Laboratori di Recitazione Doppio Sogno

Doppio Sogno-Progetti Teatrali
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laboratorio
  • Milano
Descrizione

Obiettivo del corso: laboratorio di recitazione (teatrale o cinematografica) personal coaching attorale arte scenica per cantanti preparazione casting voce e dizione lettura ad alta voce improvvisazione analisi testi tecniche di rilassamento tecniche di respirazione.
Rivolto a: professionisti e/o amatori.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
via verbano 8, 20100, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

il laboratorio di gruppo permanente non richiede nessuna preparazione-Personal coaching o gli altri corsi sono destinati a professionisti

Programma

I laboratori di gruppo sono annuali e vanno da ottobre a maggio, con saggio finale in teatro. Si svolgono il martedì sera o il giovedì sera. I Personal coaching, le preparazioni per esami o casting o gli altri corsi vengono concordati con gli allievi richiedenti.
DoppioSogno progetti teatrali nasce da un'idea di Sergio Scorzillo.
Nato a Milano, già a sedici anni lavorava in qualità di attore nei principali cabaret di Milano con la compagnia “I Lunatici”, firmando anche tutti gli spettacoli come autore.
Ha seguito corsi d’improvvisazione con Vera Olivero (docente al “Creative Drama” di Buenos Aires), di Tecnica del Corpo, di Recitazione e di Doppiaggio. Ha partecipato a stages con Luciano Beltrami (Metodo Decroux), Claudio Orlandini, Enrico d’Alessandro (dizione), Mamadou Dioume (del Centre Internazionale des Créations Théatrales de Paris diretto da Peter Brook), Eugenio Barba (Odin Teatret), Luigi Squarzina (regia), Gabriele Vacis. Ha lavorato quattro anni da protagonista con gli “Attori Associati” di Udine in spettacoli per ragazzi portati in tournèe in tutt’Italia (“Cenerentola”, “Il gatto con gli stivali”, “Aladino”), e con il “Teatro Gerolamo” di Milano diretto da Umberto Simonetta nella seconda edizione di “Adalgisa” di Gadda, con Rosalina Neri e Luca Sandri. Ha interpretato parti di rilievo in “Così è se vi pare”, ”Lazzaro” e “La ragione degli altri” di Pirandello; “Esperienze di Giovanni Arce filosofo” di Rosso di San Secondo; ”Al Dio ignoto” di Diego Fabbri; “La regina e gli insorti” di Betti; “La fastidiosa” di Brusati; ”Nina” di Roussin , ”Pergolesi” di Emilio de Marchi, “La Miliardaria” di G.Bernard Shaw, “Quindici anni d’amore” di Achard, “Cyrano” di Rostand e “La cantatrice calva” di Ionesco. Ha partecipato agli spettacoli “Varietè” e “La vita-il sogno” diretti da Andrè Ruth Shammath. Ha al suo attivo molte partecipazioni in qualità di voce recitante in concerti (con piano, con strumenti antichi, con orchestra sinfonica e da camera. Tra le altre, alla prima nazionale con l’Orchestra Vittadini al Fraschini di Pavia, nell’opera di Viktor Ullmann “Der Kaiser von Atlantis”; e tre concerti organizzati dalla Fondazione Mazzotta in occasione della mostra su Paul Klee, con l’Ensemble Klee di Berna ).
Nel 1988 ha vinto come autore il premio “Carlo D’angelo” al Concorso Nazionale Vallecorsi di Pistoia con la commedia “Passo a due”. Stesso premio ha ottenuto nel 1992 con la commedia “Quello che volevo da me”, pubblicata nella collana Rugginenti Teatro. Ha scritto un libretto per un’opera buffa su musica di Roberto Cittadini.
Dopo alcune esperienze di doppiaggio e speakeraggio (corso di Doppiaggio tenuto al CTA, con Cip Barcellini) , ha ideato la collana Audiobook edita da Rugginenti, dirigendo e interpretando “Scrooge-Canto di Natale”, “Poeti dell’800”, “Poeti del 900”, “Montale”,”Letteratura del 900”,”Messaggio per un’aquila che si crede un pollo”, “Neruda”. Ha inciso in 4 compact disc i testi delle arie da camera di Verdi, Bellini, Donizetti e Tosti per la BMG Ricordi/Universal.

Lavori per il cabaret rappresentati: “Praticamente…o no?”; “Praticamente ci si riprova…o no?”; “La vera storia del dottor Bertold e di Mister Brecht”; “Amleto and company”.
Opere drammatiche rappresentate: “Rapsodia”, “Tana per animali”, ”La via della croce”, ”Sotto frammenti di ghiaccio”, quest’ ultima diretta da Claudio Orlandini e prodotta da Quelli di Grock.
Opere drammatiche presentate in mise en espace: “Passo a due”; “Testamenti”; “Quello che volevo da me” (al teatro “Filodrammatici” di Milano).
Opere rappresentate come saggio finale da scuole teatrali : “Saggio finale con presenza” (Teatro Manzoni” di Milano);“Le mura di Damasco” (Teatro Stabile di Torino).
Esperienze televisive: “Casa dolce casa” , “Benedetti dal Signore”, “O la va o la spacca” (Mediaset), "Piloti" (Rai 2).
E’ regista (“Nina” di Roussin, “Le mura di Damasco” da Strindberg, “Ci rivedremo ad Harvard” di Israel Horovitz, commedia che ha anche tradotto e pubblicato: unica traduzione integrale autorizzata dall’autore) e insegnante di recitazione. E’ stato quattro anni direttore artistico del Teatro Giovanni XXIII di Cusano Milanino.
E' collaboratore e consulente della Ricordi/Universal.
Collabora da anni con la Compagnia “Amici della Prosa” di Milano, di cui è stato presidente. E’ stato per quattro anni vicepresidente regionale per la Lombardia della Fita-Federazione Teatro Amatori. Con la sua “Doppio Sogno-progetti teatrali” ha curato un’edizione della “Cantatrice calva” di Ionesco (diretta da Riccardo Emanuele Grassi), “Ci rivedremo ad Harvard” di Israel Horovitz, “In alto mare” di Mrozek e ha in cantiere i progetti “Lettera a Hitler”, “i Comici a Teatro” da Goldoni e “Von Homburg” da von Kleist.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto