Corsi di Improvvisazione Teatrale Castelfidardo

Teatro Terra di Nessuno
A Castelfidardo

55 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Castelfidardo
  • 2 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Si indaga l'uso della tecnica d’improvvisazione teatrale come momento finale ed immediato di rappresentazione e non solo come momento di studio per una migliore definizione del testo o del personaggio. Gli attori divengono al tempo stesso autori/registi del gruppo/squadra in cui lavorano. Il Corso si propone di creare degli improvvisatori sia a livello professionale che amatoriale, capaci di utili.
Rivolto a: Tutti.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Castelfidardo
Via Pio La Torre, 2, 60022, Ancona, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno

Programma

I anno- elementi idi base d'improvvisazione,creare storie con poco o niente. Interpretare un personaggio. Andare d'accordo col proprio corpo. Educare la voce. Sentire il ritmo teatrale.
II anno – Drammaturgia. Improvvisare in stile: i grandi autori teatrali, letterari, cinematografici. Improvvisare in rima. Improvvisare cantando. Improvvisare da soli: il monologo. Introduzione e sperimentazione di due format principali long forme short form.
Corso avanzato di approfondimento - Per continuare e approfondire il percorso fatto e specializzarsi in uno o più format.
CONTENUTI DEL CORSO
Il corso di improvvisazione teatrale mirerà prevalentemente a sviluppare gli aspetti riportati sotto che sono indispensabili per affrontare la pratica dell'improvvisazione teatrale.
CREATIVITA': non è solo libero sfogo della fantasia, peraltro abbondantemente stimolata attraverso esercizi di ginnastica mentale, ma capacità di dare una struttura mentale libera da preconcetti e funzionale alla coerenza e comprensione del messaggio;
COMUNICAZIONE: improvvisare con altre persone significa innanzitutto rapportarsi con soggetti di cui non si conoscono le intenzioni ma con i quali si deve riuscire a mettersi in relazione a più livelli (corpo/mente/emozioni) in maniera tale da poter essere compresi e comprendere;
ASCOLTO (dell'altro e della situazione generale): arrivare ad una capacità percettiva più sviluppata che permetta di intuire e comprendere le intenzioni dell'altro attraverso gli atteggiamenti verbali, fisici, emotivi, al di là quindi delle sole manifestazioni più evidenti;
DISPONIBILITA': presupposto imprescindibile che riguarda l'atteggiamento di totale apertura all'altro e alla situazione che ogni persona deve avere per relazionarsi nelle situazioni in cui ci si viene a trovare. Con il tempo si acquisisce anche la capacità di distinguere quando è il caso di mettere in atto meccanismi di difesa in situazioni in cui può essere un rischio l'esporsi troppo;
L'INTEGRAZIONE: nel momento in cui si riesce a stabilire una reale comunicazione è necessario integrarsi con l'altro in una relazione dinamica che vada verso un superamento creativo delle rispettive posizioni originarie.
Le sedute/lavoro saranno così strutturate:
· esercizi di riscaldamento e di attenzione collettivi;
· esercizi di tecnica individuale;
· improvvisazione a due e a piccoli gruppi;
· studio delle strutture dell'improvvisazione.
Se avete voglia di "giocare" al teatro, buttatevi!
A fine anno è previsto un saggio dimostrativo aperto al pubblico.

Ulteriori informazioni

Stage: Saggio di fine corso
Alunni per classe: 30

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto