Feng Shui - un Dialogo Aperto

Habitat Feng Shui
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Evento
  • Roma
  • 2 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Nella nostra cultura contemporanea, la progressiva scomparsa della separazione fra res publica e spazio privato vede scomparire la netta divisione fra scena e retroscena. L'Arte millenaria del Feng shui entra nella tessitura del vissuto, per individuare l'identità dei luoghi e delle persone, creando habitat, habitus, nell'accezione contemporanea di relazioni.
Rivolto a: Rivolto a tutti coloro che intendono riappropriarsi dei propri spazi, anche a figure professionali come architetti, terapeuti, progettisti di interni, di giardini, pianificatori, grafici, educatori, agronomi, addetti alle discipline del settore olistico. Fondamentale per allestitori di eventi, di stand espositivi, per scenografi, registi e coreografi.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
via dei fienaroli, 4, 00153, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Dialogo aperto a tutti. Non è necessario alcun requisito specifico.

Programma

I LUOGHI DEL FENG SHUI TRADIZIONALE.
Alla ricerca e alla scoperta dei propri luoghi perduti o mai trovati.
Capiamo perché il nostro modo di abitare la casa e gli spazi quotidiani corrisponde a un modo di vivere noi stessi e come nella nostra casa si riflette il nostro mondo interiore.
11 GIUGNO 2008 h.18.30
L’architetto Nabila Di Pilla e la dott.ssa Alessandra Mazzocchi, sinologa, conducono una CONFERENZA aperta al pubblico, nella quale verranno illustrati alcuni dei princìpi del feng shui tradizionale fra cui:
Lo studio della trasformazione dello spazio interno secondo principi antichi che risalgono all’osservazione dell’acqua e del vento.
L’identità personale riflessa nelle mura domestiche.
L’arte di armonizzare le energie nella casa per massimizzarne il potenziale e migliorare la propria vita.
La casa come tana e come spazio sociale, come riflesso della nostra anima e del nostro corpo.
Lo spazio interno come riproduzione dello spazio esterno conformato alle nostre esigenze attraverso millenni di osservazioni.
Il nostro codice genetico ha selezionato i luoghi dove si vive meglio.
Il nostro istinto ci guida alla costruzione di uno spazio interno che contenga l’archetipo della tana....
All’interno dell’evento verrà servito un rinfresco.

Ulteriori informazioni

Alunni per classe: 50

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto