Università Popolare della Calabria Eric Richard Kandel

CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILE/ EDUCATORE /OPERATORE DI STRUTTURE RESIDENZIALI D’ACCOGLIENZA A CARATTERE COMUNITARIO

Università Popolare della Calabria Eric Richard Kandel
Online

200 /mese
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso
Livello Livello intermedio
Metodologia Online
Ore di lezione 550h
Durata Flessible
Inizio Scegli data
stage in azienda
Campus online
Invio di materiale didattico
Servizio di consultazione
Tutoraggio personalizzato
Lezioni virtuali
  • Corso
  • Livello intermedio
  • Online
  • 550h
  • Durata:
    Flessible
  • Inizio:
    Scegli data
  • stage in azienda
  • Campus online
  • Invio di materiale didattico
  • Servizio di consultazione
  • Tutoraggio personalizzato
  • Lezioni virtuali
Descrizione

Il corso è rivolto a coloro che pur esercitando ruoli professionali diversificati, si prendono cura dei bambini, dei giovani e dei nuclei familiari in difficoltà (Casa Famiglia)
La cronaca, inoltre, evidenzia di continuo storie di mala assistenza nei confronti di cittadini in difficoltà (anziani, persone con disabilità, minori stranieri non accompagnati, donne vittime di violenza domestica, etc.) dimostrando che anche coloro che si prendono cura delle fasce più fragili della popolazione hanno bisogno di aiuto.
Il corso per operatori di strutture residenziali d’accoglienza a carattere comunitariointende stimolare gli operatori sociali a dotarsi di metodologie, strumenti e tecniche utili a progettare e a monitorare i nuovi percorsi di vita delle persone di cui si occupano. Intende, inoltre, insegnare come gestire i processi di accoglienza e di protezione delle fasce vulnerabili della popolazione.

Informazioni importanti Strutture (1)
Dove e quando
Inizio Luogo
Scegli data
Online
Inizio Scegli data
Luogo
Online

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Implementare e aggiornare i profili professionali di quanti operano - a vario titolo – nei campi dell’accoglienza, dell’assistenza e del volontariato in comunità di tipo familiare e gruppi di convivenza, strutture a ciclo diurno, strutture per la prima infanzia case-famiglia, case di riposo per anziani, comunità per minori, centri antiviolenza, hospices, centri di accoglienza per stranieri Fornire informazioni per interagire con gli interlocutori istituzionali nazionali e locali, al fine di sperimentare modelli organizzativi a misura dei diversi target di destinatari (bambini in affidamento, adolescenti, anziani, persone con disabilità, donne vittime di violenza, minori stranieri non accompagnati, pazienti oncologici e loro familiari,etc.) Fornire indicazioni normative e conoscenze per l’attivazione e la gestione etica di strutture residenziali comunitarie Orientare alla definizione di modelli efficaci di progettazione sociale in rete Offrire strategie per l’allestimento di spazi neutri finalizzati al mantenimento o alla ripresa delle relazioni affettive tra i minori collocati in case famiglia e i loro genitori Delineare l’articolazione degli interventi di mediazione penale minorile Definire le più adeguate modalità di accoglienza e di sostegno a favore dei minori stranieri non accompagnati Offrire strumenti di analisi e di riflessione per rilevare gli elementi di criticità nella gestione inadeguata delle strutture residenziali comunitarie di assistenza

· A chi è diretto?

Diplomati che vogliono lavorare o già lavorano o che vogliono aprire una comunità di tipo familiare e gruppi di convivenza, strutture a ciclo diurno, case-famiglia, case di riposo per anziani, comunità per minori, centri antiviolenza, hospices, centri di accoglienza per stranieri

· Requisiti

Diploma Scuola Media Superiore, Laurea

· Titolo

Attestato di Partecipazione

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Il corso è facilmente fruibile in qualsiasi momento. Offre le competenze necessarie per il mondo del lavoro.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Iscrizione online presente sulla home page del sito ufficiale e pagamento della prima rata d'iscrizione

Cosa impari in questo corso?

Accoglienza
Strutture
Disabilità
Assistenza
Strutture residenziali
Violenza
Carattere
Casa famiglia
Donne vittime di violenza
Pazienti oncologici

Professori

Antonio Barbaro
Antonio Barbaro
Odontotecnico Abilitato alle Professioni Sanitarie ausiiarie

Dr. Pietro Siclari
Dr. Pietro Siclari
Neuropsichiatra Infantile

Gabriella Dr.ssa Foci
Gabriella Dr.ssa Foci
Laurea Magistrale Scienze Cognitive,Comunicazione,Professioni Sanitar

Laurea Magistrale in Scienze Cognitive, in Comunicazione, in Professioni Sanitarie Assistenziali. Giornalista. Esperta in Comunicazione Scientifica biomedica - ambito medico-scientifico, comunicazione ed informazione aziendale e del marketing sociale, nel campo della salute, della medicina e della scienza. Comunicazione Pubblica ed Istituzionale in sanità Alta Formazione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri -Roma - Scuola Nazionale dell'Amministrazione per Funzionari e Dirigenti

Programma

I temi del corso
  • Le norme nazionali e regionali di riferimento per l’apertura e la gestione di strutture comunitarie d’accoglienza: criteri e indicatori (norme igieniche e standard di sicurezza, formazione e qualificazione degli operatori)
  • Il ruolo di monitoraggio degli enti locali per il controllo del sistema di accoglienza alternativo alla famiglia
  • Il lavoro sociale di rete: le sinergie utili
  • Le diverse tipologie di comunità d’accoglienza
  • Le comunità per le adolescenti – madri
  • Le Case Famiglia per adolescenti con disabilità
  • Le comunità di accoglienza ad Alto Contenimento
  • Le case di riposo per gli anziani
  • Modelli organizzativi e metodologie d’intervento a confronto
  • Il PEI
  • La tutela del diritto all’assistenza nelle strutture residenziali attraverso l’utilizzo dei sistemi di controllo elettronico
  • Gli hospices e le cure del fine vita: l’organizzazione interna delle strutture di accoglienza per i malati oncologici
  • La progettazione di interventi di sostegno per i familiari dei pazienti terminali
  • Le residenze protette per l’accoglienza delle donne e dei minori vittime di violenza
  • L’ascolto del minore sessualmente abusato: i colloqui protetti. Pedofilia e pedopornografia
  • Progettazione sociale e Pedagogia interculturale
  • Condurre counseling di gruppo e in Comunità
  • L’ accoglienza per i minori stranieri e italiani per proporre una nuova cultura di fare famiglia.
  • L’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati in transito
  • La Pedagogia Familiare: definizione e ambiti d’intervento
  • L’approccio familiare multidisciplinare coordinato
  • Mantenere e riallacciare i rapporti con la famiglia d’origine
  • Spazi neutri per incontri protetti tra minori ospitati in casa famiglia e madri e padri sospesi dalle responsabilità genitoriale
  • Le interferenze tra tutela ed ablazione della funzione parentale
  • L’opposizione all’adottabilità
  • Il ruolo del curatore speciale dei minori
  • Storie di famiglie. L’adozione e l’affidamento raccontati dai protagonisti
  • Psicologia dell’età evolutiva
  • Psicologia dell’adolescenza
  • Psicologia della devianza
  • Pedagogia della devianza e della marginalità
  • Il Sistema della Giustizia Minorile
  • Il ruolo e la formazione degli operatori giuridici e psicosociali nelle strutture di accoglienza per minori autori di reato
  • Stato di detenzione e tutela dei diritti umani. L’organizzazione della vita quotidiana in carcere
  • Professioni d’aiuto e burn out
  • Il bilancio delle competenze professionali

Ulteriori informazioni

Lezioni online, attività laboratoriali, tirocinio

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto