Metodologie di Analisi Geotecnica Secondo le Nuove NTC 2008

Dario Flaccovio Editore
A Palermo e Bari

390 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

Descrizione

Obiettivo del corso: Un corso pratico di introduzione alla geotecnica e alle modalità di calcolo e di analisi agli stati limite ultimi (slu) previsti dalle nuove NTC.
Rivolto a: Ai tecnici laureati (ingegneri, architetti e geologi), con la finalità di introdurli gradualmente alla geotecnica ed alle nuove modalità di calcolo e di analisi agli Stati Limiti Ultimi (SLU) previsti dalle nuove NTC. Per questo motivo ogni lezione è corredata da esempi pratici ricorrenti nella prassi professionale, mentre tutti gli elementi introdotti saranno alla fine della giornata condensati nello studio delle modalità di stesura della 'relazione geotecnica' e della 'relazione sulle fondazioni' ossia dei documenti posti alla base di ogni progetto.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Bari
Bari, Italia
Visualizza mappa
Consultare
Palermo
via Francesco Crispi 228, Palermo, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Laurea in Ingegneria, Architettura o Geologia.

Programma

Ore 9-9.30
INTRODUZIONE AL CORSO

Ore 9.30-10
INTRODUZIONE ALLE NUOVE NTC

Ore 10-10.30
RISPOSTA SISMICA LOCALE

Ore 10.30-11
STATO DI SFORZO NELLE TERRE

Ore 11.30-12
CRITERI DI SNERVAMENTO DEI GEOMATERIALI

Ore 12-12.30
COMPORTAMENTO IDRAULICO DELLE TERRE

Ore 12.30-13
COMPORTAMENTO MECCANICO DELLE TERRE

Ore 13-13.30
IL CONCETTO DEGLI STRESS-PATH

Ore 15-16
FONDAZIONI SUPERFICIALI AGLI SLU ED SLE

Ore 16-17
FONDAZIONI PROFONDE AGLI SLU ED SLE

Ore 17.30-18
MURI DI SOSTEGNO AGLI SLU ED SLE

Ore 18-18.30
PARATIE AGLI SLU ED SLE

Ore 18.30-19
LA RELAZIONE GEOTECNICA SECONDO LE NUOVE NTC


CONTENUTI E FINALITA’

INTRODUZIONE AL CORSO
Nell’introduzione sono fornite le linee guida relative alle singole lezioni, per una panoramica generale dell’intero corso.

INTRODUZIONE ALLE NUOVE NTC
Poiché il corso verte sull’aggiornamento delle metodologie di analisi geotecnica secondo le nuove NTC, la seconda lezione prevede una breve discussione sui principali elementi introdotti dalle normative.

RISPOSTA SISMICA LOCALE
L’aspetto essenziale delle nuove NTC verte sullo studio della risposta sismica locale, dalla quale determinare dapprima la categoria di sottosuolo e successivamente lo spettro di accelerazione per la progettazione strutturale. Chiudono il modulo due casi di studio di particolare importanza, relativi alla progettazione di un viadotto e all’analisi dinamica territoriale di un’intera città.

STATO DI SFORZO NEI TERRENI
Le terre manifestano un comportamento meccanico anelastico, marcatamente non lineare e con una modesta resistenza. Ciò comporta che tutte le analisi geotecniche debbano essere precedute dallo studio dello stato di sforzo, necessario anche per una corretta sperimentazione di laboratorio e per la scelta del più appropriato criterio di rottura.

CRITERI DI SNERVAMENTO DEI GEOMATERIALI
Sfruttando le cognizioni trattate con lo studio dello stato di sforzo è possibile introdurre il significato geometrico dei criteri di snervamento dei geomateriali in funzione del concetto di invariante che pervade l’intera geotecnica. In questo modo vengono forniti gli elementi utili: a) per una corretta analisi del comportamento meccanico delle terre; b) per la scelta dei parametri geotecnici dai quali derivare i valori caratteristici previsti dalle nuove NTC; c) per la definizione delle analisi in condizioni drenate e non drenate.

COMPORTAMENTO IDRAULICO DEI TERRENI
Poiché il moto dei fluidi influenza la resistenza dei terreni, di questi ultimi sarà trattato il comportamento idraulico, che assume una notevole importanza, ad esempio, nella progettazione delle paratie e dei diaframmi. Alla fine della lezione verrà anche introdotto il fenomeno della consolidazione, determinante nel comportamento a lungo termine delle strutture interagenti con le terre a grana fine.

COMPORTAMENTO MECCANICO DEI TERRENI
La lezione illustra le principali prove sperimentali di laboratorio. Per ognuna di esse vengono descritti i vantaggi e i limiti, i costi e le metodologie di interpretazione in funzione dello stato di sforzo imposto e del criterio di snervamento adottato. Il tutto alla luce delle previsioni normative che conferiscono responsabilità totale del progettista nella scelta e nella derivazione dei parametri geotecnici.

IL CONCETTO DEGLI STRESS-PATH
Terminata la fase propedeutica, e prima di introdurre lo studio delle singole problematiche geotecniche, sarà illustrato il metodo degli stress-path alla luce degli elementi trattati nelle lezioni precedenti. Lo stesso è quindi applicato allo studio del comportamento delle principali strutture geotecniche, con lo scopo di chiarire i principali aspetti meccanici che ne sottendono le analisi agli SLU.

FONDAZIONI SUPERFICIALI AGLI SLU ED SLE
Introduzione ai metodi di analisi geotecnica delle fondazioni superficiali agli SLU ed SLE. Gli argomenti sono distinti in relazione alla natura delle terre, conducendo ad analisi in condizioni drenate o non drenate e sono completati da casi di studio reali.

FONDAZIONI PROFONDE AGLI SLU ED SLE
I metodi di analisi geotecnica dei pali di fondazioni agli SLU ed SLE. Pali isolati portanti di punta e sospesi, soggetti a carichi verticali ed orizzontali; analisi dei gruppi di pali interagenti con plinti rigidi o flessibili.

MURI DI SOSTEGNO AGLI SLU ED SLE
Lo studio dei metodi di analisi agli SLU ed SLE dei muri di sostegno inizierà con la determinazione delle condizioni di spinta in funzione dei valori caratteristici da assegnare ai terreni; seguiranno esempi di analisi geotecnica.

PARATIE AGLI SLU
L’introduzione alle metodologie di analisi geotecnica agli SLU ed SLE terminerà con lo studio delle paratie; seguiranno esempi di analisi geotecnica con particolare enfasi sui metodi semplificati di studio degli spostamenti di esercizio e loro influenza sull’integrità delle strutture pre-esistenti.

LA RELAZIONE GEOTECNICA SECONDO LE NUOVE NTC
Il corso terminerà con esempi di relazione geotecnica estratti da casi reali. Verranno altresì fornite le linee guida per la corretta stesura di relazioni geotecniche e sulle fondazioni.


A CHI E' RIVOLTO
Ai tecnici laureati (ingegneri, architetti e geologi), con la finalità di introdurli gradualmente alla geotecnica ed alle nuove modalità di calcolo e di analisi agli Stati Limiti Ultimi (SLU) previsti dalle nuove NTC. Per questo motivo ogni lezione è corredata da esempi pratici ricorrenti nella prassi professionale, mentre tutti gli elementi introdotti saranno alla fine della giornata condensati nello studio delle modalità di stesura della “relazione geotecnica” e della “relazione sulle fondazioni” ossia dei documenti posti alla base di ogni progetto.


IL RELATORE
ROMOLO DI FRANCESCO si è laureato cum laude in Scienze geologiche discutendo due tesi sperimentali su morfoneotettonica e patologie dei leganti idraulici. Dal 2001 ha assunto il ruolo sia di direttore tecnico e sia di responsabile sperimentazione del settore geotecnica di diversi laboratori geotecnici e tecnologici, all’intero dei quali ha maturato la propria esperienza in campo scientifico. Nel 2003 ha fondato la GEO&GEO Instruments® - research & development, accreditata a livello internazionale nel campo della ricerca scientifica. È autore, a livello nazionale ed internazionale, di pubblicazioni tecnico-scientifiche e di articoli divulgativi in materia di meccanica delle terre, geotecnica, geofisica, scienze dei materiali e geologia. Ha pubblicato il testo "Lesioni degli edifici" ed è in uscita per Dario Flaccovio Editore il testo "Geotecnica". Inoltre, è membro dell’Associazione Geotecnica Italiana, dell’International Society of Soil Mechanics and Foundation Engineering, dell’International Association for Computer Methods and Advances in Geomechanics, dell’International Geosynthetics Society, dell’Associazione di Difesa del Suolo e della Società Italiana di Geologia Ambientale.

Materiale didattico
A tutti i partecipanti verrà inviato il materiale visionato durante il corso e il testo "Geotecnica” di Romolo Di Francesco (in uscita a giugno)

Specifiche di fatturazione
Costo del corso: € 358,00
IVA 20%: € 71,60
Materiale didattico (iva assolta dall'editore art.74): € 32,00
Totale da pagare: € 461,60

Note
PENALI IN CASO DI DISDETTA

- Se verrà comunicata entro tre giorni dalla data del seminario si avrà diritto ad un rimborso del 50%
- Se verrà comunicata dal terzo giorno si avrà diritto ad un rimborso del 30%.
- Dopo tale termine non si avrà diritto ad alcun rimborso.


COMPRESI NEL PREZZO
Ai partecipanti saranno offerti due coffee break. Alla fine del corso sarà rilasciato a ciascuno un attestato di partecipazione.
Le nostre attività di formazione rientrano tra i costi deducibili nella misura del 50% per i redditi dei liberi professionisti. (art. 54 comma 5 DPR 917/86 e successive modificazioni).
Dario Flaccovio Editore si riserva la facoltà di rinviare o annullare il corso programmato dandone comunicazione ai partecipanti entro 3 giorni lavorativi prima della data di inizio. Anche la sede può essere soggetta a variazioni che saranno comunicate agli iscritti in tempo utile.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto