Corso di Laurea Magistrale in Lingue Moderne per la Comunicazione Internazionale Lm-38

Ssml Gregorio Vii
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea magistrale
  • Roma
  • Durata:
    2 Anni
Descrizione

Obiettivo del corso: Mira a fornire un'elevata competenza in due lingue di comunicazione internazionale e conoscenze linguistiche approfondite della comunicazione orale e scritta. Garantisce l'acquisizione di conoscenze nelle discipline economiche, giuridiche e sociali, capacità di utilizzo dei principali strumenti informatici e telematici .prepara alla professione di interpretariato di conferenza,della traduzione.
Rivolto a: Laureati che intendano impiegarsi in funzioni di responsabilità elevata presso aziende private e pubbliche nelle quali siano richiesti ruoli con competenze specifiche nella mediazione culturale e linguistica.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Pasquale Stanislao Mancini, 2 , 00196, Roma, Italia
Visualizza mappa

Programma

ANNO ACCADEMICO 2008-2009 (in vigore dal 1° luglio 2008)

  • Indirizzo Professionale
    Rivolto a chi intende acquisire competenze specialistiche nel campo dell’interpretariato e della traduzione con una forte componente tecnico-pratica. A tal fine, è obbligatoria la frequenza dei laboratori linguistici presso i quali lo studente potrà approfondire a scelta, uno dei seguenti moduli didattici:
    - Traduzione letteraria
    - Traduzione tecnico scientifica
    - Interpretazione
    - Interpretariato di conferenza
  • Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo
    Il Corso di Laurea magistrale in Lingue Moderne per la Comunicazione Internazionale fornisce elevata competenza (scritta e orale) in almeno due lingue con particolare riferimento ai discorsi e ai lessici specialistici. L'insegnamento linguistico, supportato dalle moderne tecnologie informatiche, si caratterizza per una solida formazione nei settori giuridico, economico, sociologico e politologico e si integra con la conoscenza approfondita delle tematiche culturali delle aree geografiche connesse alle lingue prescelte in un'ottica comparatistica e internazionalistica. La formazione interdisciplinare consente al laureato in Lingue per la comunicazione internazionale di operare con funzioni di elevata responsabilità nell'ambito internazionale e sovranazionale, contribuendo al processo di integrazione economica, sociale e politica, nel rispetto delle individualità culturali. Il percorso didattico prevede il superamento di 12 esami nell'arco di 2 anni accademici con il raggiungimento di 120 CFU. Le attività formative sono costituite da corsi di insegnamento annuali o semestrali (più eventuali esercitazioni), seminari e/o stages e tirocini, prova finale.
    Il modello didattico adottato prevede un apprendimento assistito per tutto il percorso formativo con l'accesso ai supporti didattici specificamente sviluppati ed un repertorio di attività didattiche individuali e/o di gruppo guidate dai docenti e dai tutor. Il modello di formazione a distanza assistita prevede prove diverse (diagnostiche, formative, di output, di outcome) di valutazione dei risultati degli apprendimenti. Tutte le prove conclusive (esami) sono svolte in presenza, secondo le modalità previste dai regolamenti didattici.

    Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i Descrittori europei del titolo di studio

    CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
    Le discipline della sociolinguistica, della sociologia dei processi comunicativi, insieme con l'approfondimento a livello specialistico della preparazione linguistica; l'approccio multidisciplinare che si integra con la conoscenza approfondita delle tematiche culturali delle aree geografiche connesse alle lingue prescelte; l'ottica comparatistica e internazionalistica, con conoscenze nei settori giuridico, economico, sociologico e politologico; l'approfondimento delle letterature; i seminari, gli stage ed i tirocini rappresentano i fattori fondamentali di una formazione compiuta, a largo raggio, metodologicamente aggiornata, adatta a rispondere alle richieste di una pratica sempre più intensa di scambi internazionali nel mondo della cultura e del lavoro.

    CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
    l laureato di questo corso magistrale, grazie alla pratica attiva delle lingue e l'esercitazione laboratoriale in funzione primaria, agli stage internazionali organizzati dalla Facoltà ed alla partecipazione ad attività di tirocinio presso enti ed organizzazioni internazionali o tesi all'internazionalizzazione sarà in grado, nelle lingue prescelte:
    a) di intendere e interpretare agevolmente comunicazioni complesse, di decodificarne i contenuti, di individuare e controllare i lessici specialistici;
    b) di produrre testi orali e scritti coerenti, attagliati a diversi orizzonti di attesa e quindi in diversi registri stilistici;
    c) saprà riassumere testi articolati, scrivere relazioni, recensioni, di carattere professionale o letterario.
    Sarà in grado di utilizzare in maniera adeguata i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza.

    AUTONOMIA DI GIUDIZIO
    Il laureato Magistrale deve inoltre aver acquisito la capacità di raccogliere, utilizzare ed interpretare i dati nel campo delle lingue e delle tradizioni culturali straniere, in modo da saper "tradurre" anche determinati atteggiamenti culturali, maturato elevate capacità critiche e dimostrando di possedere un alto grado di autonomia di giudizio operativo nei settori propri delle discipline e delle problematiche connesse alla comunicazione internazionale.

    ABILITÀ COMUNICATIVE
    Al termine del percorso il Laureato dovrà essere in grado di comunicare in modo chiaro e privo di ambiguità informazioni, dati e conclusioni a interlocutori specialisti e non specialisti, utilizzando all'occorrenza gli strumenti informatici necessari per la presentazione, l'acquisizione e lo scambio di conoscenze e di informazioni.

    CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
    Il Laureato Magistrale deve aver sviluppato una elevata capacità di apprendimento in grado di renderlo autonomo nella gestione del proprio aggiornamento professionale. Al termine del percorso magistrale il laureato sarà in grado di accedere, secondo la normativa vigente, al Dottorato di Ricerca ed ai Master Universitari di secondo livello.

    Conoscenze richieste per l’accesso
    Per essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale in Lingue Moderne per la Comunicazione Internazionale occorre essere in possesso della Laurea o del Diploma Universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. Le modalità di ammissione e di verifica dell'adeguatezza della personale preparazione e dei requisiti curricolari che devono essere posseduti per l'ammissione al Corso di Laurea Magistrale, sono stabilite dall'Ateneo, con modalità definite nel Regolamento didattico del corso.

    Caratteristiche della prova finale
    La prova finale consiste in un elaborato scritto, a conclusione di una importante attività di progettazione o ricerca o analisi di caso o traduzione specialistica, che dimostri la padronanza degli argomenti, delle metodologie e la capacità di operare in modo autonomo.

    Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati
    Il Corso oltre a dare sbocchi nell'insegnamento delle lingue moderne presso gli istituti scolastici, secondo la legislazione in itinere per l'accesso all'insegnamento, mira a formare figure professionali che con funzioni di elevata responsabilità operino nell'ambito delle comunicazioni internazionali presso amministrazioni pubbliche o private, istituzioni internazionali e dell'Unione Europea, enti di ricerca e di studio, organizzazioni ed enti non governativi, imprese nazionali e multinazionali, settori dell'informazione e del turismo. I laureati possono prevedere come occupazione anche l'insegnamento nella scuola, una volta completato il processo di abilitazione all'insegnamento e superati i concorsi previsti dalla normativa vigente.

    Il corso prepara alle professioni di:
    • Interpreti e traduttori a livello elevato

    Ulteriori informazioni

    Stage: tirocinio aziende italiane e internazionali
    Alunni per classe: 25

    Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
    Leggi tutto