Storia dei mezzi della comunicazione

UNIVERSITÀ DELLA SVIZZERA ITALIANA
A Mendrisio (Svizzera)

Chiedi il prezzo
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Mendrisio (Svizzera)
Descrizione

Descrizione Il corso mira ad analizzare l’evoluzione storica dei principali mezzi di comunicazione tra la fine del Settecento e i nostri giorni. L’obiettivo è quello di comprendere il ruolo che le comunicazioni hanno giocato nella storia socio-culturale degli ultimi 200 anni. Per tutti i mezzi di comunicazione presi in esame saranno indicati: le principali tappe di sviluppo e le evoluzioni diacroniche, l’accoglimento e la riconfigurazione operati nelle culture di riferimento, le relazioni con il contesto politico, economico, culturale, artistico e con gli altri media del tempo.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Mendrisio
Tessin, Svizzera
Visualizza mappa

Programma

Descrizione

Il corso mira ad analizzare l’evoluzione storica dei principali mezzi di comunicazione tra la fine del Settecento e i nostri giorni. L’obiettivo è quello di comprendere il ruolo che le comunicazioni hanno giocato nella storia socio-culturale degli ultimi 200 anni. Per tutti i mezzi di comunicazione presi in esame saranno indicati: le principali tappe di sviluppo e le evoluzioni diacroniche, l’accoglimento e la riconfigurazione operati nelle culture di riferimento, le relazioni con il contesto politico, economico, culturale, artistico e con gli altri media del tempo.

Scopo del corso è quello di fornire allo studente gli elementi necessari a capire la formazione, l’evoluzione, il cambiamento costante e la rilevanza sociale dei sistemi di comunicazione in un costante confronto tra passato e presente.

Contenuti

Dopo le prime lezioni, in cui si cercheranno di definire le ragioni che inducono a studiare i media in prospettiva storica, saranno analizzate le evoluzioni storico-sociali dei seguenti mezzi di comunicazione: la telegrafia Chappe e l’origine delle telecomunicazioni; la stampa quotidiana, periodica e del libro nell’Otto- Novecento; la fotografia; la telegrafia elettrica; la telefonia; la fonografia e la riproduzione sonora; la cinematografia; la telegrafia senza fili; la radiofonia; la televisione; infine i media digitali con un focus particolare su computer, internet, telefonia mobile e sul processo di digitalizzazione che sta coinvolgendo il sistema dei media contemporaneo.

Impostazione pedagogico-didattica

Il corso è costituito da lezioni ex-cathedra supportate da materiali audiovisivi e da contributi provenienti dal mondo della storia dell’arte, della letteratura, della cinematografia. Una parte seminariale sarà dedicata al ruolo delle comunicazioni e dei media nella prima guerra mondiale. Verrà anche organizzata una visita guidata facoltativa presso la sezione comunicazione del Museo della Scienza e della Tecnica di Milano.

Modalità d’esame

L’esame consiste in una prova scritta finale, che vale il 100% dell’esame, in cui gli studenti dovranno esporre le nozioni apprese a lezione e nei testi di lettura contenuti in bibliografia.

Riferimenti bibliografici

Bibliografia obbligatoria

Balbi, G. e Magaudda, P. 2014. Storia dei media digitali. Rivoluzioni e continuità. Roma-Bari: Laterza.
Flichy, P. 1994. Storia della comunicazione moderna. Sfera pubblica e dimensione privata. Bologna: Baskerville.

Morozov, E. 2011. L’ingenuità della rete. Il lato oscuro della libertà di internet. Torino: Codice edizioni (capitolo 10 “Fare la storia - e non solo il menu di un browser, pp. 263-286).

Altre indicazioni bibliografiche

Balbi, G. 2011. “Una storia della storia dei media. Mappa di una disciplina in formazione.” Problemi dell'informazione, 2-3: 163-192.
Balbi, G. 2013. “I media. Quattro paradigmi nella relazione tra vecchi e nuovi mezzi di comunicazione.” In Antiche novità. Una guida transdisciplinare per interpretare il vecchio e il nuovo, a cura di G. Balbi & C. Winterhalter, 15-36. Napoli-Salerno: Orthotes.

Bolter, J. D. e Grusin, R. 2000. Remediation: competizione e integrazione tra media vecchi e nuovi. Milano: Guerini.
Briggs, A. e Burke, P. 2002. Storia sociale dei media. Bologna: il Mulino.

Collier, J.Y. 2006. Culture de masse et culture médiatique en Europe et dans les Amériques 1890-1940. Paris: Puf.

Doglio, D. e Richeri, G. 1980. La radio: origini, storia, modelli. Milano: A. Mondadori.
Fischer, C. 1995. Storia sociale del telefono. Torino: UTET Libreria.
Gitelman, L. 2006. Always Already New. Media, History and the Data of Culture. Cambridge MA and London: MIT Press.

Gorman, L. e McLean, D. 2005. Media e società nel mondo contemporaneo: un’introduzione storica. Bologna: il Mulino.
Headrick, D.R. 1991. The Invisible Weapon. Telecommunications and International Politics 1851-1945. New York and Oxford: Oxford University Press.

Hugill, P.J. 2005. La comunicazione mondiale dal 1844. Geopolitica e tecnologia. Milano: Feltrinelli.

Kittler, F. 1999. Gramophone, film, typewriter. Stanford CA: Stanford University Press.

Libro corsi COM 2015-2016.indd

Marvin, C. 1994. Quando le vecchie tecnologie erano nuove. Torino: UTET Libreria.
Natale, S., & Balbi, G. 2014. “Media, History, Imaginary: The Role of Fantasies in Different Stages of Media Change.” Media History, 20(2): 203-218.

Ortoleva, P. 2002. Mediastoria. Comunicazione e cambiamento sociale nel mondo contemporaneo. Milano: Net.

Ortoleva, P. 2009. Il secolo dei media: riti, abitudini, mitologie. Milano: Il saggiatore.
Simonson, P., Peck, J., Craig, R. T., & Jackson, J.P. (eds.). 2013. Handbook of communication history. New York: Routledge.

Starr, P. 2004. The Creation of the Media. Political Origin of Modern Communications. New York: Basic Books.
Thorburn, D., and Jenskins H. (eds.). 2003. Rethinking Media Change: The Aesthetics of Transition. Cambridge MA: MIT Press.

Winston, B. 1998. Media, technology and society. A history from the telegraph to the Internet. London and New York: Routledge.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto