Disegnare il Reale

Associazione Culturale Macma
A Terranuova Bracciolini

100 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laboratorio
  • Livello intermedio
  • In company
  • Terranuova bracciolini
  • 21 ore di lezione
  • Durata:
    3 Giorni
Descrizione

workshop di editoria artigianale e reportage disegnato tra la valle dell'Arno e le pendici del Pratomagno

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Terranuova Bracciolini
Via Vittorio Veneto 19, 52028, Arezzo, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

I partecipanti costriuranno a mano, in modo artigianale, un proprio taccuino, che poi utilizzeranno per creare un racconto per immagini. Disegnare per descrivere un luogo, per raccontare una storia, per registrare un evento, per conservarne il ricordo. Disegnare insieme per creare un reportage collettivo illustrato su taccuini realizzati a mano.

· A chi è diretto?

A chiunque voglia cimentarsi nel racconto attraverso il disegno, a illustratori, aspiranti illustratori, appassionati, storytellers con qualsiasi livello di esperienza e di qualsiasi età.

· Requisiti

Il workshop è aperto a partecipanti con qualsiasi livello d'esperienza e d'età.

· Titolo

DISEGNARE IL REALE

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Tre giorni tra natura e piccoli borghi. Un percorso dove la formazione si lega strettamente all’esperienza umana, spirituale e corporea.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Appena riceveremo la tua richiesta, sarai contattato da un responsabile dell'organizzazione che ti fornirà tutti i dettagli del workshop, sulle modalità e date d'iscrizione, sui metodi di pagamento.

· Dove si svolge il workshop?

Il campo-base del laboratorio sarà il Molino Le Gualchiere (www.gualchiere.arkadiaonlus.it), un antico molino di origine medievale, immerso in un parco sulle pendici del Pratomagno, non lontano dal borgo di Loro Ciuffenna, che attua la filosofia del Turismo Socialmente Utile. All’interno della struttura opera Arkadia Onlus - Associazione di Promozione Sociale che si occupa di disabilità e disagio sociale. Ogni mattina un piccolo gruppo di ragazzi svolge mansioni di supporto alla gestione della struttura, dalla coltivazione di un piccolo orto alla produzione di vino e olio.

· Qual è il materiale necessario?

Per la costruzione del taccuino: carte (di qualsiasi tipo!) che andranno a formare le pagine del libro e la copertina, più ulteriori elementi per abbellire il libro una volta ultimato (corde, cordicelle, adesivi…). Forbici, taglierini, righe, squadre, matite, ago per cucire. Tra le carte per costruire il taccuino serviranno dei fogli di carta da acquerello o fogli di un certo spessore, a seconda del materiale utilizzato per i disegni. Per le sessioni di disegno: un'attrezzatura leggera disposta in una borsa comoda, per spostarsi facilmente. Qualunque materiale utilizzato d'abitudine: penne, matite colorate, brush pen, pennelli e acquerelli... Un seggiolino pieghevole potrebbe fare comodo.

Cosa impari in questo corso?

Disegno dal vero
Editoria artigianale
Storytelling
Sketches
Racconto per immagini

Professori

Simonetta Capecchi
Simonetta Capecchi
Architetto, illustratrice

Laureata in Architettura a Venezia vive a Napoli dove lavora come illustratrice. I suoi disegni sono apparsi su riviste e volumi collettivi ed esposti in numerose rassegne internazionali. Dal 2006 ha curato mostre di taccuini di viaggio, tenuto workshop e corsi di disegno sia in Italia che all'estero. Ha contribuito a fondare Urban Sketchers, associazione no-profit con sede negli Stati Uniti, dedicata a promuovere il valore artistico, educativo e narrativo del disegno della realtà, impegnata a connettere persone che disegnano sul posto mentre viaggiano o dove vivono, in tutto il mondo.

Programma

Ogni partecipante costruisce il proprio taccuino con il materiale portato da casa, che diventa così parte integrante del racconto: lo scopo è quello di realizzare veri e propri sketchbook e diari di viaggio, usando “carta trovata in giro”, carta che la gente normalmente considera spazzatura: scarti di tipografie, prove di stampa e carte di avviamento, sacchetti della spesa, poster, buste, sacchetti del pane, carta da parati, ecc...
La carta verrà assemblata e rilegata a mano, in modo alternativo ai metodi classici e ad impatto zero sull'ambiente!

In due giorni di escursioni e disegno i partecipanti racconteranno con parole e immagini i luoghi, le persone e le storie che incontreranno, guidati da Simonetta Capecchi.

Avere un taccuino tra le mani è una grande opportunità per entrare in relazione con un contesto ed è un buon inizio per raccontare una storia. Aggiungere un testo al disegno è un modo efficace per ricordare un incontro interessante, un paesaggio, un evento e per raccontarlo ad altri.

Vedremo paesaggi di grande bellezza naturalistica, monumenti architettonici e piccoli borghi toscani ma soprattutto incontreremo e ascolteremo persone del posto. Tutto può confluire sulla pagina e lasciare una traccia, anche piccola e molto soggettiva.

Ai partecipanti saranno dati consigli ed esempi su come organizzare e comporre testo e immagine sul taccuino, in modo da realizzare ognuno il proprio reportage illustrato.

I taccuini realizzati (completamente!) a mano comporranno un racconto collettivo a più voci, con diversi punti di vista ed approcci personali.

Ulteriori informazioni

I partecipanti avranno l'opportunità di prestare il proprio taccuino per allestire una mostra conclusiva negli spazi di Sguardi sul Reale festival del cinema documentario (14-17 aprile 2016)

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto