I Media Costano

Labcom
A Napoli

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Seminario
  • Napoli
  • Durata:
    1 Giorno
Descrizione

Obiettivo del corso: Per parlare sul costo dei media.
Rivolto a: tutti gli interessati.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Napoli
via del Parco Margherita, 34, 80121, Napoli, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno

Programma

IULM e Labcom hanno organizzato l\'11 maggio 2009 a Milano una tavola rotonda dal titolo I MEDIA COSTANO (E BLOCCANO LO SVILUPPO?) sulle problematiche che incontrano le piccole e medie imprese che pensano di non poter accedere ai mass media, ma non sono nemmeno in grado di elaborare al momento strategie alternative.

ARGOMENTI

1) In Italia esiste una cultura della comunicazione d\'impresa che da estrema centralità ai media.

2) I media italiani, nonostante i dati apparentemente dicano il contrario (costo spot basso, costo

procapite basso), in realtà costano molto, perché c\'è un elevatissimo affollamento. Infatti il costo

medio della pubblicità per ogni azienda è fra i più elevati d\'Europa.

3) Il sistema industriale italiano è molto peculiare, basato su un peso delle PMI non paragonabile a

nessun altro paese europeo. Il sistema della comunicazione in generale e quello dei media in

particolare non è adeguato a questo sistema industriale. Infatti sono pochissimi gli investitori

rispetto a quelli degli altri paesi e, soprattutto, numericamente coincidono quasi del tutto con le

imprese italiane medio-grandi e grandi.

4) La stessa cultura di cui si diceva, pone pochissima attenzione ad altri aspetti della comunicazione

che esulano la pubblicità e comunque il rapporto dei consumatori con i prodotti. In particolare c\'è

una scarsissima attenzione alle dinamiche di consumo e alle modalità di scelta dei consumatori.

5) Uno dei principali motivi per cui i media italiani costano così tanto è determinato dai costi di gestione

troppo elevati delle imprese mediali italiane, che pagano cifre alte in stipendi e cachet e che

trasferiscono quasi tutta la loro capacità produttiva in outsourcing.

6) Questa situazione determina un panorama in cui normalmente poche sono le aziende che fanno

comunicazione in maniera integrata in Italia, poche sono le modalità differenti dalla pubblicità, quasi

inesistente è la presenza comunicativa all\'estero, dando un eccesso di importanza ai media e in

particolare alla tv.

7) In un momento di crisi, questa cultura mediacentrica a costi così elevati non aiuta le imprese italiane

a competere con i propri competitor, non solo sui mercati internazionali, ma anche su quelli locali.

8) La pubblicità, dunque, blocca lo sviluppo?


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto