Corso 818/84 (Specializzazione Antincendio)

C.D.P. School
A Frattamaggiore

1.200 
IVA inc.
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Frattamaggiore
  • 120 ore di lezione
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Emagister.it presenta il corso 818/84 (Specializzazione Antincendio) del centro C.D.P. School di Frattamaggiore, rivolto a tutti i liberi professionisti che desiderano iscriversi negli elenchi del ministero del lavoro di cui all'art 1 del decreto 818/84 ed abbiano conseguito il Diploma di scuola media superiore.

Il corso della durata di 120 ore complessive, ha come obiettivo il conseguimento dell’abilitazione alla stesura di perizie tecniche riguardanti la prevenzione di incendi. I corsi da poter svolgere sono di differenti livello di rischio, Antincendio rischio basso, medio ed alto.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
Da definire
Frattamaggiore
PIAZZA RISORGIMENTO N.12, 80027, Napoli, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Diploma di scuola media superiore.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Rischi sul lavoro
Prevenzione incendi
Prevenzione rischi
Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro
Manutenzione estintori e impianti antincendio
Organizzazione del lavoro
Psicologia del lavoro
Procedura di evacuazione
Ambiente e Sicurezza
Sicurezza e ambiente
Gestione delle emergenze
Antincendio

Programma

Introduzione alla prevenzione incendiCriteri generali alla luce delle vigenti norme

  • Analisi delle condizioni di rischio ai fini antincendio
  • Prevenzione incendi primaria e secondaria
  • Misure di prevenzione incendi per la limitazione delle probabilità dell'insorgenza dell'incendio
  • Misure di protezione incendi attiva e passiva per la limitazione delle conseguenze di incendi

    La normativa di riferimento

    Dalla Legge 27/12/1941 n. 1570 al D. Lgs. 8/3/2006, n. 139

    (D.M. 30/11/1983) e segnaletica di sicurezza (D.Lgs. 14/08/96 n° 493)

    Legge 7/12/1984 n° 818 e decreti applicativi (DD.MM. 8/3/85, 25/3/85, 26/3/85,3/5/86, 29/12/2005)

    Fisica e chimica dell’incendi

    infiammabilità, temperatura di accensione

    Tecnologie dei materiali e delle strutture (protezione passiva)

    Resistenza al fuoco delle strutture:Esplosione di vapori, gas e polveriL'incendio, fattori da cui dipende, sviluppo, propagazione ed effettiPoteri calorifici, limiti di infiammabilità ed esplosivitàEnergia di attivazione, prodotti della combustioneAria necessaria alla combustione, temperatura di ignizione, punto diGeneralità sulla combustione, sostanze combustibili, solide, liquide e gassoseTermini definizioni generali e simboli grafici di prevenzione incendi

- Carico di incendio

- Stabilità, tenuta ed isolamento

- L'incendio reale e l'incendio convenzionale

- La curva temperatura-tempo

Resistenza al fuoco delle strutture:

- Il D.M. 16/2/2007

- Il D.M. 9/3/2007

- Le norme UNI

Reazione al fuoco dei materiali:

- D.M. 26/6/1984 - classi dei materiali e metodi di prova

- D.M. 10/3/2005 - DD.MM. 15/3/2005 e 25/10/2007 - nuove disposizioni per

la classificazione dei materiali secondo la normativa europee

Normativa di pubblica sicurezza in materia di prevenzione incendi

prevenzione incendi, compiti di polizia amministrativa e giudiziaria dei VV.F

(D.P.R. 547/55 – D.Lgs. 626/94 – D. Lgs. 758/94)

Tecnologie dei sistemi e degli impianti (protezione attiva)

impianti idrici antincendio

I prodotti della prevenzione incendi:Squadre antincendio aziendali e piani di emergenzaGestione della sicurezza in genereApparecchiature elettriche di manovra e protezioneImpianti di protezione contro le scariche atmosfericheImpianti di messa a terraImpianti elettrici in luoghi con pericolo di esplosioneImpianti fissi di estinzione automatica dell'incendio ed allarmeEstintori di incendioMezzi di estinzione fissi: criteri di progettazione, installazione e di esercizio degliSostanze estinguentiImpianti per lo scarico dei fumi e del caloreSistemi di rilevazione automatica dell'incendio ed allarmeSistemi di vie di uscitaDistanze di sicurezzaCompartimentazioneNuove procedure di prevenzione incendi (D.P.R. 12/01/98, n° 37 e D.M. 04/05/98)Sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro (D.lgs. 626/94 e D.M. 10 marzo1998)Responsabilità dei professionisti e relative sanzioni penaliPrincipali elementi di leggi e di norme di pubblica sicurezza in materia di

- Certificazione

- Omologazione

- Marcatura C

La prevenzione antincendio in vari contesti

Rischi specifici

Attività a rischio di incidente rilevante:Depositi di G.P.L.Depositi di oli mineraliStabilimenti e piccole aziendeDepositi di materiali combustibiliAree a rischio specifico: Impianti per la produzione del caloreAree a rischio specifico: Vani ascensori e montacarichiUfficiStrutture sanitarie: (ospedali, case di cura, ecc.)Edifici di civile abitazioneEdifici pregevoliAttività ricettive: (alberghi, pensioni, ecc.)ScuoleImpianti sportiviLocali di pubblico spettacolo ed intrattenimento

- D.Lgs. 334/99 e s.m.i. e decreti attuativi

•Sostanze radiogene

Aree a rischio specificoTrasporto, accumulo e distribuzione del gas naturaleDistributori di carburanti liquidi e GPL

- Impianti per la produzione di energia elettrica (GG.EE.)

Sostanze esplosive

Fire Safety Engineering

L’approccio ingegneristico alla Sicurezza Antincendio – Fire Safety Engineering.


Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto