Attestato rilasciato da O.P.N. EFEI ITALIA

RSPP Modulo C (24 ore)

QUASAM di Lucia De Rosa
A distanza
Prezzo Emagister

300 € 250 
+IVA
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso intensivo
Metodologia A distanza
Ore di lezione 24h
Durata 3 Giorni
Inizio Scegli data
Invio di materiale didattico
Lezioni virtuali
  • Corso intensivo
  • A distanza
  • 24h
  • Durata:
    3 Giorni
  • Inizio:
    Scegli data
  • Invio di materiale didattico
  • Lezioni virtuali
Descrizione

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, interno o esterno, deve possedere le capacità e i requisiti professionali di cui all’articolo 32 del D.Lgs. 81/2008.
In particolare gli RSPP devono «essere in possesso di un attestato di frequenza, con verifica dell'apprendimento, a specifici corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative».

Informazioni importanti

Prezzo per gli utenti Emagister: Prezzo scontato per la frequenza in aula a Santa Maria Capua Vetere (CE)

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Scegli data
A distanza
Consultare
A distanza
Inizio Scegli data
Luogo
A distanza
Inizio Consultare
Luogo
A distanza

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Il corso ha lo scopo di ottemperare all’obbligo, imposto al datore di lavoro, di organizzare il servizio di prevenzione e protezione all’interno della azienda o di incaricare persone o servizi esterni alla stessa.

· A chi è diretto?

Il corso si rivolge a: - lavoratori designati dal datore di lavoro a svolgere il ruolo di Responsabile (RSPP) del Servizio di Prevenzione e Protezione interno all’azienda; - consulenti e professionisti che intendono svolgere i compiti di Responsabile (RSPP) del Servizio di Prevenzione e Protezione esterno all’azienda; - Laureati in Ingegneria, Architettura, Tecnici della Prevenzione e altre lauree esonerate alla frequenza ai Moduli A e B.

· Requisiti

Essere in possesso dell’Attestato di formazione con verifica dell’apprendimento, al corso per ASPP/RSPP Modulo A e al corso di specializzazione per ASPP/RSPP Modulo B, relativo al settore Ateco di appartenenza.

· Titolo

RSPP Modulo C (24 ore)

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

I docenti sono tutti formatori abilitati e consulenti con esperienza ventennale nel settore della sicurezza sul lavoro e della prevenzione dai rischi.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

L'allievo riceverà a mezzo mail il programma del corso e la relativa scheda di adesione, da compilare in caso di iscrizione al corso.

· Qual è la validità dell'attestato rilasciato?

L'attestato viene rilasciato dall'Organismo Paritetico Nazionale EFEI ITALIA.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

RSPP
Modulo c
RSPP C
Responsabile per la sicurezza
Rischi psicosociali
Rischio stress
Ergonomia
Didattica
Informazione lavoratori
Formazione dei lavoratori
Comunicazione
Comunicazione efficace
Comunicazione visiva
Testo Unico
81/08

Professori

Pasquale Morlino
Pasquale Morlino
Ing.

Laurea in Ingegneria Meccanica conseguita presso il Politecnico di Torino. Diploma Post Laurea Conseguito a seguito di Master Biennale presso il Ministero della Difesa‐Esercito   e Presso il Politecnico di Torino in Ingegneria dei Sistemi di Trasporto e della Mobilità. Iscritto all’Albo degli Ingegneri della Provincia di Caserta al Numero 1285. Iscritto all’Albo dei Consulenti Tecnici di Ufficio (CTU) presso il Tribunale di S. Maria Capua Vetere (CE)

Programma


MODULO C)

Costituisce il corso di specializzazione obbligatorio per le sole funzioni di RSPP.

Possibilità di seguire il corso in VIDEOCONFERENZA TRACCIATA.

PROGRAMMA DIDATTICO (NUOVO ACCORDO STATO REGIONI DEL 07/07/2016)

MODULO C1 (8 ore):

Gli obiettivi didattici del Modulo. L'articolazione del corso in termini di programmazione. Le metodologie impiegate. Il ruolo e la partecipazione dello staff. Le informazioni organizzative. Presentazione dei partecipanti. Dalla valutazione dei rischi alla predisposizione dei piani di informazione e formazione in azienda (D.Lgs. n. 81/2008 e altre direttive europee). Le fonti informative su salute e sicurezza del lavoro. Metodologie per una corretta informazione in azienda (riunioni, gruppi di lavoro specifici, conferenze, seminari informativi, ecc.). Strumenti di informazione su salute e sicurezza sul lavoro (circolari, cartellonistica, opuscoli, audiovisivi, awisi, news, sistemi in rete, ecc.).La formazione: il concetto di apprendimento. Le metodologie didattiche attive: analisi e presentazione delle principali metodologie utilizzate nell'andragogia. Elementi di progettazione didattica: analisi del fabbisogno, definizione degli obiettivi didattici, scelta dei contenuti in funzione degli obiettivi, metodologie didattiche, sistemi di valutazione dei risultati della formazione in azienda.

MODULO C2 (8 ore):

La valutazione del rischio come: processo di pianificazione della prevenzione; conoscenza del sistema di organizzazione aziendale come base per l'individuazione e l'analisi dei rischi con particolare riferimento ad obblighi, responsabilità e deleghe funzionali ed organizzative; elaborazione di metodi per il controllo della efficacia ed efficienza nel tempo dei provvedimenti di sicurezza adottati.
Il sistema di gestione della sicurezza: linee guida UNI-INAIL integrazione confronto con norme e standard (OSHAS 18001, ISO, ecc.).
Il processo del miglioramento continuo.
Organizzazione e gestione integrata:

  • sinergie tra i sistemi di gestione qualità (ISO 9001), ambiente (ISO 14001), sicurezza (OHSAS 18001);
  • procedure semplificate MOG (D.M. 13/02/2014);
  • attività tecnico amministrative (capitolati, percorsi amministrativi, aspetti economici);
  • programma, pianificazione e organizzazione della manutenzione ordinaria e straordinaria.

La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche (D.Lgs. n. 231/2001): ambito di operatività e effetti giuridici (art. 9 legge n. 123/2007).

MODULO C3 (4 ore):

Il sistema delle relazioni: RLS, datore di lavoro, medico competente, lavoratori, enti pubblici, fornitori, lavoratori autonomi, appaltatori, ecc. Caratteristiche e obiettivi che incidono sulle relazioni. Ruolo della comunicazione nelle diverse situazioni di lavoro. Individuazione dei punti di consenso e disaccordo per mediare le varie posizioni. Cenni ai metodi, tecniche e strumenti della comunicazione. La rete di comunicazione in azienda. Gestione degli incontri di lavoro e della riunione periodica. Chiusura della riunione e pianificazione delle attività. Attività post-riunione. La percezione individuale dei rischi. Negoziazione e gestione delle relazioni sindacali. Art. 9 della legge n. 300/1970. Rapporto fra gestione della sicurezza e aspetti sindacali. Criticità e punti di forza.

MODULO C4 (4 ore):

Cultura della sicurezza: analisi del clima aziendale; elementi fondamentali per comprendere il ruolo dei bisogni nello sviluppo della motivazione delle persone.

Benessere organizzativo: motivazione, collaborazione, corretta circolazione delle informazioni, analisi delle relazioni, gestione del conflitto; fattori di natura ergonomica e stress lavoro correlato.

Team building: aspetti metodologici per la gestione del team building finalizzato al benessere organizzativo.

Ulteriori informazioni

Obblighi legislativi:
Artt. 31, 32 e 33 – D.Lgs. 81/08

Sanzioni a carico del datore di lavoro e del dirigente:

D.Lgs. 81/08 – Art. 55 – comma 1, lett. b)
Arresto da tre a sei mesi o ammenda da 2.740,00 a 7.014,40 euro

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto