Valutatore Sicurezza Macchine- Machinery Safety Assessor- valido come aggiornamento RSPP

Kiwa Cermet IDEA
A Bologna

1.000 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello intermedio
  • Bologna
  • 48 ore di lezione
  • Durata:
    4 Settimane
Descrizione

Obiettivo del corso: Il percorso formativo si prefigge l'obiettivo di formare le competenze tecniche per svolgere l’attività di “Valutatore Sicurezza” (Machinery safety assessor) delle attrezzature di lavoro in materia di sicurezza nel contesto normativo attualmente in evoluzione. La novità del corso risiede nell’aver creato un percorso completo in grado di fornire una panoramica e approfondimenti sulla normativa in ambito sicurezza del macchinario industriale e supportato da una giornata interamente dedicata alla parte applicativa, di esercitazione sul campo.
Rivolto a: Liberi professionisti e Consulenti tecnici nell’area della progettazione e produzione meccanica ed elettromeccanica; Progettisti meccanici, tecnici di sistemi di automazione industriale, tecnologia di prodotto e processo del comparto della meccanica strumentale e dell’impiantistica industriale. Ispettori (ASL e Arpa) con

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Bologna
Via Ferrarese, 156 - Bologna, 40128, Bologna, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Liberi professionisti e Consulenti tecnici nell’area della progettazione e produzione meccanica ed elettromeccanica; Progettisti meccanici, tecnici di sistemi di automazione industriale, tecnologia di prodotto e processo del comparto della meccanica strumentale e dell’impiantistica industriale. Ispettori (ASL e Arpa) con competenze di accertamento tecnico sulla conformità delle attrezzature di lavoro.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Sicurezza macchine
Valutazione sicurezza

Professori

Esperto argomento
Esperto argomento
sicurezza

Programma

PROGRAMMA DI DETTAGLIO

Le direttive comunitarie e la marcatura CE dei prodotti

• Le Direttive Comunitarie sociali e di prodotto

• Valenza e ruolo delle norme tecniche armonizzate

• I marchi volontari e la marcatura cogente

• La Direttiva 2006/42/CE ex 98/37/CE e Decreto Italiano di recepimento sulla sicurezza delle macchine

• Scopo, campo di applicazione (macchine, componenti, quasi macchine, ecc..)

• Requisiti essenziali di sicurezza dell’allegato I

Procedure di certificazione in autocertificazione e in ambito cogente

Problematiche legali connesse all’applicazione della Direttiva Macchine

• La libera circolazione dei prodotti

• La responsabilità di fabbricanti, mandatari, commercianti e utilizzatori

• La sanzioni per fabbricanti, mandatari, commercianti e utilizzatori

La responsabilità di progettisti, consulenti e verificatori

Le Norme Tecniche Armonizzate per la marcatura CE dei prodotti

• Scelta delle strategie di Sicurezza secondo EN 12100 – EN 14121 – EN 1088 – EN 13857 – EN 349 – EN 953, ecc…

Gestione delle modifiche delle macchine nuove e usate

• Il D.lgs 81/2008 Prevenzione degli infortuni sul lavoro

• La Direttiva 89/391/CEE sulla sicurezza dei luoghi di lavoro

La Direttiva 2009/104/CE ex 89/655/CEE sulla sicurezza delle attrezzature da lavoro

Scelta e valutazione delle strategie di sicurezza relative alla progettazione degli equipaggiamenti elettrici, pneumatici e oleodinamici delle macchine

• Gli impianti elettrici ed elettronici secondo EN 60204-1

• Gli impianti pneumatici secondo EN 982

• Gli impianti oleodinamici secondo EN 983

La sicurezza dei circuiti di comando delle macchine secondo EN 13849-1 e 13849-2 progettazione e valutazione

I DOCENTI

Per. Ind. Paolo Oliva

Valutatore esperto direttiva macchine e docente qualificato CERMET

Ing.Alessandro Mancin

Valutatore esperto direttiva macchine e docente qualificato CERMET

Avv.Cecilia Barilli

Cenni sulle Direttive Comunitarie complementari sulla sicurezza delle attrezzature: LVD (Bassa tensione); EMC (Compatibilità elettromagnetica) PED (attrezzature a pressione)

• Campo di applicazione

• Decreti di recepimento

• Procedure di classificazione

• La documentazione tecnica di prodotto

Principi generali per la preparazione della documentazione tecnica di prodotto

• Il fascicolo tecnico

• Le informazioni d’uso

• La segnaletica sul prodotto

ESERCITAZIONI PRATICHE

L’ultima giornata del corso sarà dedicata a esercitazioni pratiche per verificare l’applicazione di quanto appreso durante le giornate di formazione in aula.

Test – finale (1 ora)

Ulteriori informazioni

Osservazioni: Documentazione fornita: •Testi della Legislazione Europea e Nazionale sulla sicurezza dei prodotti •Modello per la redazione documentazione tecnica pertinente All. VII parte B; •Modello per la redazione del Fascicolo tecnico All. VII parte A; •Modello per la redazione delle istruzioni per l’uso e l’assemblaggio; •Modelli per la redazione delle dichiarazioni, targhe, ecc..; •Modelli per la redazione dei report di valutazione
Alunni per classe: 20

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto