Diritto Ecclesiastico

Cedam
In aula

15 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
Descrizione

Obiettivo del corso: La trattazione della materia, per sé articolata in diversi rami del diritto, è svolta con la preoccupazione di coniugare la compiuta considerazione degli argomenti con la chiarezza sintetica dell’esposizione. L’esame delle fonti è affrontato con buona sistematica, con attenzione alle opinioni della dottrina, con riferimento aggiornato all’evoluzione della giurisprudenza, specie di quella costituzionale, della Cassazione e del Consiglio di Stato.
Rivolto a: Aspiranti avvocati per la preparazione dell’esame orale.

Informazione importanti

Programma

CORSO DI DIRITTO ECCLESIASTICO

A cura di Sandro Gherro – Manlio Miele

La trattazione della materia, per sé articolata in diversi rami del diritto, è svolta con la preoccupazione di coniugare la compiuta considerazione degli argomenti con la chiarezza sintetica dell’esposizione. L’esame delle fonti è affrontato con buona sistematica, con attenzione alle opinioni della dottrina, con riferimento aggiornato all’evoluzione della giurisprudenza, specie di quella costituzionale, della Cassazione e del Consiglio di Stato. Lo scopo di fornire un utile strumento di apprendimento alla problematica giuridica relativa ai diritti individuali e culturali in ambito di libertà religiosa non disattende la necessità di ragionare criticamente sugli istituti per comprenderne la ratio ed anche per evidenziarne la possibilità di interpretazioni non conformi, ma rilevanti nella loro concreta applicazione.
Sandro Gherro. Professore ordinario di diritto ecclesiastico e canonico alla facoltà
di giurisprudenza di Padova, oltre che avvocato rotale e avvocato della Curia Romana.
Manlio Miele è ricercatore all’Università di Padova.

I CORSI PER LA PREPARAZIONE DELL'ESAME ORALE

I corsi sono volumi agili, sintetici, autorevoli, realizzati da professionisti della materia, destinati in generale alla formazione post lauream ed in particolare agli aspiranti avvocati per la preparazione dell’esame orale.
Gli esempi: all’inquadramento teorico dell’istituto (di diritto sostanziale o processuale) segue sempre il chiarimento “pratico”, una digressione, un approfondimento.
Le note di studio: utili in fase di ripasso, in genere puntualizzano i passaggi essenziali (una definizione extracodice, la natura di un istituto, i requisiti necessari di un’azione, una parola chiave, la sintesi di un orientamento giurisprudenziale) e, nelle materie processuali, segnalano la presenza di una prassi oppure il rinvio ad approfondimenti di altre materie.
Le schede riepilogative: alla fine dei capitoli alcuni schemi visualizzano gli elementi essenziali di un istituto o mettono a confronto gli istituti più importanti, per un ripasso veloce.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto