Marmorino Antico

Scuola di Aerografo di Gardenghi Tersilla
A Bologna

1.550 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Bologna
  • 80 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Alcune tecniche di bioarchitettura e fra queste il marmorino tradizionale sono sopravvissute per millenni perché in grado di offrire risposte ottimali a problemi specifici in condizioni molto diverse tra loro. I partecipanti al corso sperimenteranno le tecniche di esecuzione del marmorino tradizionale e seguiranno alcune lezioni teoriche 1- Cenni storici sull’utilizzo del marmorino 2- Parte pratica.
Rivolto a: Per gli amanti di questa inossidabile arte di bioarchitettura.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Bologna
VIA GIUSEPPE PETRONI, 22/B, Bologna, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno

Programma

CORSO DI MARMORINO VENEZIANO ANTICO
La progettazione consiste nel dare risposte precise a problemi specifici.
Vi troverete a risolvere questioni di tipo funzionale ed estetico restando in un budget e nel rispetto delle normative.
Tutti questi elementi sono interdipendenti tra loro, ed è sempre stato così.
Soluzioni di carattere tecnico presuppongono la conoscenza dei materiali, e il loro impiego nel tempo nelle varie tipologie costruttive.
Alcune tecniche, e fra queste il marmorino tradizionale, hanno avuto una gran diffusione in passato e sono sopravvissute per millenni perché in grado di offrire, nelle loro varianti, risposte ottimali a problemi specifici in condizioni climatiche e territoriali molto diverse tra loro.
Ma non sono sopravvissute, nella maggior parte dei casi, all’industrializzazione dei processi produttivi in quanto tecniche non riproducibili in serie.
Nel corso del XX secolo fenomeni quali l’inurbamento, l’incremento demografico e le ricostruzioni post belliche hanno escluso quelle tecniche inadeguate a piegarsi alle esigenze dell’edilizia seriale.
Ora si costruisce meno e meglio e con l’avvento della bioarchitettura, che ripropone la qualità del vivere come elemento centrale della progettazione, torna attuale ripensare alla qualità dei materiali.
Negli ultimi decenni inoltre, una sensibilità nuova nei confronti della tutela del patrimonio architettonico ha portato ad un tentativo di recupero delle tecniche della tradizione, la cui conoscenza è imprescindibile per la sua conservazione.
Il nuovo inquietante quadro economico mondiale, che profila lo smantellamento e la delocalizzazione delle attività produttive industriali verso aree ove i costi di produzione sono inferiori, ripropone inoltre per l’Italia l’esigenza di ritrovare una propria vocazione al bello e alla qualità artigianale (anche nella progettazione), al fine di ritagliarsi uno spazio nei mercati internazionali, offrendo manufatti, competenza e conoscenze impensabili altrove.
Il cantiere.
Nelle costruzioni ex novo il progetto deve tener conto delle adiacenze, del paesaggio, della luce degli orientamenti cardinali, delle urbanizzazioni ecc. Negli interventi di restauro dopo aver ultimato le analisi chimiche, strutturali e storiche si procede alla progettazione delle opere per adeguare alla nuova destinazione d’uso l’immobile.
Una volta ultimate le fasi preliminari del sopralluogo e delle indagini diagnostiche sulle strutture e dei materiali, una persona normale, come direbbe il vecchio Castagna, si siederebbe su un gradino e con la testa tra le mani si metterebbe a piangere. Invece noi dobbiamo rimboccarci le mani e cominciare a lavorare per venirne fuori.
