LA RIFORMA DEL PROCESSO CIVILE (D.L.132/2014): I NUOVI ISTITUTI

Altalex Formazione
A Milano

171 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Seminario
  • Milano
  • 7 ore di lezione
  • Durata:
    1 Giorno
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Milano
Via Scarlatti, 33 ang. Piazza Luigi di Savoia , 20124, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Il decreto legge 12 settembre 2014 n. 132 (“misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell’arretrato in materia di processo civile”) ha introdotto delle importantissime novità nel sistema “Giustizia Civile”, mettendo mano a taluni istituti che riscrivono anche il ruolo dell’Avvocato “nel processo” e “fuori dal processo”: si tratta, soprattutto, di previsioni del tutto inedite che mettono l’operatore di fronte alla evidente necessità di formazione, per potere utilizzare in modo corretto ed efficace i nuovi strumenti processuali e di intervento nel conflitto trai litiganti. I nuovi istituti inaugurano anche una nuova stagione del processo civile ma pure espongono l’operatore professionale a nuovi possibili profili di responsabilità. Una prima serie di modifiche incide sul codice di procedura civile: si restringe ulteriormente il campo di applicazione della compensazione delle spese processuali; si introduce un meccanismo di switch procedimentale che consente il passaggio dal rito ordinario al rito sommario (il nuovo art. 183-bis c.p.c.); si tipizza una nuova modalità di prova testimoniale: la testimonianza resa all’Avvocato (art. 257-ter c.p.c., già in vigore). Un ritocco riguarda il codice civile: in particolare, la disciplina degli interessi (1284 c.c.). Il “cuore” del decreto legge è, però, nei “nuovi” istituti: il trasferimento del processo alla sede arbitrale e la negoziazione assistita. Strumenti sconosciuti, perché inediti: ma con grandissime potenzialità applicative che, tuttavia, richiedono una buona padronanza. E’ tempo di nuove riforme. E’ tempo di nuova formazione.

· A chi è diretto?

Il decreto legge 12 settembre 2014 n. 132 (“misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell’arretrato in materia di processo civile”) ha introdotto delle importantissime novità nel sistema “Giustizia Civile”, mettendo mano a taluni istituti che riscrivono anche il ruolo dell’Avvocato “nel processo” e “fuori dal processo”: si tratta, soprattutto, di previsioni del tutto inedite che mettono l’operatore di fronte alla evidente necessità di formazione, per potere utilizzare in modo corretto ed efficace i nuovi strumenti processuali e di intervento nel conflitto trai litiganti.

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE INCLUDE: Accesso alla sala lavori Light lunch Dispense di studio Un abbonamento gratuito trimestrale ai seguenti servizi: - "Massimario.it", la banca dati di massime e sentenze per esteso; - servizio "Elenco Avvocati"; Attestato

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Lo staff di Altalex la contatterà telefonicamente quanto prima, in alternativa riceverà una mail informativa.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Translatio Iudicii arbitrale
Negoziazione Assistita
Novità in tema di prove e spese

Professori

Giuseppe Buffone
Giuseppe Buffone
Magistrato ordinario presso il Tribunale di Varese

Programma

Sessione I – Processo Civile

1. La compensazione delle spese di lite (art. 92 c.p.c.)

2. Passaggio dal rito ordinario al rito sommario di cognizione (art. 183-bis c.p.c.)

a. Ruolo e poteri dell’Avvocato nella decisione sulla trasformazione del rito
b. L’istruttoria in caso di switch procedimentale
c. L’istanza del difensore per appendici difensive scritte

3. Testimonianza raccolta dall’Avvocato (art. 257-ter c.p.c.)

a. Le testimonianze rilasciate al difensore: presupposti e condizioni
b. L’ingresso della testimonianza documentale nel processo
c. Come usare (e come difendersi dal)la testimonianza documentale

Laboratorio

Simulazione
. La testimonianza documentale.

Lavoro in sala: dall’incontro del teste con l’Avvocato alla produzione della testimonianza nel processo. Dimostrazione di tutti gli steps. Stesura di una testimonianza resa all’Avvocato. Esame della modulistica distribuita in sala. Interesse a utilizzare la dichiarazione scritta; interesse a contrastare la dichiarazione scritta. Esame di entrambe le posizioni.

Sessione II – Negoziazione Assistita

1. Il procedimento di negoziazione

2. La convenzione di negoziazione

3. Negoziazione e composizione delle crisi coniugali

4. Negoziazione e composizione delle crisi coniugali

5. Procedimento di negoziazione e condizione di procedibilità

Laboratorio orario: 16.00 – 16.40

Simulazione. La convenzione di negoziazione.

1. Negoziazione obbligatoria. L’INVITO a negoziazione inviato alla controparte: contenuti, forma, tempi, oneri. Il comportamento della parte che riceve un INVITO. Stipula di una Convenzione di negoziazione in sala. Modulistica in sala.
2. Negoziazione in materia di famiglia. Controlli, verifiche necessarie, adempimenti dell’Avvocato; clausole necessarie; responsabilità. Modulistica in sala.

Sessione III – Translatio Iudicii arbitrale

1. Trasferimento del procedimento alla sede arbitrale

  1. Caratteristiche dell’istituto; presupposti; condizioni
  2. Processo civile e switch arbitrale

Discussione orario: 17.10 – 17.30


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto