Arabo

Scuolasi
A Avellino, Caserta, Napoli e 2 altre sedi
  • Scuolasi

1.300 
IVA inc.
Preferisci chiamare subito il centro?
08922... Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso intensivo
  • Livello avanzato
  • In 5 sedi
  • Durata:
    4 Mesi
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Il centro Scuola Si presenta sul portale die magister.it il corso di formazione in Arabo, rivolto a tutti gli studenti di scuole superiori o università, piuttosto che guide turistiche. Al termine dl corso lo studente potrà leggere, scrivere, capire ed esprimersi con frasi semplici d'uso quotidiano.

Obiettivo del corso: sviluppare capacità di ascolto, scrittura e dialogo in lingua araba. Il corso ha la durata di 5 mesi.

Il programma prevede lo studio della struttura della lingua araba, partendo dall'alfabeto, dai segni ortografici, dalla wasla, la sadda, il sukun, fino alle consonanti solari e lunari. Si affronterà il plurale interno o fratto, e l'accordo dell'aggettivo.

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
Da definire
Avellino
Avellino, Italia
Visualizza mappa
Da definire
Benevento
Via Giovan Battista Perasso, 1, 82100, Benevento, Italia
Visualizza mappa
Da definire
Caserta
Caserta, Italia
Visualizza mappa
Da definire
Napoli
Napoli, Italia
Visualizza mappa
Da definire
Salerno
Via Carmine, 127, 84124, Salerno, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

L'obbiettivo del corso è quello di mettere in condizione l'alunno, che per la prima volta affronta la lingua araba, di porre le basi grammaticali, di scrittura e lettura per un utilizzo della lingua araba a scopo turistico.

· A chi è diretto?

Il corso è rivolto a studenti di scuole superiori o universitari, guide turistiche ed operatori del settore turistico etc

· Requisiti

Non è richiesto alcun requisito minimo.

· Titolo

Attestato di frequenza.

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Insegnanti con esperienza decennale, metodologia didattica sperimentata ed assistenza continua anche dopo la conclusione del percorso formativo.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Verrai contattato da un ns. operatore che illustrerà ogni caratteristica del corso e proporrà di effettuare una lezione di prova gratuita in modo da conoscere l'insegnante e dimostrare come si svolge una lezione.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Lingua straniera
Lingua araba
Scrittura
Parlare in pubblico
Dialogo quotidiano
Corso base
Consonanti lunari
Consonanti solari
Plurale interno
Plurale fratto

Professori

Emilia Dat
Emilia Dat
Esperta in lingue

Programma

Parte preliminare

Alfabeto arabo
Presentazione delle lettere arabe
Alif, bâ’,tâ’,thâ’
Dâl, dhâl, râ’, zây, sin, šin
Kâf, lâm, mim, nun
Gim, hâ’, hâ’, fâ’,qâf
Sâd, dâd, tâ’, zâ’, ‘ayn, ghayn
Hâ’, tâ marbûta, wâw, yâ’

Segni ortografici vari
La wasla. La alif madda. La alif maqsûra.
La šadda. Il sukûn. Il tanwin.
L’articolo determinativo. La lâm-alif.

Le lettere arabe
Le lettere consonanti “solari” e “Lunari”.

Parte prima

Nozioni fondamentali di grammatica

La determinazione

La declinazione dei nomi
I casi: nominativo- accusativo- genitivo
La prima declinazione: triptota
La seconda declinazione: diptota

I pronomi personali
Pronomi isolati e pronomi suffissi

La proposizione nominale

Stato costrutto o annessione
Annessione reale o logica
Particolarità dell’annessione reale


Annessione artificiale e declinazione dei cinque nomi
L’annessione artificiale o fonetica
La declinazione dei cinque nomi

Genere dei nomi
I nomi femminili
I nomi maschili
La formazione del femminile per aggettivi, partecipi, ecc.
I sostantivi di genere incerto

Numero dei nomi
Il singolare e il nome di unità
Il duale e la sua declinazione
Il plurale sano e la sua declinazione

Il plurale interno o fratto
Modelli triptoti e altri diptoti


Accordo dell’aggettivo
Nella funzione di attributo e in quella di predicato
Riferito a persone, ad animali e cose

I dimostrativi
Non seguiti dall’articolo: pronomi
Seguiti dall’articolo: aggettivi

La proposizione verbale
Struttura della frase verbale
Il verbo: trilittero-quadrilittero
Il perfetto del verbo semplice

Negazione della proposizione nominale
“Laysa” e la sua coniugazione
Altre forme di negazione

L’imperfetto del verbo semplice
Coniugazione dell’indicativo
L’imperfetto congiuntivo
L’imperfetto iussivo

Particelle varie
Particelle negative
Particelle che introducono lo iussivo
Particelle che introducono il congiuntivo
Particelle coordinative
Particelle interrogative
Particelle vocative
Particelle che introducono solo verbi
Imperativo- Participi- Masdar
L’imperativo
I participi: attivo-passivo
Il Masdar: significato e funzione
Modelli di masdar del verbo trilittero

Verbi derivati ( le 10 forme verbali)
Forma II-III-IV-V-VI-VII
Forma VIII-IX-X
Verbi quadrilitteri


Parte seconda


Dai verbi speciali ai nomi derivati

Uso del dizionario
Il verbo speciale e le sue caratteristiche

Il verbo speciale: contratto- hamzato- assimilato
Il verbo contratto o sordo
Forme derivate del verbo contratto
Il verbo hamzato
Ortografia della hamza
Forme derivate del verbo hamzato
Il verbo di prima debole o assimilato

Il verbo di media debole o concavo
Coniugazione del perfetto
Coniugazione dell’imperfetto
Forme derivate del verbo concavo


Il verbo di ultima debole o difettivo
Coniugazione del perfetto
Coniugazione dell’imperfetto
Regola dei nomi difettivi
Forme derivate del verbo difettivo

Il passivo dei verbi:perfetto- imperfetto
Regola generale di vocalizzazione del passivo
Uso della voce passiva
Passivo dei verbi speciali: verbo contratto- hamzato- assimilato- concavo- difettivo


Kâna e verbi analoghi
Il verbo Kâna
Verbi analoghi o ausiliari di Kâna
Verbi di: divenire- durata- probabilità- incoativi e di prossimità
Verbi di stima o considerazione

particelle
Particolarità di queste particelle

I relativi e la proposizione relativa
Il relativo generico o comune e sue particolarità
Il relativo particolare o specifico e sue caratteristiche
Uso del relativo

Pronomi ed avverbi interrogativi
I relativi generici
Avverbi indicanti quantità, qualità, luogo, tempo

Complemento al nome arabo
Il nome di relazione e le sue particolarità
Il comparativo “elativo”
Declinazione dell’ “elativo”
Il diminutivo

I nomi derivati
I participi
Il nome verbale o infinito
L’aggettivo qualificativo
Gli intensivi
Il nome di tempo e luogo
Il nome di maniera o specie
Il nome di strumento
Il nome di attività professionale
I 99 nomi di Dio


Parte terza

Sintassi della proposizione araba nelle sue varie forme

Nomi particolari: invariabili- indefiniti
Nomi invariabili e particolarità
Nomi indefiniti e particolarità

Numerali e frazioni. Giorni della settimana. Mesi solari e lunari
I numeri cardinali
I numeri ordinali
I mesi dell’anno

Le forme appositive
L’aggettivo attributo
L’apposizione o permutativo
Il rafforzativo

Verbi di ammirazione, lode e biasimo
Esclamazioni e verbi di ammirazione
Verbi di lode e biasimo

Complemento circostanziale di tempo e luogo
Il complemento di tempo: osservazioni
Il complemento di luogo: osservazioni
Circostanziali di tempo e/o luogo

Complemento oggetto e complemento di maniera
Il complemento oggetto:
Verbi con doppio accusativo
Verbi con tre complementi oggetto
Il complemento di maniera o stato
Forme avverbiali di uso corrente

Complementi di causa, accompagnamento e specificazione
Il complemento di causa o motivo
Il complemento di accompagnamento o concomitanza
Il complemento di specificazione o di limitazione

Oggetto assoluto e particelle restrittive
Oggetto assoluto o accusativo interno
Particelle e nomi restrittivi


La proposizione ipotetico-condizionale
Se l’ipotetica è irreale o irrealizzabile
Se l’ipotetica è reale o possibile. Osservazioni

Linguaggio popolare e cultura
Proverbi
Detti religiosi ed eulogie
Imprecazioni
Espressioni comuni
Saluti e convenevoli

Ulteriori informazioni

effettuabile anche online, infatti tramite controllo Desktop Remoto si entrerà in comunicazione diretta con il computer della scuola, per comunicare utilizzeremo il telefono o skype. L'alunno vedrà perfettamente sul suo computer tutte le operazioni che l'insegnante effettuerà, come se le stesse fossero effettuate a casa e con il pc dell'alunno.