Nel cantiere di restauro le normative vincolano fortemente il progetto, ma un immobile ben ristrutturato nel rispetto delle preesistenze, sia in Italia che all’estero, aumenta di valore, e l’intervento non è meno stimolante e gratificante che in un’opera concepita ex-novo. Spesso ho visto demolire, distruggere e perdere per sempre cose veramente pregevoli per l’incapacità della direzione lavori di inserire il manufatto in un contesto nuovo, anche a parità di costi.
La scelta di inserire nel progetto materiali e tecniche tradizionali, può apparire ad un primo approccio troppo cara per le possibilità medie della committenza. Ma non è sempre così. Alcune tecniche come il marmorino offrono garanzie di durata nel tempo e (anche in certe difficili condizioni ambientali come a Venezia) tali da divenire addirittura più economiche.
Qualità tecnologiche del marmorino:
Resistente
Durevolezza nel tempo
Traspirante
Impermeabile
Luminoso
Estesa gamma cromatica
Migliora invecchiando
Versatilità nelle finiture e nella composizione.
Visita a Venezia
Durante il periodo del corso, dopo aver appreso nelle prime giornate di lavoro le caratteristiche dei materiali ed aver sperimentato le tecniche con campionature eseguite su scala ridotta in laboratorio, si effettuerà un viaggio nel tempo nei saloni dei palazzi veneziani. In particolare si potrà visitare il Ridotto Venier nei paraggi di Piazza S. Marco il cui elegantissimo apparato decorativo in stucco ed affreschi si presenta ancora oggi ai nostri occhi integro e totalmente originale come un tempo.
Le sale, mai restaurate, oggi sede dell'Istituto Culturale italo-francese, sono tuttora come descritte nei "memoires" di Giacomo Casanova e conservano inalterato il loro fascino legato al gusto dell'epoca. Le decorazioni estremamente elaborate rappresentano uno dei massimi esempi del barocchetto veneziano sia negli ornati plastici che nelle cromie delle modernature e delle campiture.
Programma della visita a Venezia:
- Partenza dalla stazione di Bologna alle ore 09.00
- Arrivo a Venezia S. Lucia alle ore 11.00
- Tour in barca (avremo a disposizione una toppa, tipica imbarcazione veneziana) lungo il Canal Grande con spiegazione storico-artistica delle architetture dei palazzi veneziani.
- Visita al Ridotto Venier.
- Pranzo in una tipica osteria veneziana frequentata degli artigiani e dai gondolieri di cannareggio.
- Nel pomeriggio visita ad un cantiere dell'Unione Stuccatori Veneziani.
- Ritorno a Bologna alle ore 17.00
DURATA DEL CORSO
Il Corso di Marmorino Veneziano Antico è di 80 ore complessive distribuite su dieci giornate consecutive per un numero di partecipanti da min. 5 ad un massimo di 10.
Non è necessario avere esperienze precedenti.
MATERIALI A DISPOSIZIONE
I materiali, gli utensili e le attrezzature saranno forniti dalla scuola. Ai partecipanti sarà inoltre consegnata una dispensa sui temi trattati durante le giornate di lavoro.

PROGRAMMA DEL CORSO

Il corso tenuto dall’Unione Stuccatori Veneziani, sarà della durata di dieci giorni e si svolgerà a Bologna, presso la bottega artigiana di Tersilla Gardenghi in Via Giuseppe Petroni N. 22B.
Durante le dieci giornate di otto ore lavorative , i partecipanti al corso sperimenteranno le tecniche di esecuzione del marmorino tradizionale e seguiranno alcune lezioni teoriche.
1- Cenni storici e stilistici sull’utilizzo del marmorino tradizionale dall’antichità ai giorni nostri.
2- Preparazione degli utensili e organizzazione del cantiere.
3- Cenni sui materiali e loro caratteristiche chimico-fisiche.
4- Preparazione degli impasti.
5- Preparazione dei supporti.
6- Tecniche di stesura del marmorino tradizionale. 7- Esempi di decorazione del marmorino colorato in pasta e decorato a fresco.
8- Uso delle terre e dei pigmenti coloranti e loro caratteristiche.
9- Cenni di decorazione plastica nell’ornato a rilievo.
10- Esempi di quotazione degli interventi basati sui capitolati di riferimento.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto