Basic Tech Diver Andi

Underwater Team
A Trento

Chiedi il prezzo
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso
Luogo Trento
  • Corso
  • Trento
Descrizione


Rivolto a: tutti.

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Trento
via Trento, Trento, Italia
Visualizza mappa
Inizio Consultare
Luogo
Trento
via Trento, Trento, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Certificazione Open Water Sport Diver ANDI o equivalente, certificato medico sportivo per l'attività subacquea

Opinioni

0.0
Senza valutazione
Valutazione del corso
100%
Lo consiglia
5.0
eccellente
Valutazione del Centro

Opinioni su altri corsi del centro

Scuba Diver Padi

L
Luigi Zuccatti
5.0 24/10/2010
Il meglio: Ottimo il livello del corso e dell'istruttore. Per me è stato l'avvio all'attività subacquea. Ottima la relazione tra qualità e prezzo
Consiglieresti questo corso?:

Technical Trimix Diver Andi

G
giorgio decarli
5.0 02/11/2010
Il meglio: Come ben sappiamo la difefrenza nei vari corsi non klo fa tanto la didattica alla quale ci si rivolge per apprendere il livello di conoscenza che ti permette di affrontare un ulteriore gradino della profondità subacquea, ma la persona, l'Istruttore che fa il corso. Per la mia esperienza devo dire che l'Istruttore di Underwater Team è una persona squisita e validissima. Capace di stare in acqua e di perfezionarti nei minimi aspetti. Sempre in grado di dare delle precise e puntulai spiegazioni sia dal punto di vista tecnco che pratico che teorico. Consiglierei a tutti quindi di fare questo tipo di corso per ottenere quella tranquillità ed efficacia in acqua che si otterrebbe dopo anni e anni di prove ed esperimenti a volte anche pericolosi per la propria incolumità.
Consiglieresti questo corso?:

Technical Trimix Diver Andi

G
giorgio decarli
0.0 02/11/2009
Il meglio: Raccomando il corso perchè prima di affrontare realmente l'insegnamento del corso l'istruttore ha impegato del suo prezioso tempo ad aggiustare tutte le imprecisioni che mi portavo dietro da anni di lavoro subacqueo. RaSono quindi partito con "il piede giusto". Il lavoro che si è dovuto affronatrepoi durante il corso sia per l'uso di nuove miscele che per la gestione dell'immersione è diventato un gioco piacevole, un aggiungere qualcosa a ciò che di consolidato si aveva. Quindi una sicurezza maggiore nella gestione dell'attrezzatura, delle emergenze e dei problemi che sono sempre in agguato ad ogni immersione.
ccomando la scuola per la eccellente preparazione dei corsisti e di tutti i subacquei che da quel centro ne sono usciti. Immergersi con loro è segno di sicurezza e ci si può godere le immersioni. Entrando nel mondo della subacquea tecnica e quindi iniziando ad utilizzare miscele ternarie cambia completamente la gestione dell'immersione e della risalita. Importanti punti che con l'Istruttore si è affrontato dettagliatamente e con attenta precisione. Questo ha notevolmente arricchito la mia conoscenza e mi ha aiutato molto nella gestione dell'immersione
Da migliorare: Utlimare il corso da solo perchè il mio compagno non poteva. Rimane sempre un vuoto lasciare dietro un amico e compagno dopo aver lavorato tanto assieme.
Consiglieresti questo corso?:

Programma

BTD (corso di specialità Basic Tech Diver ANDI) Il BTD si pone l'obiettivo di introdurre il subacqueo cosidetto ricreativo alla subacquea tecnica senza peraltro dover frequentare un corso vero proprio.
Il programma nasce infatti dalla necessità di poter frazionare il corso tecnico di base ANDI, il Technical SafeAir Diver (TSD), corso che può risultare lungo ed eccessivamente impegnativo per alcuni. In questo modo il subacqueo ha la possibilità di acquisire una preparazione di base relativamente al corretto assetto, corretto trim e gestioni delle emergenze potendosi esercitare per poi decidere quando frequentare il corso TSD e successivi.

Il corso prevede l'obbligo dell'uso di muta stagna, bibombola, due erogatori (uno con frusta lunga di 2-2,2mt), spool e pallone di segnalazione.

Programma: prevede più sessioni di acque confinate ed acque libere (max 30mt).
L'esperienza di ANDI e la nostra suggerisce vivamente che le prime sessioni vengano svolte in ambiente di acque confinate ideale. Intendiamo la piscina o condizioni in cui visibilità, temperatura dell'acqua e fondale non risultino essere delle limitazioni alla concetrazione da parte dell'allievo nell'apprendimento e svolgimento e per l'istruttore controllo esclusivo dell'esercizio. Condizioni diverse portano ad uno spreco di tempo sia per allievi sia per l'istruttore.
Capiti i risultati di base da perseguire il corso prosegue con le normali acque libere.


Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto