Modellazione Dell'Argilla

ALA - Comuna Baires
A Milano

310 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Milano
  • 20 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: L'Officina delle Impronte e' lo spazio di ricerca e confronto sulla scultura e l'artigianato. Un laboratorio dedicato prevalentemente all'argilla, materiale duttile che permette la scoperta di un proprio percorso di espressione.
Rivolto a: Se e' vero che il cervello umano si e' sviluppato a partire dall'uso della mano, ossia in relazione alla crescita di abilita' che questa ha conquistato negli impieghi per la soluzione dei problemi sempre piu' complessi, e' altresi' vero che il nostro "intelletto" ha dimenticato, nell'arco dei secoli, il proprio luogo di origine. ".

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
VIA PARENZO, 7 - (P.LE NEGRELLI) , 20143, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

E' caldamente richiesto un colloquio di mutua conoscenza con l'insegnante prima dell'inizio del corso

Professori

TERESA RICCO
TERESA RICCO
PEDAGOGA

Viaggia in Kenya e Burundi: l’esperienza sul campo la induce ad approfondire i propri interessi antropologici. Frequenta la scuola d’arte di Gitega, Burundi. Dal 1975 al 1980 frequenta i corsi di antropologia teatrale e tecnica dell’attore presso la Scuola Europea di Teatro e Cinema diretta da Renzo Casali. Dal 1975 è attrice della "Comuna Baires". Ha collaborato alle riviste di cultura: "La tribù", "IFIT" e "Together". Negli anni ‘80 è tra i fondatori dell’Istituto di cultura teatrale e antropologia della comunicazione" e partecipa in prima persona al progetto di interscambio culturale tra Italia ed Argentina denominato "Orizzonte 1992". Partecipa alla fondazione di "Willaldea" (villaggio sperimentale delle arti e del teatro) in Argentina dove si trasferisce dall’84. Dal 1984 al 1995 vive e lavora in Argentina. Nel parco-giardino del villaggio sono state collocate alcune sue installazioni e sculture oltre a quelle di scultori ed artisti latinoamericani. Varie le esperienze in ambito culturale e creativo: insegnante, attrice, script, organizzatrice di eventi culturali, addetta alle pubbliche relazioni. Rientrata in Italia, è nominata responsabile dell’area Ligabue (arte contemporanea ed artigianato) alla Libera Università della Terra di Milano. Dirige L’Officina delle impronte, e detta corsi e stages di ceramica utilizzando l’argilla come materia prima per la realizzazione di sculture ed oggetti e come percorso di espressione personale. Invitata all’Università Statale di Milano ha tenuto delle lezioni sul rapporto fra antropologia e scultura: Il volto e la maschera (2000), L’arte e il sacro (2001). Ha partecipato a mostre personali e collettive in Italia ed Argentina.

Programma

Nei diversi corsi si propone la modellazione per creare in liberta' oggetti, spazi vuoti/pieni, forme e volumi e scoprire la propria traccia. Con le mani nella terra si tratta di giocare, parlare, guardare, pensare, plasmare, sognare, immaginare, toccare, sentire, meditare, agire. Si tratta di creare in liberta' oggetti, spazi vuoti/pieni, forme, volumi, immagini, cose per esprimere il proprio mondo poetico. Come ritrovare con il mondo della materia un rapporto piu' personale e diretto dal momento che la civilta' delle immagini ci defrauda giorno dopo giorno dal contatto con la materia? Gli oggetti, come i gesti delle mani e del corpo o lo sguardo sono solo "usati" per una determinata utilita' e sono considerati di sfuggita. Si tratta quindi nel lavorare l’argilla per esprimere una necessita' interiore viva, presente ed attiva quanto la fame. La creativita' consiste in questo passo dopo passo, in questa attenzione ai dati dei sensi, del tatto, della vista, dell’udito…, attenzione al presente dell’agire, al vissuto emotivo, al percorso, senza lasciarsi determinare o dirigere dal risultato finale. La creativita' e' nel cammino. Forgiare come in un crogiuolo le proprie impronte. Portare a passeggio un’ impronta. La traccia di se' per creare un poema ceramico: tracce di sentimento. Esiste una poesia in tutte le cose.

Le lezioni si svolgono intorno ad un grande tavolo in gruppi di max. 12 persone.
Lunedì dalle 20 alle 22.

Durata: trimestrale o annuale

Ulteriori informazioni

Alunni per classe: 12

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto