Danze Orientali - Danza del Ventre - Raqs Sharqi - Belly Dance

El Paso Loco - Scuola di Ballo - Siracusa
A Siracusa

28 
IVA inc.
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello base
  • Siracusa
  • Durata:
    Flessible
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Il termine danza orientale', (in arabo raqs sharqi, رقص شرقي, danza dell'est, inteso come parte orientale del mondo arabo) indica la danza classica orientale che si è sviluppata nelle corti principesche del medioriente; lo stesso termine, in un senso più vasto, indica tutte le evasioni che questa danza ha avuto fino ai giorni nostri, comprendendo anche tutte le varie contaminazioni e fusioni che la danza ha donato e fatto proprie attraverso il contatto con differenti aree geografiche e popoli differenti. Ad oggi le "danze orientali" comprendono numerosi "stili" che si differenziano in base alla loro provenienza geografica e alla musica che li caratterizza. Questa danza ha origini antichissime, che risalgono alla costituzione delle prime civiltà. I movimenti rotatori e sinuosi di questa danza richiamano gli antichi culti della fertilità, come quello della "Dea Madre". Gli uomini erano consapevoli che tutto ciò che muoveva la vita era legato alla riproduzione, alla nascita, al ciclo delle stagioni, alla natura. Per questo, molti degli stili di questa danza sono legati strettamente alla femminilità e venivano praticati in esclusivamente dalle donne. Con l'evoluzione, la danza inizia a essere un elemento ricorrente nella vita dell'uomo, e, oltre ad accompagnare riti di preghiera, inizia ad accompagnare momenti di aggregazione, comunicazione, svago e rappresentazione del quotidiano; in questo scenario entrano anche gli uomini a far parte di questa danza molto antica e ricca di storia e significati.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
Da definire
Siracusa
Via Italia, 90, 96100, Siracusa, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

A livello fisico si verifica un miglioramento della circolazione sanguigna, del transito intestinale, dei dolori mestruali e di quelli della colonna vertebrale, sia a livello lombare che cervicale, mentre a livello psicologico i vantaggi ottenibili sono stati spesso indicati in termini di rilascio delle tensioni, di acquisizione di una maggiore consapevolezza corporea, di un senso di rinascita e di riscoperta della femminilità.

· A chi è diretto?

Questo corso è rivolto a tutte le donne che si avvicinano per la prima volta alla ”Danza Orientale del Ventre” ed alla “Danza Orientale Persiana” e desiderano immergersi totalmente in questa esperienza e sperimentando il potere di un gruppo di donne alla riscoperta della propria femminilità, sinuosità, giocosità e sacralità. E’ un gruppo energetico che permette di diventare consapevoli del corpo, riconnettere la propria sorgente ed imparare le tecniche base della Danza Orientale del Ventre.

· Requisiti

una delle cose belle della Danza Orientale è che non necessita di particolari requisiti fisici per essere praticata, ogni corpo che danza esprime se stesso e la femminilità dell'animo che lo occupa; questo vuol dire che non si è troppo grasse o magre, alte o basse, giovani o anziane... siamo come siamo e la danza di ogni ballerina riflette la sua unicità.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Una volta che ci contatterai verrai indirizzato a scegliere la data per una lezione di prova gratuita adatta alle tue esigenze per constatare con mano i nostri servizi.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Femminilità
Sensualità
Coordinazione
Stile
Coreografia
Propiocezione
Gestualità

Professori

Clarissa Marongiu
Clarissa Marongiu
Insegnante - Coreografa - Ballerina

Programma

La danza del ventre, in lingua originale Raks sharqi e in italiano danza orientale, è un'arte antica le cui origini pare risalgano ai culti religiosi della "madre terra" praticati nelle antiche società matriarcali della Mesopotamia. Era usata in passato per propiziare la fertilità e celebrare il parto.

Era anche l'elemento essenziale delle festività agricole, infatti con la danza si chiedeva agli dei il buon esito del raccolto. E' stata tramandata e reinventata nei secoli fino a diventare patrimonio etnico delle popolazioni del sud del mediterraneo fino alla Turchia e in parte alla Grecia.

L' occidente scoprì l'esistenza di questo mondo nell'Ottocento, grazie a viaggiatori francesi orientalisti e fece subito di questa danza il simbolo di una sensualità orientale da sogno.

La danza del ventre al giorno d'oggi è una forma di intrattenimento, ma i benefici che che apporta sono sempre gli stessi, a patto di impararne bene i movimenti. Ventre e fianchi sono i più allenati nella danza:parti del corpo esaltate dalla cultura orientale per il loro potere generativo e sensuale. Infatti, i movimenti richiamano quelli della fecondazione e del parto e hanno un effetto salutare su tutto l'apparato genitale femminile.

Ma il ritmico roteare dei fianchi, l'oscillazione dell'addome e la torsione del tronco hanno anche altri effetti benefici: rilassano il bacino e i suoi organi interni migliorandone la circolazione e irrobustiscono la muscolatura dorsale mantenendola elastica, tanto da venire raccomandati per il trattamento di dolori lombari, scoliosi, lordosi e cifosi.

Inoltre i fianchi si assottigliano, le gambe si rinforzano e il modo di muoversi acquisisce sicurezza. Non esiste una coreografia precisa, perciò la danzatrice è libera di improvvisare a seconda dei sentimenti che prova. Dolcezza, rabbia, gioia o malinconia vengono così espressi con i movimenti più chiaramente di quanto non si fa a parole. E' un ottimo esercizio sia per ottenere un buon equilibrioneuro muscolare che per ricominciare a prendere coscienza del nostro corpo nonché della nostra femminilità.

Raks sharqi E' il nome con il quale viene indicato lo stile egiziano "classico", caratterizzato da movimenti sinuosi, raffinati, sensuali e molto complessi.
Per eseguire questo stile le danzatrici indossano un abito professionale, composto da reggiseno e cintura rigida lavorati , dalla gonna e spesso dal velo, che contribuisce a rendere questa danza elegante e unica nel suo genere.

BaladiE' lo stile che rappresenta "la danza popolare".
I movimenti di base sono gli stessi della raks sharqi, ma più marcati e meno raffinati.
L'abbigliamento è composto da un abito lungo molto lavorato che si chiama "galabeya", da una fascia di monetine o perline sui fianchi per accentuarne i movimenti e da un foulard o un velo come copricapo.

La danza con il bastone La danza con il bastone in arabo "raks el assaya", è uno stile originario dell'alto Egitto, ispirato ad un ballo tradizionale degli uomini egiziani che in passato utilizzavano il bastone per camminare e per difendersi.
La delicatezza e la femminilità sono i principali fattori che differenziano lo stile eseguito dalle donne con quello eseguito dagli uomini.
La danzatrice dimostra tutta la sua abilità nel muovere il bastone orizzontalmente, verticalmente e trasversalmente, sempre in armonia con i movimenti del corpo.
Per interpretare la danza con il bastone si utilizza un ritmo che si chiama saidi e come il baladi viene eseguito con la "galabeya" e con la fascia sui fianchi.
Attualmente questa danza è un elemento caratteristico del folclore egiziano, da grande entusiasmo ed allegria a chi la esegue.

La danza con la spada In arabo "raks al sayf", è una danza molto particolare , in cui la danzatrice deve eseguire una serie di movimenti delicati e sinuosi tenendo la spada in equilibrio sulla propria testa. Richiede una grande abilità e concentrazione.

La danza con il candelabro In arabo "raks el shamadan" proviene dall' antico rito del matrimonio egiziano, in cui la danzatrice precede il corteo nuziale con un candelabro acceso sopra la testa per proteggere e illuminare il cammino dei futuri sposi. Viene eseguita su un ritmo lento, anche questo stile richiede una grande abilità, è uno spettacolo magnifico che possiamo ammirare anche nei vari locali arabi.

La danza con i cimbali
I sagat sono uno degli innumerevoli strumenti arabi, e uno dei più antichi, nasce in egitto circa tremila anni fa, sono 4 piattini di metallo che si mettono sul pollice e sul dito medio di entrambe le mani.
E' necessario che la danzatrice conosca i vari ritmi della musica araba per poter ballare e suonare a tempo di musica, viene utilizzato sui seguenti ritmi: saidi, maqsoum, samai, fallahi, Karachi, malfouf e zar.

La danza con il velo Viene usato come accessorio nella danza del ventre nel xx secolo ma senza avere alcun significato religioso. E' un elemento molto sensuale che la ballerina utilizza per riempire la scena e per rendere la danza piena di mistero coprendo e scoprendo il corpo, è un elemento molto importante della cultura orientale e dipende dall'abilità della danzatrice nel maneggiarlo.

Ulteriori informazioni

Informazioni sul prezzo : Accettiamo forme di pagamento in contanti, con assegno o con Pay-Pal
Osservazioni: Ogni donna che apprezza questa danza può addentrarsi in questo magico mondo che è l'oriente, e chi meglio della nostra Nadia Hekmat di origini egiziane può farlo.
Persona di contatto: Sebastian Passati

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto