Psicologia della comunicazione

UNIVERSITÀ DELLA SVIZZERA ITALIANA
A Mendrisio (Svizzera)

Chiedi il prezzo
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Mendrisio (Svizzera)
Descrizione

Descrizione Il corso presenta un quadro concettuale, in linea con le teorie griceane, che considera la comunicazione interpersonale come una forma di azione sociale, parte integrante delle interazioni umane e delle attività congiunte in particolare.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Mendrisio
Tessin, Svizzera
Visualizza mappa

Programma

Descrizione

Il corso presenta un quadro concettuale, in linea con le teorie griceane, che considera la comunicazione interpersonale come una forma di azione sociale, parte integrante delle interazioni umane e delle attività congiunte in particolare.

La psicologia introduce il soggetto nello studio dell’interazione, è necessario perciò fondare lo studio della comunicazione sulle evidenze empiriche attuali sugli aspetti emotivi, cognitivi e relazionali della mente umana, con particolare riguardo all’insieme di capacità innate distintive della nostra specie.

Rispetto alla comunicazione, uno degli aspetti più interessanti della cognizione umana è l’Intenzionalità condivisa, e cioè la capacità degli individui di condividere una pluralità di stati mentali come intenzioni, emozioni, desideri e credenze.

La prima parte del corso è perciò dedicata a chiarire come l’Intenzionalità condivisa si manifesti nella comunicazione umana, facendo riferimento a studi condotti nella psicologia dello sviluppo e nella psicologia comparata, con particolare riferimento al lavoro di Michel Tomasello (1999, 2008, 2014). La prospettiva interdisciplinare di questo studioso evidenzia le differenze che esistono fra la comunicazione umana e quella degli altri primati, riconducendole a differenti forme di cognizione. Riflettere su queste differenze consente di arrivare a comprendere la natura profonda della comunicazione umana.

Nel libro Le origini della comunicazione umana, Tomasello mostra che la comunicazione umana è un’impresa cooperativa legata alla creazione di un tessuto concettuale e motivazionale condiviso. L’autore avanza anche l’ipotesi che il linguaggio, con il suo repertorio di segni convenzionali, possa essere nato nel corso dell’evoluzione solo in un contesto di attività di collaborazione, coordinate da forme naturali di comunicazione gestuale (deittica e iconica), in cui i partecipanti condividevano intenzioni e attenzione.

Nella seconda parte del corso viene introdotto il tema delle relazioni interpersonali che costituiscono, nello stesso tempo, la base di partenza e il risultato dell’interazione. A questo proposito si introduce l’approccio teorico dei Sistemi Motivazionali Interpersonali mostrando come si strutturano, in diversi contesti, relazioni di attaccamento, cooperazione o agonismo.

Il corso si articola nei seguenti contenuti:

  • Elementi di base della cognizione umana
  • La comunicazione intenzionale nei primati non umani
  • Ciò che ci rende unici: la propensione a cooperare
  • Intenzionalità condivisa e cooperazione
  • Il modello cooperativo della comunicazione umana
  • Comunicazione gestuale deittica e iconica
  • Origini filogenetiche della comunicazione umana
  • Comunicazione e relazione: I Sistemi Motivazionali Interpersonali

Impostazione pedagogico-didattica
Il corso si compone di una serie di lezioni ex-cathedra e di momenti di partecipazione attiva degli studenti che saranno invitati a rielaborare, in forma di discussione, i concetti studiati.

Modalità d’esame
L’esame consisterà in una prova scritta, con domande aperte. La prova coprirà tutti gli argomenti del corso. Durante il corso sarà inoltre proposto un Laboratorio facoltativo che prevede l’analisi di un film alla luce della teoria dei Sistemi Motivazionali Interpersonali, svolta in piccoli gruppi. Il laboratorio, che consiste di 4 lezioni a frequenza obbligatoria (3 su 4), prevede la produzione di un elaborato di gruppo, la cui valutazione varrà il 25% del voto complessivo, se l’esame scritto risulta sufficiente. Coloro che non parteciperanno al laboratorio risponderanno in sede di esame ad una domanda aggiuntiva, la cui valutazione varrà il 25% del voto complessivo.

Riferimenti bibliografici
Testi di studio da portare all'esame

Tomasello, M. (2008) Le origini della comunicazione umana. (cap. 1,2,3,5,7).

Tomasello M. (2014) Unicamente umano. Storia naturale del pensiero. (cap.1)

Ulteriori testi di studio, in forma di dispense, verranno forniti agli studenti durante il corso.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto