Garantire performances e affidabilità

FMEA

A Milano

500 € +IVA

Descrizione

  • Tipologia

    Corso intensivo

  • Luogo

    Milano

  • Ore di lezione

    8h

  • Durata

    1 Giorno

Descrizione

La sede di ogni nostro corso è a Milano, in zona Centro, se non diversamente indicato sulla pagina web del catalogo corsi.
Sede e conferma del corso saranno comunicate via mail / fax una settimana prima della data dell'evento.
Per la sistemazione alberghiera, i nostri partecipanti possono avvalersi di convenzioni con alcuni hotel vicini alla sede del corso.
La quota d'iscrizione comprende sempre: i materiali didattici, eventuali attrezzature multimediali ed informatiche a supporto del partecipante, gli attestati di partecipazione.
I nostri corsi si svolgeranno con orari 9.00-13.00 14.00-18.00.

Sedi

Luogo

Inizio

Milano
Visualizza mappa
Via Zanella, 55, 20133

Inizio

Scegli dataPosti esauriti

Da tener presente

Presentare gli aspetti teorici della metodologia FMEA come strumento di prevenzione di disagi tecnici e danni economici. Esercitare le misure di controllo adeguate al processo / prodotto Intervenire tempestivamente secondo l’indice di priorità di rischio Utilizzo di strumenti statistici per rilevare i dati in fase di progettazione

Progettisti senior e junior Responsabili di Produzione Tecnologi e Ufficio Tecnico Responsabili di Prodotto Quality Manager

Durante lo svolgimento dell’incontro verrà fornita una check list organica di elementi fondamentali per l’applicazione della tecnica FMEA insieme a link ad altri strumenti affini. Il docente condurrà come moderatore ed esperto l’analisi critica di alcuni prodotti / processi dei partecipanti, evidenziando in sede di de-briefing plus, carenze progettuali e di gestione, assieme a possibili azioni di miglioramento

Domande e risposte

Comunicaci i tuoi dubbi,altri utenti potranno risponderti

Pubblicheremo solo il tuo nome e la domanda

Materie

  • FMEA
  • Rilevare guasti
  • Garantire un prodotto
  • Processo produttivo
  • Statistica
  • Produzione
  • Manutenzione
  • Industria
  • Spicializzazione
  • Linee di produzione

Professori

Consulenti Accreditati

Consulenti Accreditati

e-consultant

Tutti i consulenti e-consultant hanno sviluppato un'esperienza professionale di alto livello in azienda e nella consulenza sia a livello italiano che in realtà internazionali

Programma

PROGRAMMA

La metodologia FMEA

  • Storia recente e applicabilità della metodologia in Azienda
  • Scomposizione del prodotto / processo / sistema in sottosistemi
  • Il “meccanismo” di guasto come fonte di indagine e speculazione
  • Possibili modi di guasto, possibili cause, effetti e controlli in essere

Due modalità di applicazione della FMEA

  • DFMEA e PFMEA per il progetto e il processo (interno o in fornitura)
  • Analogie e differenze. Esempi utili.
  • Come realizzare un team di lavoro FMEA efficace ed efficiente

Elementi distintivi

  • I “customer needs” e le funzionalità da garantire (variabili CTQ)
  • Modalità e criteri di individuazione dei guasti / utilità del post-Vendita
  • Responsabilità e organizzazione delle informazioni

Misure di controllo previste

  • Comprendere il “meccanismo” del guasto (potenziale o reale)
  • Evidenziare gli effetti e l’attuale propagazione a livello di “sistema” di effetti “locali” di guasto
  • Individuare le “cause”, le rispettive frequenze e focalizzare l’attenzione sulle azioni correttive
  • Individuare le “modalità di guasto” e la loro tassonomia aziendale
  • Individuare i “controlli” previsti (attuali e futuri)

Probabilità, gravità e rilevabilità di un guasto

  • Occurrence: frequenza di accadimento della causa (molto alta, alta, moderata)
  • Severity: indice di potenziale danno per il cliente (molto pericoloso, pericoloso, molto alto)
  • Detection: probabilità di individuare/prevenire la causa in esame con gli strumenti normalmente in uso nel processo (praticamente impossibile, molto difficile, rara)

RPN – Indice di priorità del rischio

  • RPN per evidenziare la gravità “totale” di un problema potenziale
  • Stabilire priorità di intervento grazie a soglie per RPN scelte ad-hoc
  • Le matrici di selezione, correlazione, di rischio
  • Azioni correttive e azioni preventive. Esempi utili.

FMEA di seconda generazione e links con altre tecniche progettuali

  • FMEA “classiche” e di seconda generazione a confronto
  • Creare norme di progettazione “snelle” grazie alle matrici di rischio
  • Migliorare le reali capacità di prevenzione
Maggiori informazioni su http://industrial.e-consultant.it/events/4/fmea/


Chiama il centro

Hai bisogno di un coach per la formazione?

Ti aiuterà a confrontare vari corsi e trovare l'offerta formativa più conveniente.

FMEA

500 € +IVA