Luigi Illica

Luigi Illica

Descrizione

Un concorso che offre ai giovani cantanti lirici premi in denaro e concrete opportunità professionali nel mondo dell’opera. Uno stage di formazione da la possibilità al finalista di lavorare con i grandi nomi dell’opera italiana.
Docenti Rolando Panerai, Vivien Hewitt, Ines Salazar, Valerio Galli, Marco Rimicci
La Pro Loco di Castell’Arquato, con la collaborazione e contributo del Comune di Castell’Arquato, La Fondazione di Piacenza e Vigevano, la camera di commercio di Piacenza, la Provincia di Piacenza e Casa Illica, promuove un concorso lirico concepito per offrire alle nuove generazioni di cantanti lirici autentici spazi di alto perfezionamento ed opportunità professionali. E’ questo il nuovo scopo che si è prefisso il Premio Internazionale “Luigi Illica” a quasi 50 anni dalla sua fondazione.
Nato nel 1961 per celebrare la figura del grande librettista e drammaturgo, il Premio Illica ha, in passato, onorato i più grandi artisti lirici, direttori d’orchestra, registi e uomini di cultura. Ricca di quest’esperienza, oggi la Pro Loco di Castell’Arquato insieme al Comune di Castell’Arquato mira a trasformare il premio biennale in evento annuale, alternando gli spazi consacrati agli artisti più affermati del mondo a quelli dedicati ai giovani talenti.
Offriamo ai finalisti del 1° Concorso Lirico “Luigi Illica” l’opportunità di lavorare con docenti autorevoli di grandissimo prestigio all’interno di uno stage teso ad aiutarli a realizzare al meglio le proprie potenzialità sia nel canto che nel arte scenica. Il concorso terminerà con un concerto finale in cui i cantanti esibiranno non solo il loro talento musicale ma anche le loro capacità d’interpretazione scenica.
Onde offrire ai vincitori e finalisti del concorso le più ampie opportunità di visibilità e di sviluppo professionale, gli organizzatori s’impegnano a promuovere occasioni concertistiche ed operistiche in collaborazione con altri istituzioni ed associazioni artistiche.

Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Professori

Ines Salazar
Ines Salazar
soprano

Ines Salazar, si è esibita alla Scala, a Torino, all’Opera di Roma e nei maggiori teatri del Giappone, USA, Corea, Israele, Germania, Olanda, Francia, Spagna e Argentina. Tosca del centenario per Zeffirelli, ha interpretato il ruolo a Berlino, Atene, Trieste, a Barcellona, al Festival Pucciniano e molti altri teatri. Ha cantato sotto la bachetta di Muti, Chailly, Fruhbeck de Burgos, Davis e Domingo. Suo repertorio comprende Attilla, Ernani, Macbeth, Trovatore, Un ballo in maschera, Don Giovanni, Norma, Don Giovanni, La Bohème e Aida in una DVD che ha venduto oltre un millione di copie.

Rolando Panerai
Rolando Panerai
baritono e regista

Baritono Rolando Panerai è attivissimo come regista, nei masterclass e nelle giurie, a cospetto dei sui 63 anni in teatro. Grande cantante attore, ha curato le regie del Campanello di Donizetti, Gianni Schicchi, La Bohème e Madama Butterfly per il Festival Puccini, Il Matrimonio Segreto per Tenerife e La Traviata per Omega. Al suo attivo 148 ruoli e 82 opere in disco sotto la direzione di Von Karajan, Prêtre, Davis, Bernstein, Giulini, Mehta, Cantelli e Kubelik. Tra i suoi film opera, nel 2000 è stato Germont ne La Traviata di Parigi trasmessa in mondovisione in 125 paesi.

Valerio Galli
Valerio Galli
Direttore d'orchestra

Ha debuttato come direttore a Orvieto nel 2004 con Madama Butterfly seguito da Tosca per Daegu International Opera Festival, Corea. Ha diretto in Ungheria e al Festival di Santander. Per il Festival Puccini ha diretto Tosca Gianni Schicchi e Suor Angelica, Rigoletto al Comunale di Bologna, Tosca a Trento, Rovigo e Pisa e La Traviata a Mantova. a collaborato come direttore e pianista con artisti del calibro di Domingo, Dessì, Armiliato, Giordani, Pons, Martinucci, Surian, Casolla, Aronica, D'Annunzio Lombardi, Vassileva, Pisapia e Sartori

Vivien Hewitt
Vivien Hewitt
Regista

Regista di oltre 30 produzioni d’opera fa cui Madama Butterfly, Edgar, Tosca, Gianni Schicchi e Suor Angelica per il Festival Puccini, la sua carriera internazionale le ha portato in Giappone, Francia, Spagna, Germania, Corea, USA ed America Latina. Ha messo in scena Turandot in Brasile e Uruguay, La Boheme in Perù e Malta, Madama Butterfly a Tokyo, Nagasaki, l’Expo Mondiale di Aichi, Kobe, Wiesbaden e Baltimora, Cavalleria Rusticana per West Norges Opera, Pagliacci per il Manoel Teatro, Don Giovanni per Maltafestival, Don Carlo e Luca di Lammermoor per Montevideo e Tosca per Seoul e Lima.