RISPARMIA 9%
Notasuono - Torino centro Zona Molinette

Pianoforte

Notasuono - Torino centro Zona Molinette
In aula

20 
Preferisci chiamare subito il centro?
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso
Ore di lezione 36h
  • Corso
  • 36h
Descrizione

Obiettivo del corso: Notasuono nasce come soluzione ideale per permettere anche a chi non intende intraprendere la strada del Conservatorio Statale di conoscere a fondo la musica partendo da un approccio piu' libero e meno vincolante, anche in termini di impegno orario settimanale.
Rivolto a: tutti coloro che desiderano imparare musica sia amatorialmente che per raggiungere risultati professionali.

Informazioni importanti

Domande e risposte

Comunicaci i tuoi dubbi,altri utenti potranno risponderti

Programma

NOTASUONO, sito nel centro di Torino, e' la realta' didattica ove chiunque puo' avvicinarsi alla conoscenza della musica partendo anche assolutamente da zero, e con l'opportunita' di sviluppare un primo approfondimento anche solo per un trimestre di corso - e' possibile proseguire per i tre trimestri consecutivi ogni tipo di corso, fino a fine giugno e con un saggio finale proposto a tutti i partecipanti delle varie discipline musicali - L'ambiente amichevole e sereno unitamente alla competenza e preparazione degli insegnanti Vi permettera' di imparare la musica seriamente ma anche piacevolmente e divertendovi, con programmi personalizzati sia per bambini che per adulti

Nel primo anno di studio, si raggiungono determinati obiettivi:

* primo approccio con la tastiera: posizione delle mani su cinque tasti, lettura e scrittura delle note suonate sul pentagramma
* i primi elementi tecnici: il passaggio del pollice (di conseguenza le scale e gli arpeggi in tutte le tonalità)
* i primi elementi ritmici, la durata delle note e delle pause, la composizione delle battute
* i primi elementi armonici, la triade maggiore, i suoi rivolti, le funzioni principali degli accordi nella tonalità

Per l'indirizzo classico, si adottano la “Scuola Preparatoria”del Beyer e il “Microkosmos” di Bela Bartok, metodi progressivi che permettono dopo pochi mesi di affrontare brani elementari dei grandi compositori (minuetti di Bach, arie di Mozart, semplici studi di Czerny e Clementi). Si annotano su un quaderno pentagrammato le scale, gli arpeggi e tutti gli esercizi che di volta in volta si rivelano utili al superamento delle difficoltà. Nel corso di studi classici, a seconda delle esigenze dell'allievo, si può seguire un programma finalizzato al superamento degli esami in Conservatorio: in quel caso ci si attiene scrupolosamente ai programmi di studio ministeriali.

Per l'indirizzo moderno, vengono proposti dall'insegnante brani di crescente difficoltà che l'allievo impara ad armonizzare; oltre allo studio dei metodi di Beyer e di Bartok, è ritenuto indispensabile, soprattutto in questo campo, l'allenamento dell'orecchio: si forniscono piccole sequenze melodiche, armoniche, ritmiche, proposte dall'insegnante e registrate su cd o cassetta, che l'allievo cercherà di riprodurre (e trascrivere), durante la lezione e nello studio a casa.

Per i più piccoli, si adottano i metodi di James Bastien e Carolyn Moretti, oltre a brani elementari proposti dall'insegnante.


Confronta per scegliere al meglio:
Leggi tutto