Sicurezza - RSPP Modulo C

Associazione Provinciale Aziende Innovative
A San Giovanni Teatino

Chiedi il prezzo
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso
Diretto a Per professionisti
Luogo San giovanni teatino
Ore di lezione 24h
  • Corso
  • Per professionisti
  • San giovanni teatino
  • 24h
Descrizione

Obiettivo del corso: A svolgere il ruolo di RSPP, che ha funzioni e compiti di supporto tecnico ed organizzativo per l'azienda, e compiti relazionali con i lavoratori e i RLS, su problemi di sicurezza sul lavoro. Tra i compiti al RSPP vi sono: la collaborazione con il datore di lavoro per l'individuazione dei fattori di rischio e delle misure di sicurezza, ai fini della stesura del DVR; la proposizione di programmi di informazione e formazione del personale; la partecipazione alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza. l'incarico di organizzare la formazione e l'informazione ai lavoratori.
Rivolto a: La figura del RSPP é OBBLIGATORIA in tutte le aziende che hanno dipendenti e/o figure assimilate al dipendente. Il datore di lavoro può SOLO in alcuni casi assumere in prima persona il ruolo di RSPP, e quando non può, o non vuole, deve incaricare un dipendente o un professionista, in possesso degli attestati abilitanti. Il corso è rivolto a dipendenti e/o professionisti, in possesso almeno di un diploma di scuola media superiore, che vogliano assumere l'incarico di RSPP (frequentando ANCHE il modulo C) o ASPP (frequentando solo il modulo A + il modulo B del settore ateco corrispondente).

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
San Giovanni Teatino
VIA PO n. 37, 66020, Chieti, Italia
Visualizza mappa
Inizio Consultare
Luogo
San Giovanni Teatino
VIA PO n. 37, 66020, Chieti, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

L’unico requisito richiesto dalla normativa vigente, per seguire il corso RSPP modulo A è il possesso di almeno un diploma di scuola media superiore. Mentre per quanto riguarda i corsi RSPP moduli B e C, per poterli frequentare occorre essere in possesso dell’attestato relativo al modulo A o essere esentati dalla frequenza del modulo A, per il possesso di attestati di laure in determinate discipline, quali, ad esempio, laurea in Tecniche della prevenzione, o Ingegneria, etc. etc.

Programma

DURATA DEL CORSO 24 ORE

Lezione 1
PRESENTAZIONE DEL CORSO. ORGANIZZAZIONE E I SISTEMI DI GESTIONE
La valutazione del rischio come:
a) processo di pianificazione della prevenzione
b) conoscenza del sistema di organizzazione aziendale come base per la individuazione e l’analisi dei rischi;
c) elaborazione di metodi per il controllo della efficacia ed efficienza nel tempo dei provvedimenti di sicurezza

Lezione 2
ORGANIZZAZIONE E I SISTEMI DI GESTIONE
Il sistema di gestione della sicurezza: linee guida UNI-INAIL, integrazione confronto con norme e standard (OSHAS 18001, ISO, etc. etc.)
Il processo del miglioramento continuo
Organizzazione e gestione integrata delle attività tecnico-amministrative (capitolati, percorsi amministrativi, aspetti economici).

Lezione 3
IL SISTEMA DELLE RELAZIONI: RLS, Medico competente, lavoratori, datore
di lavoro,enti pubblici, fornitori, lavoratori autonomi, appaltatori, etc.; Gestione della comunicazione nelle diverse situazioni di lavoro; Metodi, tecniche e strumenti della comunicazione; Gestione degli incontri di lavoro e della riunione periodica; Negoziazione e gestione delle relazioni sindacali. RISCHI DI NATURA PSICOSOCIALE: Elementi di comprensione e differenziazione fra stress, mobbing e burn-out; Conseguenze lavorative dei rischi da tali fenomeni sulla efficienza organizzativa, sul comportamento di sicurezza del lavoratore e sul suo stato di salute; Strumenti, metodi e misure di prevenzione; Analisi dei bisogni didattici

Lezione 4
RISCHI DI NATURA ERGONOMICA
L’approccio ergonomico nell’impostazione dei posti di lavoro e delle attrezzature
L’approccio ergonomico nell’organizzazione aziendale
L’organizzazione come sistema: principi e proprietà dei sistemi

Lezione 5
RUOLO DELL’INFORMAZIONE E DELLA FORMAZIONE (I)
Dalla valutazione dei rischi alla predisposizione dei piani di informazione e
formazione in azienda (D. L.vo 81/08 ed altre direttive europee); Le fonti informative su salute e sicurezza del lavoro; Metodologie per una corretta informazione in azienda (riunioni, gruppi di lavoro specifici, conferenze, seminari informativi, etc.); Strumenti di informazione su salute e sicurezza del lavoro (circolari, cartellonistica, opuscoli, audiovisivi, avvisi, news, sistemi in rete, etc.)

Lezione 6
RUOLO DELL’INFORMAZIONE E DELLA FORMAZIONE (II)
Elementi di progettazione didattica:
- analisi dei fabbisogni
- definizione degli obiettivi didattici
- scelta dei contenuti in funzione degli obiettivi
- metodologie didattiche
- sistemi di valutazione dei risultati della formazione in azienda

Ulteriori informazioni

Stage:

Non è previsto lo stage per questo tipo di corso


Alunni per classe: 10
Persona di contatto: Valeri

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto