I contratti di Partenariato Pubblico-Privato nel Codice dei Contratti Pubblici

A Torino, Milano e Mestre

400 € +IVA
  • Tipologia

    Corso

  • Livello

    Livello base

  • Luogo

    In 3 sedi

  • Ore di lezione

    6h

  • Durata

    1 Giorno

  • Inizio

    Scegli data

Descrizione

Alcune disposizioni della legge n. 160/2019 (Legge di Bilancio 2020) hanno previsto un fondo, presso il MEF, per sostenere con specifiche garanzie iniziative di investimento per opere sostenibili in chiave ambientale e sociale, anche mediante interventi di partenariato pubblico-privato.
Il Codice dei contratti pubblici (d.lgs. n. 50/2016) ha definito una nuova e articolata regolamentazione degli strumenti di PPP, disciplinando in modo dettagliato le concessioni e introducendo il nuovo modello “generale” del contratto di partenariato (art. 180), che consente alle amministrazioni di definire interazioni collaborative con una notevole differenziazione del rischio operativo e secondo uno schema meno vincolante di quello delle concessioni.
Tuttavia le Amministrazioni devono porre particolare attenzione nella corretta definizione degli strumenti, soprattutto in relazione all’allocazione dei rischi e all’equilibrio economico-finanziario, poiché un’erronea impostazione di tali aspetti potrebbe determinare la rilevanza degli elementi economici per il quadro debitorio e per i bilanci degli enti (dovendo peraltro fornire in tal senso un’ampia serie di informazioni al MEF).
In questa prospettiva risulta essenziale il monitoraggio dei contratti di PPP, che deve seguire le Linee-guida Anac n. 9.

Strutture

Luogo

Inizio

Mestre (Venezia)
Visualizza mappa
Viale Stazione, 36

Inizio

Scegli dataIscrizioni aperte
Milano
Visualizza mappa
Via Vitruvio, 43, 20124

Inizio

Scegli dataIscrizioni aperte
Torino
Visualizza mappa
Corso Vittorio Emanuele II, 54

Inizio

Scegli dataIscrizioni aperte

Da tener presente

Il seminario propone un percorso operativo, finalizzato a consentire ai partecipanti l’analisi delle varie tipologie di contratti di partenariato pubblico-privato, con focalizzazione su alcuni fondamentali aspetti operativi (allocazione dei rischi, matrice rischi, elaborazione del PEF, controllo e rendicontazione).

Responsabili Servizio Affari Istituzionali, Responsabili Servizio Sociale, Responsabili Servizi alla Persona, Responsabili Servizio Lavori Pubblici, Responsabili Servizio Gare e Contratti / Appalti

Domande e risposte

Comunicaci i tuoi dubbi,altri utenti potranno risponderti

Chi vuoi che ti risponda?

Pubblicheremo solo il tuo nome e la domanda

Cosa impari in questo corso?

  • Project financing
  • Bilancio
  • Contratto
  • Concessioni
  • Analisi delle varie tipologie di contratti di PPP
  • PPP e PF
  • Le concessioni
  • Monitoraggio dei contratti di PPP
  • Contabilizzazione delle operazioni di PPP nelle Amministrazioni Pubbliche
  • Definire interazioni collaborative con una notevole differenziazione del rischio operativo

Professori

Alberto Barbiero

Alberto Barbiero

Consulente amministrativo gestionale di Pubbliche Amministrazioni, for

Programma

Concessioni, PPP e PF (elementi generali): ● Le forme di rapporto tra amministrazioni pubbliche e soggetti privati mediante strumenti con trasferimento del rischio in capo all’operatore economico ● L’elemento-chiave: il rischio operativo; ● Analisi di alcuni esempi di rischio operativo attraverso l’utilizzo della “matrice dei rischi” ● Gli elementi fondamentali per la regolazione del rapporto: il piano economico-finanziario e le sue caratteristiche; ● Analisi degli elementi essenziali dell’equilibrio economico-finanziario attraverso l’analisi di uno schema di PEF.

Le concessioni: ● Gli elementi caratteristici delle concessioni di lavori e servizi: la possibilità di utilizzo solo per servizi di interesse economico generale, l’acquisizione della maggior parte delle risorse dalla vendita dei servizi sul mercato, i rischi che deve sostenere l’OE, la quota massima di investimento pubblico ● Le differenze rispetto al quadro normativo precedente (elementi critici in particolare per le concessioni di servizi) ● Le regole per l’affidamento delle concessioni: profili derogatori rispetto al quadro generale del d.lgs. n. 50/2016 e particolarità ● La particolare soglia per le concessioni ● Gli elementi per definire il valore della concessione ● Le procedure dell’art. 36 del Codice per l’affidamento di concessioni di valore inferiore alla soglia comunitaria ● Le regole in materia di modifiche e varianti, nonché le regole in materia di sub-affidamento; ● Analisi del PEF di alcune concessioni; ● Gli spazi (più limitati) di utilizzo delle concessioni nell’ambito dei servizi: le indicazioni dell’Anac in ordine a servizi alla persona (impianti sportivi, servizi educativi).

Il Partenariato Pubblico-Privato: ● Il Partenariato Pubblico-Privato (PPP): il modulo di rapporto (art. 180) tra amministrazione e partner privato: la differente composizione del rischio operativo, gli elementi economici fondati sul canone di disponibilità, le possibili variazioni del canone in rapporto alla minore disponibilità, il limite per l’investimento pubblico ● Il PPP nelle Linee-guida Anac n. 9 ● Le differenti tipologie di contratti di PPP ● Analisi delle principali tipologie di contratti di PPP con evidenziazione delle opportunità/criticità ● Le regole per l’affidamento dei contratti di PPP (art. 181); ● L’obbligo dell’analisi preventiva della domanda-offerta e delle condizioni di equilibrio economico-finanziario; il PPP per la realizzazione di lavori: l’obbligo di porre a gara un progetto di livello almeno definitivo.

Il Project Financing: ● Il Project Financing (PF): le principali caratteristiche del PF come contratto di PPP strutturato sul modulo concessorio ● Le componenti di rischio e di equilibrio economico-finanziario nel PF● La particolare procedura per l’affidamento del PF ● Il ruolo del promotore ● L’analisi delle offerte con l’OEPV: analisi di alcuni casi ● La gestione del Project financing nella programmazione dei lavori e dei servizi ● La procedura per la presentazione di proposte “spontanee” di realizzazione di opere o di gestione di servizi mediante project financing (art. 183, comma 15) ● Il c.d. “diritto di prelazione” per l’OE promotore di una proposta spontanea di PF ● Le principali criticità: la “terza via” per il project financing con l’avviso pubblico per sollecitare le proposte spontanee (indicazioni dell’Anac e della giurisprudenza) ● La possibilità di utilizzo della procedura con proposta spontanea per tutti i contratti di PPP (art. 183, comma 16) ● Analisi di casi di utilizzo del PF in rapporto ai settori con principale possibilità di utilizzo ● La possibilità di utilizzo della procedura con proposta spontanea per tutti i contratti di PPP (art. 183, comma 16).

Il monitoraggio dei contratti di PPP: ● L’obbligo di monitoraggio delle concessioni e dei contratti di PPP in base alle Linee-guida Anac n. 9/2018 ● L’analisi dei rischi e la definizione delle clausole contrattuali ● L’obbligo della matrice rischi ● Le problematiche relative alle variazioni del PEF.

Contabilizzazione delle operazioni di PPP nelle Amministrazioni Pubbliche: ● I vincoli per gli Enti locali (equilibri, pareggio di bilancio e limiti al debito) ● La definizione dei contratti di concessione e di PPP nella contabilità nazionale: il sistema SEC 2010 e la regolamentazione comunitaria ● La distribuzione dei rischi come elemento-chiave per la definizione del rapporto con il partner privato on balance/off balance ● Gli elementi per la corretta gestione delle concessioni e dei contratti di PPP in rapporto al bilancio e al debito ● Le criticità: le possibili “forzature” in rapporto alla reale situazione di rischio e la conseguente configurazione del rapporto come generatore di debito per l’Amministrazione ● Gli obblighi di comunicazione dei dati sul PPP alla Presidenza del Consiglio dei Ministri (Circolare 10 luglio 2019) e al MEF-RGS (in base all’art. 1, comma 626 della legge n. 160/2019).

400 € +IVA

Chiama il centro

per ricevere informazioni sul corso

Parla con un consulente

per ricevere informazioni sul corso