Pontificio Ateneo S. Anselmo

Pontificio Ateneo S. Anselmo

Descrizione

In quanto organizzato da un Pontificio Istituto Liturgico, il Corso di “Architettura e arti per la liturgia” non può e non vuole rifinire la preparazione architettonica o artistica, di per sé considerata previa e necessaria, ma si pone l’obiettivo di fornire ai progettisti una puntuale qualificazione in ambito liturgico, al servizio del quale l’architettura e le arti pongono la loro strumentazione. Pertanto, è riservato:
-ai laureati in Architettura;
-ai diplomati delle Accademie di Belle Arti;
-ai laureati in Ingegneria Civile;
-ai laureandi di ciascun centro superiore di studi;
-ai religiosi e laici che ricoprono (o intendono ricoprire) incarichi istituzionali di consulenza e committenza per la progettazione di chiese.

Vuoi parlare del corso con un consulente?

Corsi consigliati

Architettura e Arti per la Liturgia Pontificio Ateneo S. Anselmo

...Le lezioni si svolgono presso il Pontificio Ateneo “S. Anselmo”, piazza Cavalieri di Malta n. 5, Roma, al giovedì con orario 15,00 – 18,15. Oltre che all’intero biennio... Impara:: Architettura di interni...

  • Corso
  • Roma
  • 2 Anni
Aggiungi al comparatore
Leggi tutto

2.100 
IVA inc.

Storia

Il Collegio di Sant’Anselmo in Roma, eretto per la prima volta da Papa Innocenzo XI con la Costituzione Apostolica Inscrutabili del 22 marzo 1687, distrutto invece dall’ingiuria del tempo nell’anno 1837, fu restaurato da Papa Leone XIII il 4 gennaio 1887 e cominciò ad avere maggiore incremento quando fissò la sua dimora il primo novembre dell’anno 1896 negli edifici dell’A-ventino, eretti grazie alla munificenza dello stesso Sommo Pontefice. In quel tempo anche i primi alunni esterni furono ammessi a frequentare le lezioni nel Collegio e poco dopo furono istituite tre facoltà: filoso¬fica, teologica e giuridica. La facoltà di diritto canonico fu poi sospesa dall’anno 1928.
Papa Pio X, con Motu proprio, del 24 giugno 1914, confermò e fis¬sò il diritto di conferire il dottorato e i gradi accademici, già conces¬so con sentenza orale da Papa Leone XIII.
Nell’anno 1933, il giorno 15 gennaio, Papa Pio XI pregiò l’Isti¬tuto Accademico di Sant’Anselmo con il titolo di “Pontificio”.
In seguito la Sacra Congregazione il giorno 21 marzo 1952 approvò l’Istituto Monastico pertinente alla Facoltà di Teologia, che ora ha cura innanzitutto della specializzazione monastica del secondo ciclo della Facoltà di Teologia.
Infine, presso il Pontificio Ateneo Anselmiano, fu eretto il Pon¬tificio Istituto Liturgico, con decreto della S. Congregazione per i Seminari e le Università degli Studi promulgato il 17 giugno 1961 “affinché più convenientemente con metodo scientifico fossero istruiti sia i maestri delle discipline liturgiche sia i Direttori delle Commissioni Liturgiche delle singole diocesi” e, nello stesso anno, il giorno 17 giugno, furono appro¬vati gli Statuti del Pontificio Istituto Liturgico.
Con un decreto promulgato il 23 agosto 1978, la S. Congregazione per l’Educazione Cattolica riconobbe il Pontificio Istituto Liturgico come Facoltà di Sacra Li¬turgia.
I nuovi Statuti dell’Ateneo furono redatti dapprima, secondo l’I¬struzione “alcune norme” nell’anno 1970, e approvati per un tempo determinato, in via sperimentale, dalla S. Congregazione per l’Edu¬cazione Cattolica il 14 maggio dell’anno 1973. Promulgata nell’an¬no 1979 la Costituzione Apostolica Sapientia Christiana, gli Statuti furono di nuovo recensiti ed approvati in via sperimentale per un triennio il 2 aprile 1982, dalla stessa S. Congregazione.

I vantaggi di studiare qui

Altissima specializzazione

Argomenti in cui è specializzato

Liturgia, Teologia e Filosofia.