Massaggio Sensoriale

La Sorgente Associazione
A Savona

840 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Savona
  • 56 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Il Massaggio Sensoriale è, attualmente, una delle tecniche manuali rilassanti e terapeutiche più efficaci e note in tutto il mondo. Il metodo pone l'accento sulla nozione di contatto e di comunicazione profonda tra operatore e paziente. Proprio per questo la tecnica è conosciuta anche con altri nomi come "Sensitivo" "Meditativo".
Rivolto a: tutte le persone che operano nel campo dell'Estetica, del Benessere e Termale, che desiderano approfondire le loro conoscenze per ampliare la loro professionalità nel settore massaggi. tutti coloro che, pur non operando nel settore, desiderano acquisire nuove conoscenze per una propria crescita personale, e non per motivi lavorativi.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Savona
Via La Rusca, 1R, 17100, Savona, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

dimostrare un effettivo interesse nel campo dei massaggi e del benessere che da essi deriva..

Professori

... ...
... ...
...

Programma

L’arte e la scienza del massaggio costituiscono una delle più raffinate e potenti forme di comunicazione tra esseri umani. Ciò spiega la presenza costante di qualche tipo di massaggio in ogni cultura terapeutica elaborata dall’uomo nella sua storia, dalle società primitive dell’Africa o dell’Amazzonia alle sofisticate culture dell’antica Grecia o del lontano Oriente per arrivare fino ai giorni nostri. Toccando la cute di un altro essere umano noi in realtà tocchiamo il suo sistema nervoso e, attraverso questo, il suo corpo e i suoi visceri. Nella società metropolitana occidentale, il massaggio rappresenta sempre più uno strumento per rimetterci in contatto con la dimensione più intima e delicata della nostra identità umana. Richiede sensibilità e delicatezza nel chiedere e offrire la distanza, il rispetto dei tempi e dei modi del linguaggio del corpo, la discrezione e l’attenzione, l’integrità in chi lo offre e la fiducia in chi lo chiede. Per fare un buon massaggio è necessario possedere qualche conoscenza sul funzionamento del corpo umano, oltre che un atteggiamento mentale positivo. Quando il massaggiatore unisce entrambe le cose, la persona che riceve il massaggio lo percepisce, in maniera tale che l’esperienza si trasformerà in uno scambio di energie molto positivo e, nel caso specifico, in un trattamento gradevole ed efficace. Il massaggio sensoriale ha le sue radici nel cosiddetto “massaggio californiano” (chiamato anche “massaggio Esalen”, “massaggio intuitivo”), introdotto da Bernard Gunther e Molly Day nell’Istituto Esalen (California) negli anni Sessanta. E’ una tecnica che non ha l’obiettivo di dare risultati medici o fisioterapici; il suo scopo primario è quello di fornire benessere e distensione, per questo motivo i requisiti fondamentali per praticarlo sono la capacità di entrare in contatto con l’altro attraverso il corpo, di comunicargli sicurezza e sensazione di accoglimento. Per fare un massaggio dovete essere concentrati, a contatto con voi stessi oltre che con l’altra persona, dovete lasciare fluire la vostra energia positiva e fornire benessere, sicurezza, attenzione e comprensione all’altro, soddisfacendo così una buona parte delle necessità fondamentali che, in quanto esseri umani, abbiamo. Lo scambio del massaggio diventa allora non solo un mezzo di rilassamento, ma anche di meditazione con l’altra persona in un sottile rituale di comunicazione. Massaggiando e facendovi massaggiare ritroverete il piacere di ‘abitare’ il vostro corpo, di abbandonarvi, di dare e ricevere sensazioni che arricchiranno i vostri rapporti con il prossimo. E’ un massaggio che richiede innanzi tutto sensibilità e ritmi lenti, per facilitare un rilassamento più profondo. Il massaggio può essere utilizzato come metodo a sé o come valido complemento di altre tecniche abituali di massaggio. Chi pratica il massaggio sensoriale esegue la maggior parte delle pressioni e delle manipolazioni adeguandole al ritmo della respirazione di chi lo riceve; infatti la respirazione di norma si regola spontaneamente, con il regolarsi del flusso energetico a causa del massaggio. Il contatto fisico non risulta mai interrotto durante l’intera seduta, per evitare che sia ostacolato il sottile rapporto che si stabilisce fin dai primi momenti dell’applicazione del massaggio. La respirazione di chi pratica il massaggio è importante, perché se riesce a sintonizzare il ritmo del proprio respiro con i movimenti e con quello del ricevente, il flusso energetico si potenzia al massimo, allontanando la stanchezza e procurando un riequilibrio energetico in entrambi. La cura e l’attenzione prestati all’armonia e alla fluidità durante il massaggio, il fatto di non rompere il contatto durante la seduta, la musica, il ritmo, la circolazione energetica, facilitano in chi riceve il massaggio la scoperta o l’aumento della coscienza del proprio ‘schema corporeo’, insieme a un aumento di sensibilità e capacità percettiva sia del mondo esterno sia di se stessi. Si può concludere che il massaggio sensoriale tende a stimolare: o Il benessere; o Una profonda e sottile distensione fisica e mentale; o L’autocoscienza della propria unità corporea; o L’aumento della sensibilità e della capacità di percezione; o La riconciliazione con se stessi e il mondo esterno. A questi fenomeni vanno aggiunti tutti gli altri numerosi effetti del massaggio come la diminuzione dello stato d’intossicazione muscolare, il miglioramento della circolazione sanguigna, linfatica ecc. Il massaggio sensoriale costituisce dunque un ottimo complemento di tutte quelle pratiche che si propongono come obiettivo il benessere della persona, per esempio terapie corporee, lo yoga e lo sport. E’ controindicato in caso di stati febbrili infettivi o infiammatori, di eruzioni cutanee, di tumori ecc.

Ulteriori informazioni

Osservazioni:

Trattasi di un massaggio attualmente molto richiesto poiché lo stress è il male dei nostri giorni a causa della vita frenetica che siamo costretti a vivere.


Stage:

non previsto


Alunni per classe: 16
Persona di contatto: Ferrero Fabrizio

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto