. Dove ci sono
pericoli ma si imparano le cose. La fiaba, con la sua ricchezza di simboli, è la mappa
ideale per un viaggio che stimola il nostro percorso di crescita.
In questo laboratorio si partirà dalla suggestione di una fiaba per addentrarci, grazie agli
strumenti dell’arte teatrale, nel bosco (a volte intricato, altre lussureggiante, o spoglio)
delle nostre relazioni. Partiremo verso i simboli potenti delle fiabe, sedimentati in secoli di
narrazione orale, per scoprire cosa fanno risuonare nei nostri territori interiori. Ma
soprattutto ci divertiremo a giocare col teatro per conoscere meglio noi stessi e per,
magari, imparare a muoverci meglio nel viaggio che tutti percorriamo, la vita.


Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto