Riprese

Scuola di Cinema Immagina
A Firenze

950 
IVA inc.
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Firenze
  • Durata:
    6 Mesi
Descrizione

Obiettivo del corso: Un film nasce sul set, di conseguenza il maggior sforzo tecnico-produttivo viene concentrato in questa fase, gli allievi devono risolvere tutti i problemi legati alla restituzione visiva della messa in scena (punto macchina, piani e campi, scelta degli obiettivi, illuminazione, temperatura colore…). L’opera cinematografica è il risultato della collaborazione tra le varie maestranze, di.
Rivolto a: Consultare con il centro.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario

Firenze
Via Borgo della Stella 11/R, 50142, Firenze, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Consultare con il centro.

Cosa impari in questo corso?

Regia cinematografica
Riprese

Professori

Roberto Galassini
Roberto Galassini
Insegnante di riprese

Direttore della fotografia-effetti speciali ottici-operatore, inizia come fotografo nel 1980. Nel 1984 affronta il settore della multivision che lo avvicina alla fotografia in movimento che approfondisce nell'immagine filmata e video. Dal 1986 si specializza inoltre in fotografia cinematografica e video e negli effetti speciali visivi ottici.

Programma

Il corso si sviluppa in tre fasi:
Prima fase: Studio delle tecniche di ripresa e del linguaggio video-cinematografico.
Seconda fase:Esercitazioni di ripresa con videocamera digitale.
Terza fase:Partecipazione alle riprese dei cortometraggi degli allievi di regia.

La prima fase affronta tutte le problematiche legate alle tecniche di ripresa, alla sintassi e alla grammatica del linguaggio video-cinematografico. In particolare, gli allievi del corso di riprese entreranno nell’ottica dell’immagine in movimento per affrontare tutte le questioni legate alla continuità visiva, alla luce, all’aspetto cromatico, alla composizione del quadro, ai movimenti della macchina da presa, ecc ecc…
La scuola raccomanda agli studenti del corso di riprese di seguire come uditori il corso di regia, perché gli allievi devono tener conto che l’opera cinematografica è il risultato della collaborazione tra le varie maestranze ed il regista, al quale è affidato il compito di coordinare i vari reparti di specialisti. Di conseguenza l’operatore o il direttore della fotografia devono avere massima padronanza dei mezzi tecnici e massimo rispetto del carattere del film che ha immaginato il regista, ciò non esclude naturalmente la possibilità di incidere nell’opera con il proprio gusto ed il proprio stile.

Nella seconda fase gli allievi del corso di riprese si eserciteranno con la videocamera digitale e potranno continuare le esercitazioni all’interno del corso di recitazione, filmando gli esercizi e le prove degli attori.

Nella terza fase, infine, gli allievi in base alla loro disponibilità e alla sintonia artistica che si sarà creata durante l’anno con gli allievi registi, potranno partecipare alle riprese dei cortometraggi individuali del corso di regia.


ARGOMENTI DIDATTICI INERENTI AL PROGRAMMA:

  1. Considerazioni introduttive relative ai mezzi cinema, video-digitale e cinema-digitale.
  2. Elementi base di anatomia, di neurofisiologia dell’occhio e di percezione visiva.
  3. Effetto “f i” e persistenza retinica.
  4. Concetto di camera oscura con foro stenopeico.
  5. Anatomia della macchina da presa e suo funzionamento.
  6. Proiezione cinematografica, scansione e formati.
  7. Videocamera: anatomia e funzionamento.
  8. Sensori e formati a confronto.
  9. Confronto tra la videocamera e la fotocamera-video: limitazioni e vantaggi.
  10. Confronto tra formati cinematografici e formati video.
  11. Riproduzione su vari tipologie di monitor.
  12. La proiezione digitale.
  13. Corpi: opachi, translucidi, trasparenti e riflettenti.
  14. Intensità, potenza, direzione e distanza.
  15. Elementi di Termocolorimetria.
  16. Sintesi additiva e sintesi sottrattiva a confronto.
  17. Diversità visiva tra cine-pellicola e cine-digitale.
  18. Bilanciamento del bianco e del nero.
  19. Effetti speciali ottici, effetti speciali fisici, effetti speciali digitali: diversità.
  20. Concetto di luce mista e relativo trattamento.
  21. Importanza della continuità fotografica.
  22. La scelta delle location.
  23. Descrizione dei vari tipi di illuminatori.
  24. Settaggi di macchina e dei menù.
  25. Collegamenti tra attrezzature da ripresa.
  26. Archiviazione file.
  27. Taratura del monitor.
  28. Ruoli nella troupe.
  29. Comportamento sul set.
  30. Buon uso e manutenzione delle attrezzature.
  31. Fuoco misurato e fuoco al volo.
  32. Accessori utili, personali.
  33. Ottimizzazione e risparmio sulle attrezzature.
  1. Costituzione di una mini-troupe ai fini di un cortometraggio.
  2. Posizionamento base degli illuminatori.
  3. Ottiche e loro caratteristiche.
  4. Cenni sulle aberrazioni ottiche.
  5. Concetti di messa a fuoco, trasfocatura, profondità di fuoco, profondità di campo.
  6. Concetto di focale e relativo uso.
  7. Prova pratica di confronto fra focali diverse.
  8. Obbiettivi variofocali (zoom) e loro uso corretto.
  9. Elementi di “composizione” dell’inquadratura.
  10. Campi e piani di ripesa.
  11. Movimenti di macchina.
  12. Macchineria e tecniche inerenti al movimento macchina.
  13. Esercitazioni sugli argomenti trattati.

Ulteriori informazioni

Informazioni sul prezzo : Suddivisione in rate mensili
Alunni per classe: 12