Biologia ed ecologia dell'ambiente marino ed uso sostenibile delle sue risorse

Università degli Studi di Napoli
A Napoli

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Napoli
Descrizione

L'Università degli Studi di Napoli presenta a continuazione il programma pensato per migliorare le tue competenze e permetterti di realizzare gli obiettivi stabiliti. Nel corso della formazione si alterneranno differenti moduli che ti permetteranno di acquisire le conoscenze sulle differenti tematiche proposte. Inscriviti per poter accedere alle seguenti materie.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Napoli
C.so Umberto I, 000, Napoli, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Ecologia

Programma

  • Classe di Laurea: LM-6 Biologia
  • Tipo di corso: Specialistico/Magistrale
  • Area didattica: Scienze MM.FF.NN.
  • Scuola: Scuola Politecnica e delle Scienze di Base
  • Dipartimento: Dipartimento di Biologia
  • Durata: 2 anni
  • Accesso al Corso: Laurea di 1° livello - Numero programmato
  • Coordinatore: Prof.ssa Vincenza La Forgia
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Scienze MM.FF.NN.
  • Sportello di Orientamento:
    • Sede di Monte S. Angelo: Via Cintia, 26 - Ed. Centri Comuni - Complesso Universitario Monte S.Angelo - Napoli
      • Telefono: 081-676744
      • Fax: 081-676710
    • Sede di Mezzocannone: Via Mezzocannone, 16 - 80134 Napoli
      • Telefono: 081-2534691
      • Fax: 081-2534688
    • e-mail: scienze.mfn.orienta@unina.it
    • Referente: prof.ssa Lucia Civetta
  • Obiettivi specifici:

    La Laurea Magistrale in "Biologia ed Ecologia dell'ambiente marino ed uso sostenibile delle sue risorse", (in collaborazione con la Stazione zoologica Anton Dohrn Napoli), ha come obiettivi formativi qualificanti la preparazione di laureati magistrali che avranno:
    un'approfondita conoscenza della biodiversità marina, sotto i profili morfofunzionale, evolutivo, biogeografico ed ecologico e delle sue strategie di gestione e conservazione;
    un'adeguata conoscenza dei meccanismi che regolano le strategie vitali, incluse quelle riproduttive e comportamentali, degli organismi marini e di quelli che presiedono allastruttura e alla dinamica di reti trofiche ed ecosistemi marini;
    una profonda conoscenza delle risposte ecofisiologiche ed eco-patologiche degli organismi marini, incluse le basi tossicologiche, in relazione alle modificazioni dell'ecosistema;
    una adeguata conoscenza dei fondamenti fisico-chimici e geologici delle dinamiche dell'ambiente marino, in particolare sotto l'aspetto delle loro interazioni con la componente biotica; una avanzata conoscenza delle metodiche di biomonitoraggio dell'ambiente marino;
    adeguate competenze teorico-pratiche nelle applicazioni biomolecolari relative agli organismi marini, in particolare nei campi della farmacologia e della biomedicina;
    una avanzata conoscenza degli strumenti informatici e bioinformatici per la gestione e la modellizzazione dei dati, in particolare negli ambiti della valutazione della biodiversità e della dinamica degli ecosistemi

    Nozioni sui fondamenti normativi rilevanti per l'applicazione di strategie di gestione e conservazione della componente biotica dell'ambiente marino; la preparazione impartita consentirà ai laureati della classe di svolgere attività professionali riconosciute dalle normative vigenti come competenze della figura professionale del biologo (Sez A dell'albo professionale) in tutti gli specifici campi di applicazione come riportato nella legge 396 del 24/05/67 sull'ordinamento della professione di biologo e nel comma 1 dell'articolo 31 del DPR 328 del 5 giugno 2001 (Supplemento G.U. 190- 17 giugno 2001).

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Per essere ammessi al corso di laurea magistrale in "Biologia ed Ecologia dell'ambiente marino ed uso sostenibile delle sue risorse" occorre essere in possesso della laurea della classe L-13 o di titoli, anche stranieri, equipollenti per legge o ritenuti tali a giudizio della Commissione di Coordinamento dei Corso di Studi ed essersi collocati utilmente in graduatoria in un test di ammissione a numero programmato che verifichi le conoscenze disciplinari necessarie per l'accesso e in un successivo colloquio con una commissione nominata dal Consiglio di Corso di Studi che valuti, tra l'altro, il curriculum pregresso del candidato, la conoscenza della lingua inglese e gli eventuali titoli.

    I laureati provenienti dai Corsi di Laurea della classe dovranno comunque possedere le seguenti competenze:

    • Conoscenza / Capacità di Comprensione
      • Nozioni di matematica ed informatica finalizzate all'apprendimento delle discipline biologiche. Fondamenti di statistica per l'analisi e valutazione di dati sperimentali.
      • Leggi fondamentali della fisica con particolare riguardo alla loro applicazione in campo biologico. Trasformazioni chimiche dal punto di vista cinetico e termodinamico.
      • Stechiometria. Relazioni tra struttura e reattività delle molecole.
      • Biodiversità classificazione e struttura morfo-funzionale degli animali, delle piante e dei microrganismi. Meccanismi riproduttivi. Organizzazione cellulare del vivente. Basi molecolari e citologiche dei tessuti.
      • Organizzazione strutturale e funzionale delle biomolecole. Principali processi metabolici e loro regolazione. Metabolismo microbico. Tecniche di biologia molecolare.
      • Modalità e applicazioni dell'analisi genetica sia formale sia molecolare.
      • Biodiversità. Morfogenesi embrionale e meccanismi di differenziamento. Evoluzione biologica.
      • Interrelazioni tra organismi e ambiente. Ciclo della materia nelle comunità naturali.
      • Metodiche di colture cellulari. Principali tecniche di ingegneria genetica. Approcci di bioinformatica, fattori di rischio biologico e prevenzione. Basi molecolari del sistema immunitario. Regolazione del bilancio energetico.
      • Conoscenza approfondita della lingua inglese parlata e scritta, con specifico riferimento ai principali lessici disciplinari.
    • Capacità/abilità
      • Campionamento, osservazione e riconoscimento di organismi e microrganismi marini. Analisi di sistemi biologici con particolare riguardo alle analisi della biodiversità, della ecologia (inclusi aspetti ecopatologici) degli organismi e degli ecosistemi marini.
      • Capacità di elaborazione di dati analitici e presentazione dei risultati anche tramite l'uso di strumenti informatici.
      • Capacità di lavorare in gruppo e in maniera autonoma, capacità di aggiornamento.
    • Comportamenti
      • Consapevolezza dei rischi connessi alle strumentazioni utilizzate ed all'uso dei prodotti chimici e radioattivi e degli organismi geneticamente modificati.
      • Consapevolezza delle norme di comportamento nei laboratori chimici, biologici e microbiologici, degli aspetti legati alla sicurezza e delle problematiche ambientali.
  • Prova finale:

    La laurea magistrale in "Biologia ed Ecologia dell'ambiente marino ed uso sostenibile delle sue risorse" si consegue dopo aver superato una prova finale, consistente nella discussione di una tesi magistrale originale di carattere sperimentale e redatta in forma scritta in lingua inglese, alla preparazione complessiva della quale saranno dedicati 38 crediti, di cui, solo per gli studenti che svolgono la tesi all'estero all'interno di un Programma Erasmus o simili, 1 credito per la preparazione della presentazione e la discussione dell'elaborato.
    Lo studente dovrà frequentare un laboratorio di ricerca pubblico o privato per un periodo pari a 800 ore per attendere ad una ricerca scientifica o tecnologica applicata ad un problema biologico. Dovrà produrre un elaborato in lingua inglese in cui siano chiaramente riportati il problema studiato, l'approccio sperimentale utilizzato, i risultati ottenuti e la discussione critica di questi e ne dovrà saper discutere i contenuti durante la prova d'esame conclusiva del suo Corso di Studi. La tesi verrà svolta secondo modalità stabilite dal CCD e sotto la guida di un relatore universitario, anche Professore a contratto, e di un correlatore, nel caso di centri di ricerca extrauniversitari. Lo studente potrà richiedere la tesi all'inizio del secondo periodo didattico del primo anno ed una apposita Commissione del CCD provvederà all'assegnazione.
    Per l'ammissione alla prova finale lo studente deve aver conseguito tutti i crediti formativi, previsti dall'ordinamento didattico del corso esclusi quelli riservati alla prova finale. Lo svolgimento delle prove finali è pubblico

  • Per approfondimenti:

    Scheda Universitaly


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto