Formel - Formazione Enti Pubblici

Il vademecum del Partenariato Pubblico Privato

Formel - Formazione Enti Pubblici
A Bologna, Milano, Mestre e 3 altre sedi

400 
+IVA
Preferisci chiamare subito il centro?
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso
Livello Livello base
Luogo In 6 sedi
Ore di lezione 6h
Durata 1 Giorno
Inizio 03/06/2020
altre date
Descrizione

Il corso si prefigge l’obiettivo di ricostruire un percorso normativo riguardante per la costruzione di un Partenariato Pubblico e Privato alla luce delle esperienze già attivate anche con il coinvolgimento delle società in house, quali società di progetto.

Strutture (6)
Dove e quando

Luogo

Inizio

Bologna
Visualizza mappa
Via Montebello, 8, 40121
Orario: dalle 9.15 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.30

Inizio

03 giu 2020Iscrizioni aperte
Firenze
Visualizza mappa
Via Jacopo da Diacceto, 16/20
Orario: dalle 9.15 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.30

Inizio

04 giu 2020Iscrizioni aperte
Mestre (Venezia)
Visualizza mappa
Viale Stazione, 36

Inizio

Consultare
Milano
Visualizza mappa
Via Vitruvio, 43, 20124

Inizio

Consultare
Torino
Visualizza mappa
Corso Vittorio Emanuele II, 54

Inizio

Consultare
Trieste
Visualizza mappa
Via Dante, 6/A

Inizio

Consultare
Leggi tutto (6)

Domande e risposte

Comunicaci i tuoi dubbi,altri utenti potranno risponderti

Chi vuoi che ti risponda?

Pubblicheremo solo il tuo nome e la domanda

Cosa impari in questo corso?

Concessioni
Partenariato Pubblico Privato
Coinvolgimento delle società in house
Società di progetto
Superamento della dicotomia concessioni/appalti
Concetto di rischio
Il regime dell’in house
Natura giuridica dell’iscrizione
Tenuta e gestione dell’elenco da parte dell’ANAC
Profili tipologici e funzionali

Professori

Francesca Petullà
Francesca Petullà
Avvocato - Esperta in materia di Appalti pubblici, ANAC, trasparenza

Programma

Il partenariato pubblico privato - Il superamento della dicotomia concessioni/appalti o Il concetto di rischio: la disciplina nazionale e l’individuazione dei rischi ▪ Le linee guida ANAC n. 9 sull’allocazione del rischio ▪ La definizione dell’equilibrio economico-finanziario per la corretta distribuzione del rischio o Aspetti particolari delle concessioni ▪ Il calcolo del valore delle concessioni (art. 167): l’inclusione di tutte le entrate, anche potenziali ▪ La durata della concessione rapportata alla complessità dei servizi o alla rilevanza degli investimenti (art. 168) ▪ La possibilità di proroga, ma non di rinnovo, delle concessioni o Le procedure di affidamento delle concessioni ▪ Gli elementi essenziali per la procedura di affidamento di una concessione (art. 172) ▪ La definizione dei criteri di aggiudicazione (art. 173) o L’esecuzione della concessione ▪ I principali profili relativi all’esecuzione di una concessione (con riferimento al rischio operativo) ▪ Gli obblighi per i concessionari ▪ La disciplina per la cessazione, la revoca d’ufficio e per la risoluzione della concessione (art. 176)

Il regime dell’in house La natura “ibrida” dell’in house alla luce del D.lgs. 50 del 2016 s.m.i. e del D.lgs. n. 175 del 2016 s.m.i. - Profili tipologici e funzionali o Condizioni, limiti e tipologie • In house e regole di evidenza pubblica o Regime speciale degli affidamenti in house o Elenco di cui all’art. 192 del D.lgs. n. 50 del 2016 • Natura giuridica dell’iscrizione; tenuta e gestione dell’elenco da parte dell’ANAC; linee guida ANAC n. 7 del 2017 • Disciplina in materia di anticorruzione e trasparenza • In house e fallimento • Giurisdizione contabile