nuova tecnologia di fabbricazione come quella dell

DfAM – Design for Additive Manufacturing (I° livello)

Corso

A Torino

151-300 €

Descrizione

  • Tipologia

    Laboratorio intensivo

  • Livello

    Livello avanzato

  • Luogo

    Torino

  • Ore di lezione

    8h

  • Durata

    1 Giorno

  • Inizio

    Scegli data

  • Stage in azienda

Descrizione

La diffusione di una nuova tecnologia di fabbricazione come quella dell’Additive Manufacturing, è sempre accompagnata dallo sviluppo di un’adeguata metodologia di progettazione e quindi necessita di una conoscenza dell’insieme di strumenti e procedure per lo svolgimento dell’attività progettuale di ampio respiro.

La fabbricazione additiva, infatti, distinguendosi per molti aspetti dalle tecniche di fabbricazione tradizionali, offre naturalmente una rosa di nuove opportunità e benefici nella produzione.

Sedi

Luogo

Inizio

Torino
Visualizza mappa
Via Vittorio Amedeo II 24

Inizio

Scegli dataIscrizioni aperte

Da tener presente

Introduzione al ciclo completo della progettazione DfAM e alla tecnologia: a. Introduzione al processo tecnologico; b. Visita all’impianto additive M2 Concept Laser e visione dal vivo di un processo di lavoro c. Descrizione delle principali fasi della metodologia di progettazione strutturale: campi d’applicazione, opportunità, vincoli tecnologici e stato dell’arte; d. Overview degli strumenti per l’analisi e l’ottimizzazione del prodotto: presentazione dei principali strumenti software di ottimizzazione topologica e per la realizzazione di un modello CAD del semilavorato e del prodotto finito; e. Overview degli strumenti per la realizzazione di un modello del semilavorato (posizionamento nella macchina e generazione dei supporti) e per l’ottimizzazione del processo di produzione; • Descrizione di una metodologia per la progettazione strutturale che comprenda modellazione geometrica, ottimizzazione topologica, analisi processo e preparazione per la stampa, demo commentata su un caso di studio ed esercitazioni a gruppi di 3 persone: a. Setup e definizione di un progetto DfAM: obiettivi, risultati attesi, schieramento risorse (HR, HW, SW), pianificazione, gestione dei rischi, stima dei costi e dei benefici; b. Ottimizzazione topologica con ProTOp: come ottenere una geometria ottimizzata in funzione di vincoli di prodotto (funzionali e strutturali) e tecnologici; c. Realizzazione di un modello CAD con Creo: inviluppo del modello di uscita dell’ottimizzazione, generazione delle superfici di lavorazione, gestione di superfici NURBS; d. Preparazione alla stampa con Magics: posizionamento nella macchina, orientamento, realizzazione dei supporti, stratificazione; e. Simulazione di processo con VirFac: impostazione parametri di processo, analisi ed interpretazione dei risultati. f. Esempi di progetti portati a termine con metodologia DfAM: obiettivi e risultati ottenuti.

Personale uffici tecnici, responsabili delle funzioni progettazione, ricerca e sviluppo e produzione.

nessuno

Il presente corso ha la finalità di fare conoscere la metodologia DfAM e gli strumenti software disponibili sul mercato a coloro che desiderano avvicinarsi all’additive manufacturing da letto di polvere metallica, per i più svariati utilizzi.

Domande e risposte

Comunicaci i tuoi dubbi,altri utenti potranno risponderti

Chi vuoi che ti risponda?

Pubblicheremo solo il tuo nome e la domanda

Successi del Centro

2018

Tutti i corsi devono essere aggiornati

La media delle valutazioni dev'essere superiore a 3,7

Più di 50 opinioni degli ultimi 12 mesi

4 anni del centro in Emagister.

Materie

  • Produzione meccanica
  • Metalli
  • Lavorazione
  • Manufacturing
  • Fresare
  • FRESATURA
  • Lavorazione metalli
  • Additive
  • Fabbricazione additiva
  • Fabbricazione di agglomerati e granulati

Professori

Ugo Betori

Ugo Betori

Dott. Ing.

Programma

La diffusione di una nuova tecnologia di fabbricazione come quella dell’Additive Manufacturing, è sempre accompagnata dallo sviluppo di un'adeguata metodologia di progettazione e quindi necessita di una conoscenza dell’insieme di strumenti e procedure per lo svolgimento dell'attività progettuale di ampio respiro. La fabbricazione additiva, infatti, distinguendosi per molti aspetti dalle tecniche di fabbricazione tradizionali, offre naturalmente una rosa di nuove opportunità e benefici nella produzione, quali:

o ottimizzazione topologica: alleggerimento delle strutture e ottimizzazione delle loro funzionalità mediante la realizzazione di forme "organiche" o cave, impossibili o dispendiose da ottenere con tecniche sottrattive di lavorazione meccanica o con processi di formatura;

o complessità geometriche: realizzazione di strutture porose e reticolari (molto utilizzate ad esempio per protesi medicali);

o customizzazione: opportunità di fabbricare prodotti su misura, eliminando tempi e costi di progettazione e costruzione delle attrezzature;

o minimizzazione delle lavorazioni successive subite dal pezzo, come ad esempio l’assemblaggio di parti mediante saldatura.

Chiama il centro

Hai bisogno di un coach per la formazione?

Ti aiuterà a confrontare vari corsi e trovare l'offerta formativa più conveniente.

DfAM – Design for Additive Manufacturing (I° livello)

151-300 €