Diventa Certificatore Energetico

Unipro
Online

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Online
  • Ravenna
  • 40 ore di studio
Descrizione

Obiettivo del corso: A partire dal 1° luglio 2009 tutti gli immobili dovranno essere dotati dell’attestato di certificazione energetica così come previsto all’art. 6 comma 1-bis, lettera c) del DLgs 192/2005, -Conoscenze metodologiche e tecniche di indagine, metodologie per la valutazione dei consumi energetici degli edifici. Redigire Il documento di certificazione energetica indispensabile per gli immobili che siano oggetto di affitto o compravendita sia di nuova costruzione che di recente ristrutturazione.
Rivolto a: Certificatori, Tecnici qualificati, singoli o associati, iscritti a Ordini o Collegi professionali di competenza, possessori di Lauree Specialistiche o diploma di Laurea in Ingegneria, Architettura, Scienze Ambientali, possessori di diploma di Geometra, periti Industriale. In ogni caso per l'accreditamento i richiedenti dovranno risultare in possesso di adeguate capacità organizzative, gestionali ed operative.

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Ravenna
Ravenna, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Per quanto concerne i corsi di formazione professionale in questione sono previsti requisiti in termini di durata e il superamento di un esame finale, cui saranno ammessi i candidati che avranno terminato il corso con esito positivo. Detto rilevamento verrà effettuato tramite la verifica da parte dei ns operatori dell’accesso e permanenza on line del corsista ad ogni lezione tenuta. Il superamento dell’esame finale consentirà l’iscrizione all’elenco dei certificatori istituito presso la Regione Lombardia e la Regione Emilia Romagna.

Programma

PROGRAMMA DEL CORSO

1° lez. Efficienza energetica degli edifici: inquadramento

legislativo.

Normativa regolamentare: Direttiva Europea 2002/91/CE con cenni alla

Direttiva 2006/32/CE; D.Lgs. 192/05 corretto ed integrato dal D.Lgs.

311/06 e relative Linee guida nazionali decreto 26 giugno 2009; Normativa tecnica: Europea-CEN armonizzata; nazionale-norme UNI TS 11300 riguardanti involucro ed impianti; Regione Lombardia-metodo

di calcolo approvata con il Decreto n. 5796 dell'11 giugno 2009;

la nuova

Direttiva 2010/31/UE che sostituirà a partire dal 1.02.2012 la Direttiva

2002/91/CE.

2° lez. La figura del certificatore: obblighi e responsabilità; La procedura di certificazione della Regione Lombardia per edifici nuovi ed esistenti.

3° lez.- 4° lez Approfondimento sulle normative regionali in vigore:

procedure e specifiche relative a regolamenti regionali.

5°lez. Le prestazioni energetiche dei componenti dell'involucro:

wfondamenti di trasmissione del calore attraverso strutture opache e trasparenti;

waspetti da considerare nel calcolo delle trasmittanze;

wesempi di soluzioni progettuali che garantiscano il rispetto delle trasmittanze minime previste dalla normativa vigente;

wvalutazione della trasmittanza di strutture nuove ed Esistenti.

6° lez. Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell'efficienza dell'involucro (valutazioni economiche degli investimenti):

wmateriali e tecnologie, prestazioni energetiche dei materiali;

wmarcatura CE;

wvalutazioni economiche degli investimenti.

7° lez. Gli indicatori di prestazione energetica degli edifici

(fabbisogni di energia primaria per la climatizzazione invernale, la produzione di acqua calda sanitaria, la climatizzazione estiva).

wUNI TS 11300- 1 Prestazioni energetiche degli edifici Parte 1: Determinazione del fabbisogno di energia termica dell'edificio per la climatizzazione estiva e invernale;

wUNI TS 11300- 1 Prestazioni energetiche degli edifici Parte 2: Determinazione del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti per la climatizzazione invernale e per la produzione

di acqual calda sanitaria

8° lez. Il metodo di calcolo della Regione Lombardia

9° lez. Efficienza energetica degli impianti:

wfondamenti di impianti termici esistenti e di ultima generazione;

waspetti da considerare nel calcolo dei rendimenti (prEN 15316-

1 calcolo del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti parte generale)

10° lez. Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell'efficienza energetica degli impianti, con particolare riguardo alle soluzioni innovative suggerite dalla legislazione vigente

(caldaie a condensazione, pompe di calore, valvole termostatiche, ecc.):

wmateriali e tecnologie, prestazioni energetiche dei materiali;

marcatura CE;

wvalutazioni economiche degli investimenti prEN15459

11° lez. Il contributo energetico specifico al calcolo degli indicatori

di prestazione energetica fornito dalle fonti rinnovabili: la procedura di calcolo della Regione Lombardia; La geotermia: normativa di riferimento.

12° lez. Solare termico: le norme UNI TS per il solare termico e fotovoltaico; Solare fotovoltaico: le norme UNI TS per il solare termico

e fotovoltaico

13° lez. Le applicazioni delle risorse rinnovabili in edilizia, soluzioni progettuali bioclimatiche; Cenni sull'efficienza negli usi elettrici e di domotica

14° lez. La ventilazione meccanica controllata, il recupero di calore

e il concetto di comfort abitativo.

15° lez. I dati da reperire per la certificazione energetica della

Regione Lombardia; Raccolta dati sull'esistente: rilievi sul posto

(involucro ed impianto).

16° lez. Raccolta dati sull'esistente: riferimenti tabellari da utilizzare

(norme UNI, raccomandazioni CTI) casi particolari.

17° lez. Esercitazione con il software su un edificio nuovo (in aula 08 ore).Controllo ed esito attività di laboratorio con esposizione finale dei corsisti

18° lez. Esercitazione con il software su un edificio nuovo (in aula 08 ore).Controllo ed esito attività di laboratorio con esposizione finale dei corsisti

Esame Finale e rilascio dell'attestato riconosciuto per l'iscrizione all'elenco dei certificatori CENED